05 luglio 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n.26 del 4 Luglio

Classifica piuttosto statica nella parte alta, dove M.I.A. con XXXO e Mark Ronson con Bang Bang Bang si confermano ai vertici. Ma la vera novità di questa settimana è l'invasione di brani italiani che abbiamo incluso: ben 7 su 20, mai stait forse così numerosi.


Ma prima del commento, eccovi la Top 20 completa da cui potete esprimere le vostre preferenze (oltre che ascoltare il singolo brano) seguite dal player con cui ascoltare l'intera lista.






Ai già presenti Mambassa con l'accattivante Casting e la raffinata Chiara Civello con Un uomo che non sa dire addio, si affiancano ben 5 nuovi ingressi tricolori. Vediamoli.

Il più alto è il ritorno dello "strano" duo Il Genio, che dopo i fasti di "Pop Porno", propone quest'altro motivetto, Cosa dubiti, dalla melodia leggera leggera e dal testo dalla costruzione piuttosto particolare. Una volta entrato in testa è difficile toglierselo. Probalità di entrare in classifica: 20%, sopratutto perchè sono state scaricati dalla Universal ed hanno firmato con la microscopica Disastro Records. Un nome, un programma.

Lui sarebbe Mauro Gurlino ma in arte è noto come Mao ed è il leader di un gruppo chiamato, guarda un po', La Rivoluzione. Viene da Torino, città che si sta rivelando una fucina di artisti italiani, quasi tutti molto interessanti ed invariabilmente ignorati dal grande pubblico. Sentitevi questa affascinante La mia soddisfazione e poi diteci che non è vero. 1% di entrare in classifica, giusto perchè il pezzo è ottimo.

La dolcezza delle fragole e le bollicine dello champagne sono la contrapposizione perfetta per raccontare tutte la sfaccettature di incontri fortuiti, rapidi, unici, ma allo stesso tempo intensi e profondi. La fedeltà? E' una scienza che purtroppo non riesce a progredire. Ma soprattutto è nella nostra testa. Non sul nostro corpo. Sono i pensieri di Valeria Vaglio, cantautrice barese che ha di recente fatto uscire il suo secondo album, USCITA DI INSICUREZZA, da cui vi proponiamo questa Fragole e Champagne. 5% di probalità.

Provate a caratterizzare la fuliggine: come la descrivereste? Volatile, sottile, effimera? Allora siete Elisa Casile, cantautrice astigiana ventiseienne che la paragona a certi uomini. Il pezzo si intitola Fuliggine, appunto, ed anticpo il suo primo album ORCHIDEE. Scarse le possibilità di entrare in classifica.

Già cantante dei Mariposa (nell'ultimo decennio, con ben 9 album all'attivo è uno tra i numerosi gruppi italiani meritevoli di visibilità ma confinati al semi-anonimato dalle solite logiche discografiche), Alessandro Fiori -34enne, aretino- ha da poco pubblicato il suo album di debutto solista ATTENTO A ME STESSO, che sta ottenendo buoni riscontri di critica, guadagnandosi paragoni con grandi della nostra canzone d'autore come Piero Ciampi e Ivan Graziani. Fuori piove è il brano, bellissimo, che vi segnaliamo. L'etichetta è la piccola ma vivace Urtovox: gli spazi mediatici finora conquistati da essa sono quasi nulli, come la realistica percentuale di possibilità di ingresso in classifica: 1%. Massì, largo ai marchicarta e forzavasco! E' anche così che muore la musica italiana, no?

Le altre tre new entry sono in lingua inglese e questa volta sono in minoranza. la prima viene da Toronto, Canada, ed è dovuta al duo dei Crystal Castles composti da una lei (Alice Glass, vocalist) e da un lui (Ethan Kath, polistrumentista). Il loro sound è caraterizzato da un uso estremo di brani campionati e voce femminile distorta, con cui raggiungono pregevoli effetti, come in Celestica. 0% che entrino in classifica da noi.

Altrettanto improbabile è l'ingresso nelle classifiche di Round and Round un brano rilasciato da tale Ariel Pink, infaticabile incisore amatoriale di brani (oltre 500 brani su centinaia di musicassette). Finalmente gli hanno permesso di incidere un disco "vero" in vinile 7" che contiene il brano segnalato.

Infine, dopo tanti nomi nuovi, un nome che sono stati dei mattatori anche delle nostre classifiche con il loro brani down-tempo (ricordate la splendida "Rome Wasn't Built In A Day"?). Even Though è il primo singolo estratto dal loro 7° album BLOOD LIKE LEMONADE e gli impasti vocali sono quelle che li hanno resi famosi, grazie al ritorno in formazione di Skye. Darei un 40% di vederli in classifica da noi, ma la vertenza delle radio sui diritti connessi rende tutto impredicibile.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.25 del 27 Giugno

8 commenti:

Capitan Lurk ha detto...

Ho votato per la Vaglio visto che nell'emittente per cui lavor(av)o sta diventando un brano abbastanza trasmesso.

Io continuo imperterrito a darvi siggerimenti assecondando i miei beceri gusti personali :) :

Velvet - Il Serpente
Korrado - La Trasmissione Del Pensiero
Gerolamo Sacco - Quella Volta Al Mare (è vecchiotta, ma è estiva)
Fuxia - My Name Is Koka Lola (decidete quale versione, ce ne sono una dozzina)

Osvaldo Supino era già stato nominato vero?

Miguel ha detto...

A me e' piaciuta molto la canzone de IL Genio,anche se un po' troppo simile come stile ai Baustelle(specialmente il cantante che ha una voce troppo simile a quella di Francesco Bianconi).

Capitan Lurk ha detto...

Ah, una piccola antipatica precisazione (ma con stile più sobrio di quello che usava Calabrese su questo blog, lo preciso perché fui una delle vittime dei suoi modi da zitella acida), il brano di Elisa Casile si chiama "(come) fuliggine" e non "fuliggine".

Il mondo adesso è salvo, torno nella mia caverna...

Anonimo ha detto...

perche "usava" Calabrese? Non collabora più??
Paolo

chartitalia ha detto...

@Capitan Lurk:
volevo chiedertelo già dalla volta scorsa, ma me n'era passato di mente; rimedio adesso: se sei un ascoltatore abituale delle proposte della scena musicale attuale, perchè non ti unisci al team che stila la HP che non c'è? A maggior ragione se sei un osservatore attenta delle produzioni italiane, come mi sembra di capire

mandami una mail al mio indirizzo, che trovi in alto a destra nella pagina

ciao

Sicche ha detto...

Ma Sabrina e samantha?al voto subitoooooooo

ForestOne ha detto...

@ Sicche:
uhm... di Samantha e Sabrina intendi la cover di "Call me"? Boh... dici che ne valga la pena? L'ho ascoltata e personalmente mi è sembrata un pò banalotta anche per essere una cover... Probabilmnete perchè il pezzo era talmente avanti per i suoi tempi che non è facile migliorarlo! Neanche mettendoci due tettone e facendolo uscire come traino reciproco per il programma tv...

@ Capitan Lurk:
I Velvet stanno finalmente risalendo la china, ma i tempi di "Funzioni Primarie" sembrano purtroppo ancora lontani, sigh.

Sicché ha detto...

Nn e' banalotta!voglio votarla!!!!!