26 luglio 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n.29 del 25 Luglio

Continua la forte presenza di brani di produzione italiana nella nostra hit parade che vorremmo (ma che purtroppo non c'è): ben 9 contro gli 11 di produzione estera, con ben tre brani nelle prime cinque posizioni: la bellissima Io e il mio amore di Paolo Benvegnù al N.1, seguita dalla house raffinata di Clarity of Love di Pirupa e dalla splendida La carezza del Papa dei Virginiana Miller (al n. 5), tra l'altro in testa alle vostre preferenze.


Qui sotto la Top 20 completa da cui potete esprimere le vostre preferenze (oltre che ascoltare il singolo brano), e più sotto ancora trovate il player con cui ascoltare l'intera lista.





Ben 8 i nuovi ingressi di questa settimana nella nostra Top 20, rinnovamento favorito anche dalla entrata nella classifica che c'è (la nostra Top 100 settimanale) di ben tre brani (e mezzo) segnalati da queste parti: "Bang Bang Bang" di Mark Ronson, "Tightrope" di Janelle Monae (come avevamo facilmente pronosticato), ed entra anche, sorprendentemente, "Back It Up" di Caro Emerald che avevamo segnalato da queste parti nello scorso Febbraio/Marzo. Il "mezzo" è dovuto a "Je Veux", divertente pezzo di tale Zaz che avremmo segnalato questa settimana se non fosse nel frattempo già entrato nella Top 100.

Il primo è dovuto ancora agli Arcade Fire con il loro secondo estratto dal loro album annunciato per il 3 agosto, THE SUBURBS: We Used To Wait ha un potenziale ancora maggiore del precedente e magari riusciamo a vederlo in classifica anche da noi (gli diamo un 20% di probabilità).

La dubstep è un di musica dance elettronica della scena garage UK, e che sempre più sta guadagnando la scena mainstream. E se continua a sfornare prezzi come questo Katy On A Mission, magari prima o poi qualche brano sfonda anche da noi. La produzione è di Benga (che ha prodotto anche un altro brano nella nostra lista, I Need Air dei Magnetic Man) e la voce è quella di Katy B, in precedenza alle prese con pezzi funky/house. Insomma, il brano è ottimo: un 10% di possibilità glielo concediamo.

Totally Enormous Extinct Dinosaurs è il nome d'arte del musicista inglese Orlando Higginbottom, recentemente scritturato dall'etichetta indipendente Greco-Roman, creata da Joe Goddard degli Hot Chip. E' con l'intelligente pop elettronico di questi ultimi che Garden ha parecchio in comune, oltre a essere impreziosita dal duetto con la voce femminile di Luisa, cantante della band Lulu & the Lampshades. 5% di chance a esser generosi.

Una deliziosa ed estiva canzone che potrebbe lanciare il duo newyorkese Sleigh Bells, prodotto da M.I.A. per la sua personale etichetta discografica e che ha pubblicato da poco l'album di debutto TREATS: Rill Rill è basata su un campione preso da "Can You Get To That" dei Funkadelic, e ha il potenziale per diventare un piccolo classico "alternativo". Produzione indipendente, peraltro non ancora distribuita in Italia, quindi non più di un 5% di chance di entrare in classifica.

Anche i Perturbazione seguono i passi dei loro amici Virginiana Miller ed estrapolano questo secondo singolo dall'album DEL NOSTRO TEMPO RUBATO: Mondo tempesta è senz'altro meritevole di segnalazione. D'altronde, con 1 ora e un quarto di musica e 24-tracce-24, di cose interessanti da tirar fuori ce ne sono. %Chart: pochine: 8%

Se una si chiama Floridian Anna-Catherine Hartley è più che giustificato che si crei un nome d'arte Uffie. Se poi è rapper ed è francese la cosa è ancora più giustificata. Qualcuno accusa Ke$ha di piratare lo stile di Uffie (ed il verso iniziale "I wake up in the morning I don't know where I am" di questa Add SUV un po' assomiglia alla "Wake up in the morning feeling like P Diddy" di "Tik Tok". Si fa accompagnare da Pharrell (e gli diamo un 10% di chance) ma il remix di Armand Van Helden che abbiamo incluso nel nostro player è sicuramente migliore dell'originale.

Noto semplicemente come Gonzales, ultimamente ha aggiunto un "Chilly" al suo nome, immagino un po' cazzeggiando (l'aggettivo sta per "fresco" ma anche per "freddo", "scostante"), di origini canadesi ma attualmente opera in Francia, è un musicista a tutto tondo: pianista, cantante, compositore e produttore. Nello scorso aprile ha rilasciato questo singolo Never Stop, pubblicato su etichetta Phantasy e che verrò incluso nel suo prossimo album IVORY TOWER, prodotto da Boys Noize e che vedrà la partecipazione di Tiga, Peaches e Feist. Naturalmente nessuna possibilità di vederlo in classifica da noi.

Infine, una cosina leggera leggera, che abbiamo incluso per dimostrare che non includiamo solo cose sperimentali o elettriche... Le Pipettes sono un gruppo britannico di vocalist femminili che si ispira alle Ronettes di qualche decennio fa. Della formazione originale non è praticamente rimasto nessuna ma lo stile è quello: motivetti accattivanti rese con coreografie deliziose. Questa Stop The Music rende omaggio anche ad un'altra nostra beniamina, Sophie Ellis-Bextor. 10% le chance da hit parade.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.28 del 17 Luglio

1 commento:

Capitan Lurk ha detto...

Ho votato "La musica" che adesso comincerò anche a far ascoltare in giro.
Ma "Add Suv" ha una percentuale così bassa? Perché è già in "50 songs" da qualche settimana. A me ricorda almeno 3-4 canzoni, ma non riesco a capire quali.
Il remix di AVH comunque è tra le cose peggiori che gli ho sentito fare in 15 anni che lo conosco, meglio l'originale. A proposito, il video che linkate è proprio l'originale.