21 febbraio 2011

Carnevale della Chimica Compilation

Dopo aver ospitato la compilation per il Carnevale della Matematica di qualche giorno fa, sono stato invitato ad ospitare una analoga compilation per l'edizione #2 del Carnevale della Chimica che si terrà sul blog di Scientificando curato dalla vulcanica Annarita Ruberto. Il tema della puntata è dedicato al concetto di sostanza. Questo è quello che ne è venuto fuori, assemblato nel tradizionale player che vi consente di ascoltare l'intera compilation con un clic.



Beh, intanto il concetto di sostanza semplice è praticamente coincidente con il concetto di "elemento chimico" che fa subito venire a mente la mitica "tavola periodica degli elementi". E qui vogliamo presentarne una molto particolare, quella dei metalli. Eccola (se non la leggete bene, cliccateci su per ingrandirla: è uno spettacolo).


Beh, parlando della tavola periodica degli elementi, un vero e proprio classico è il gustossimo pezzo di Tom Lehrer, un docente di matematica di Harvard che ha messo in musica buona parte delle cognizioni scientifiche a cavallo tra i '50 e i '60 (tra i suoi tanti meriti c'è anche un tratto su come avvelenare i piccioni). Il pezzo si intitola (ma no!) The Elements ed elenca tutti i 102 elementi noti all'epoca in cui fu scritta (il 1959), utilizzando come musica (negli States) una famosa canzone (Major-General's Song) tratta da un musical di Gilbert and Sullivan. Un vero e proprio spasso, anche se non se avete dimestichezza con l'inglese.

E visto che abbiamo aperto con l'heavy metal, corre obbligo citare la versione della tavola periodica degli elementi fatta dai Nanowar of Steel, un gruppo metallaro demenziale formatosi agli inizi del 2003 il cui leader si faceva chiamare Gatto Panceri 666. Il pezzo è altrettanto gustoso e s'intitola Outrue.

Le "cover" della tavola periodica ce n'è per tutti i gusti e qui ne vogliamo segnalare alcune, anche se non strettamente legate a tematiche musicali: qui ne potete trovare una sulle carni, questa è una sui caratteri tipografici, questa è invece è fatta da Google ed è una tavola periodica per nerd (non a caso la segnalano quella della Lega Nerd...) che naturalmente di una loro tavola periodica, quest'altra è dedicata ai brand, non poteva mancare una sulle birre, questa è sulla saga di Guerre stellari - L'impero colpisce ancora, infine qui potete trovare una tavola perioda delle tavole periodiche...

Ok, congediamoci con la pervasiva tavola degli elementi e passiamo a qualcosa più di sostanza... E non possiamo che introdurre la cosa con un classico della musica indipendente ed alternativa italiana; i CSI (Consorzio Suonatori Indipendenti) con la famossima Forma e sostanza. E come non citare uno dei più bei pezzi del Jovanotti nazionale, A Te che sei sostanza dei giorni miei o gli Afterhours di Questo pazzo pazzo mondo di tasse dove "la sostanza si vendica sulla poesia", addirittura. E perchè no i Finley (sic!) di Adrenalina che soffrono "di dipendenza di una strana sostanza". Uhmm... visto cha abbiamo sbracato, allora citiamo anche Dj Francesco con Ridere Ridere che declama che "l'unica droga è sostanza" o Piotta che in Eurocontanti si chiede "In sostanza c'è più sostanza o quel che resta è poco in tasca?".

Ok, ma sostanza ha a che fare con "materia". Il che ci porta inevitabilmente a citare la ragazza materiale per definizione, Madonna e la sua Material Girl, mentre i Police della prima ora ci ricordano Spirits in a Material World. Coloro che hanno preso più sul serio il mondo della chimica tanto da averne ricavato addirittura il loro nome sono i Chemical Brothers, eccellente duo britannico di musica electrodance di cui qui vi proponiamo l'ottima Galvanize.

D'accordo, d'accordo. I musicisti non è che abbiano dedicato molte attenzioni alla chimica, e forse sono i chimici hanno dedicato più attenzione alla musica. Tant'è che qui vi proponiamo un mix di canzoncine aventi a soggetto tematiche di questa disciplina.

Iniziamo con una parodia a ritmo di cha-cha-cha di "Happy Birthday" che fa gli auguri alla... mole (Happy Mole To You, continuando con dei versi dedicati al glucosio (The Glucose Song, sulle note di Sugar Sugar degli Archies), continuando con The Atom Song, una dedicata ai composti alogenati (The Halogen Song), un'altra alla chimica in generale (Chemistry Song), per chiudere in bellezza con lo swingante Atomic Cocktail.

Al solito, lo scopo era quello di incuriosirvi e di invitarvi a visitare questa edizione del Carnevale della Chimica edizione #2.

Nessun commento: