02 gennaio 2012

2011: un bilancio

E' inevitabile, o quasi. Il cambio di anno ti obbliga ad una qualche forma di bilancio. Sono stato tentato di buttarla in caciara, intitolando il post "Buon ano" e rafforzando il concetto con un fondoschiena qualsiasi. Ma poi la mia natura bacchettona ha prevalso ed eccoci qui a tentare un bilancio dell'andamento dei 12 mesi appena trascorsi, sulle tre aree che da sempre sono state al centro di questo blog: le classifiche, l'attualità (politica sopratutto) e, sullo sfondo, le vicende personali.

Per una volta, inziamo dalla sfera personale, di cui parlo relativamente poco ma che inevitabilmente influenza tutto il resto. E' stato un anno di merda? Sì, certamente. Ma anche no. Ho troppi anni ormai per credere che esistano quelli sì e quelli no. Esistono gli anni, con il loro carico di più e di meno.

Sul lavoro le condizioni sono divenute deliranti. Mentre la pubblica amministrazione sta facendo sforzi considerevoli per snellire i propri processi, l'amministrazione nelle aziende private è ormai come la maionese: impazzita. Milioni di ore passate a combattere con procedure bizantine che, prima ancora che complesse, sono inutili. Ed il tempo lavoro, grazie alla devastazione della tecnologia, ha invaso qualsiasi poro: smartphone, notebook always connected ti perseguitano in qualsiasi istante della giornata, a colazione, in macchina, a pranzo, a casa, a cena, in spiaggia, di notte.

Sì, quest'anno ho scritto meno sul blog. Mentre il sito è da tempo che necessita di aggiornamenti in quasi tutte le sue sezioni. E quando la disponibilità di tempo diminuisce, gli hobby sono i primi ad essere sacrificati. Negli ultimi mesi, praticamente l'unica rubrica che è stata mantenuta regolarmente è quella relativa alla Hit Parade Brani, mentre quella relativa alla Hit Parade Che Non C'è si è diradata, e sinanche quella mensile sugli incassi cinematografici è stata pubblicata con ritardi considerevoli.

A dispetto della scarsa attività, gli accessi al blog continuano ad essere piuttosto sostenuti: 2.861.191 pagine viste, mi informano gli analytics di Google, che aggiunge: 1.766.356 visite, di cui oltre la metà (56%) di nuove visite.

Il post più letto è stato quello relativo alla Top 20 dei migliori brani del 2011, che è stato visualizzato 58.353 volte: un'enormità. Sì, certo, è stata tra le cose che ci siamo più divertiti a fare. E che dobbiamo replicare quest'anno: stiamo preparando la lista dei brani da votare per il 2011 e nei prossimi giorni diamo avvio alle votazioni.

Per il resto, i post che l'hanno fatta da padrone non potevano che essere quelli dedicati alla Hit Parade Brani settimanale, con l'imparaggiabile commento di Pop! Queste sono le 10 puntate maggiormente lette: stupisce, ma forse non tanto, che la puntata più letta sia quella di Ferragosto, visto che le prime 4 fanno riferimento tutte a periodi contigui a festività. La media per ogni puntata è comunque "impressionante", di diverse decine di migliaia.
  1. Top 100 n.32 del 13 Agosto (56.793)
  2. Top 100 n. 1 dell'8 Gennaio (55.533)
  3. Top 100 n.16 del 23 Aprile (49.29)
  4. Top 100 n.22 del 4 Giugno (43.584)
  5. Top 100 n.40 del 15 Ottobre (43.302)
  6. Top 100 n. 9 del 5 Marzo (39.794)
  7. Top 100 n.18 del 7 Maggio (38.249)
  8. Top 100 n.43 del 29 Ottobre (38.191)
  9. Top 100 n.20 del 21 Maggio (38.093)
  10. Top 100 n.34 del 27 Agosto (37.045)
Ma ciò che ci rende più orgogliosi sono i riscontri per la rubrica cugina dedicata ai brani che il nostro team vorrebbe in classifica (la mitica "Hit Parade Che Non C'è"). I numeri non arrivano ovviamente a quelli della Top 100 ma sono comunque di tutto rispetto, attestandosi ad una media intorno alle 10mila visualizzazioni, con punte di quasi 20mila per le puntate più viste.
  1. Settimana del 13 Aprile (19.506)
  2. Settimana del 4 Dicembre (16.088)
  3. Settimana del 20 Novembre (15.638)
  4. Settimana del 12 Ottobre (15.521)
  5. Settimana del 31 Agosto (15.165)
  6. Settimana del 18 Dicembre (15.119)
  7. Settimana del 4 Maggio (14.63)
  8. Settimana del 12 Luglio (13.989)
  9. Settimana del 5 Ottobre (13.127)
  10. Settimana del 28 Settembre (12.835)
Per il resto dei post, la parte del leone viene fatta dai 6 dedicati alla preparazione ed alla pubblicazione della Top 100 dei migliori brani del 2011 cui avete partecipato numerosi. Gli altri post più gettonati fanno riferimento a playlist di vario genere. Particolare piacere ci fa il buon esito del post di presentazione del nostro libro sulle classifiche FIMI.
  1. I migliori brani del 2010/ Parte 3: La Top 20 (58.353)
  2. La Top 100 del 2010: i brani di maggior successo dell'anno (20.511)
  3. I migliori brani del 2010/ Parte 1: dalla 100a alla 61a posizione (10.528)
  4. I migliori brani del 2010/ Parte 2: dalla 60a alla 21a posizione (8.684)
  5. I migliori brani del 2010: ultimo appello (8.179)
  6. Il libro delle classifiche FIMI Artisti (7.851)
  7. Le canzoni N.1 a Capodanno (7.273)
  8. Le più famose canzoni di Natale (6.303)
  9. 11 settembre 2001 : la hit parade (5.853)
  10. I migliori brani del 2010: chiamata alle armi (5.340)
I post di attualità, e di politica in particolare, sono quelli che raccolgono meno visualizzazioni ma che, per una curiosa legge del contrappasso, sono quelli che raccolgono più commenti, più o meno dovuti a troll e dintorni. Sì, certo, a partire da quest'estate abbiamo pressochè annullato questo tipo di post. Non so dirvi perchè: forse perchè non mi divertivo più a parlare di politica, ma più probabilmente perchè sono stati quelli sacrificati sull'altare dello scarso tempo a disposizione.

Ah, nel corso del 2011 è successa un'altra cosa importante per questo blog: per la prima volta ci siamo candidati ad un premio online, i blog awards di Macchianera. La cosa non è andata secondo le nostre aspettative ma ci ha aiutato a comprendere meglio la natura dei nostri visitatori.

Assumendo come ipotesi di lavoro che i suddetti awards siano una cosa seria e non una tipica pastetta all'italiana, gli scarsi voti ottenuti a dispetto dei nostri considerevoli accessi ci dice che la gran parte dei nostri visitatori sono un po' turisti per caso, che passano da queste pagine solo per attingere alle informazioni cercate. Insomma, utilizzano il blog più come una mini-wikipedia e non come lo strumento di una comunità con cui interagire.

Ne prendiamo atto. Per la verità, avevamo aperto il blog giusto per sviluppare la comunità intorno ad hitparadeitalia, sito essenzialmente statico in stile web 1.0, ma paradoddalmente, c'erano più interventi attivi quando si comunicava solo via mail. Certo, l'avvento dei social network ha prosciugato interamente la capacità di interazione da parte di tutti, e tutto ciò che richiede qualcosa in più di cliccare su un bottone "Mi piace" risulta problematico...

Ok, questo per il 2011. Per il 2012 vi sono alcuni buoni propositi che ci prefiggiamo. Non sappiamo se riusciremo a realizzarli chè sono tempi un po' infami, comunque ci piace elencarli.

1. continuare a pubblicare le rubriche "core" quali Top 100 Brani, Hit Parade Che Non C'è, Incassi cinematografici, Chi ci lascia.

2. completare i Box Office storici dei maggiori incassi cinematografici.

3. aumentare il numero di post di attualità varia; per quelli politici non so, probabilmente li migro su altro blog considerando che per i prossimi mesi sarò impegnato ad appoggiare la campagna informativa per il sindaco della mia città.

4. sviluppare maggiormente il senso di comunità intorno a hitparadeitalia in generale, ed a questo blog in particolare; ecco, qui occorre inventarsi qualcosa ma credo di avere le idee piuttosto confuse: si accettano suggerimenti al riguardo.

5. aggiornare con più continuità il sito principale hitparadeitalia.it, continuando ad elaborare i dati sulle chart storiche.

6. effettuare un restyling del layout di hitparadeitalia.it, ormai troppo in stile web 1.0; la cosa mi annoia un po' e l'ideale sarebbe appaltare la cosa a qualcuno che con queste cose si diverte; o che volesse sviluppare il potenziale commerciale della cosa (il chè a me personalmente annoia ancora di più).

7. o, per dirla meglio, un bel progetto di crowdsourcing sulle tematiche di cultura pop che ci divertono; avrei delle mezze idee al riguardo, ne parliamo se qualcuno fosse interessato.

8. e, sopratutto, prestare maggiore attenzione al work-life balance.

Insomma, Buona Vita...

4 commenti:

aerdna ha detto...

Auguri di buon anno e grazie per lo splendido lavoro!

Anonimo ha detto...

Sì, grazie.
Anche se in molte cose non la penso come te ti seguo e in generale apprezzo il lavoro che fai.
Buon anno!
romolo

Gianpasquale ha detto...

Buon anno al miglior blog musicale e ad uno dei migliori in generale in Italia!

Marcello ha detto...

Buon anno, Chartitalia.