23 febbraio 2019

Il meglio del 1968 (primi risultati)

Pubblichiamo i risultati preliminari del sondaggio relativi ai migliori brani ed album del 1968. Preliminari perchè è ancora possibile votare ancora per qualche settimana: (qui il link per la votazione per chi non avesse ancora votato e volesse farlo).

Queste le Top 30 dei brani e quella degli album che hanno (sinora) raccolto più voti: il numero tra parentesi rappresenta in percentuale i punti ottenuti, relativamente al 1° classificato i cui punti vengono posti convenzionalmente a 100.


BRANI 1968


1. Azzurro - Adriano Celentano (100)
2. Vengo anch'io. No, tu no! - Enzo Jannacci (81)
3. Insieme a te non ci sto più - Caterina Caselli (74,2)
4. Canzone per te - Sergio Endrigo (66,1)
5. Una carezza in un pugno - Adriano Celentano (58,3)
6. Ho visto un re - Enzo Jannacci (57,2)
7. Il volto della vita (The days of Pearly Spencer) - Caterina Caselli (53,7)
8. La voce del silenzio - Dionne Warwick / Mina / Tony Del Monaco (53,2)
9. C'era una volta il West - Ennio Morricone (48,7)
10. Io vivrò (senza te) - The Rokes / Lucio Battisti (47,1)
11. Balla Linda - Lucio Battisti (46,3)
12. La bambola - Patty Pravo (42,9)
13. Ballata degli impiccati - Fabrizio De Andrè (42,6)
14. Sono triste - Ornella Vanoni (41,7)
15. Torpedo blu - Giorgio Gaber (35)
16. Il gorilla (Le gorille) - Fabrizio De Andrè (34,2)
17. C'è più samba - Mina (33,2)
18. Luglio - Riccardo Del Turco (31,3)
19. L'uomo dell'armonica - Ennio Morricone (30,5)
20. Applausi - I Camaleonti (29,6)
21. Sentimento - Patty Pravo (27,5)
22. Giovanni, telegrafista - Enzo Jannacci (27,3)
23. Cinque minuti e poi - Maurizio (27,3)
24. Io per lei (To give) - I Camaleonti (26,8)
25. Così ti amo (To love somebody) - I Califfi (25,8)
26. Canzone - Don Backy / Adriano Celentano / Milva (25,4)
27. Inverno - Fabrizio De Andrè (25,3)
28. Un bimbo sul leone - Adriano Celentano (24,9)
29. Deborah - Wilson Pickett / Fausto Leali (24,9)
30. Ho scritto t'amo sulla sabbia - Franco IV e Franco I (24,2)


Beh, date uno sguardo alla dozzina di brani che avete portato nelle prime 12 posizioni del 1968, e trovatene uno che non è rimasto nella memoria collettiva e nella storia della musica popolare italiana. Vediamoli.
Al 1° posto Azzurro, uno dei brani icona di Adriano Celentano, composto da Paolo Conte. Al 2° il brano più noto di Enzo Jannacci divenuto un cult senza tempo ed un vero e proprio modo di dire: Vengo anch'io. No, tu no scritto da Dario Fo. Al 3° posto ancora un brano composto da Paolo Conte, Insieme a te non ci sto più di Caterina Caselli, ripreso e reso immortale da Nanni Moretti ne "La stanza del figlio". Al 4° posto Canzone per te di Sergio Endrigo, impostosi a Sanremo l'anno successivo il tragico evento della scomparsa di Luigi Tenco. Al 5° posto uno dei brani universalmente apprezzati dell'ex molleggiato, Una carezza in un pugno ancora di Adriano Celentano, scritto dal cognato Gino Santercole. Al 6° posto l'altro brano di Jannacci scritto con Dario Fo (su musica di Fiorenzo Carpi), Ho visto un re. Al 7° posto la prima cover, all'epoca impreversanti, fatta da Caterina Caselli su un bellissimo brano di David McWilliams, Il volto della vita. All'8° posto La voce del silenzio, un brano arrivato ultimo a Sanremo ma assurto a classico dopo l'interpretazione di Mina e ripreso millanta altre volte. Al 9° posto la colonna sonora di uno dei western classici di Sergio Leone, C'era una volta il West con l'indimenticabile colonna sonora di Ennio Morricone. Al 10° e 11° posto due classici del primo Lucio Battisti: Io vivrò senza te lanciato dai Rokes e poi ripreso dallo stesso autore, e Balla Linda il primo singolo di successo del cantautore rietino. Al 12° posto il più grande successo che impose definitivamente il mito di Patty Pravo: La bambola.
Insomma, un'annata gloriosa.

All'epoca gli album erano ancora poco diffusi e più che altro ancora riservati a raccolte di singoli, sopratutto nella produzione italiana. A parte qualche eccezione, come quella di Fabrizio De Andrè che infatti spopola piazzando ai primi due posti i suoi due album: il concept TUTTI MORIMMO A STENTO e la sua raccolta nota come VOLUME 3, insieme a SENZA ORARIO E SENZA BANDIERA (8° posto) scritto dallo stesso De Andrè per gli esordienti New Trolls.

ALBUM 1968


1. TUTTI MORIMMO A STENTO - Fabrizio De Andrè (100)
2. VOLUME 3 - Fabrizio De Andrè (89,9)
3. VENGO ANCH'IO. NO, TU NO - Enzo Jannacci (69,5)
4. AZZURRO - Adriano Celentano (64,3)
5. L'ASSE DI EQUILIBRIO - Giorgio Gaber (61)
6. ENDRIGO - Sergio Endrigo (50,4)
7. SENZA ORARIO SENZA BANDIERA - New Trolls (46)
8. I NOMADI - I Nomadi (44,1)
9. MINA ALLA BUSSOLA DAL VIVO - Mina (42,5)
10. C'ERA UNA VOLTA IL WEST - Ennio Morricone (41,4)
11. STEREOEQUIPE - Equipe 84 (37,9)
12. PATTY PRAVO [1968] - Patty Pravo (28,9)
13. CANZONISSIMA '68 - Mina (27,7)
14. AI MIEI AMICI CANTAUTORI - Ornella Vanoni (26,7)
15. DOMENICO MODUGNO [1968] - Domenico Modugno (24,3)
16. GIANNI 5 - Gianni Morandi (18)
17. IO PER LEI - I Camaelonti (17,4)
18. DOVE CORRETE! - Duilio Del Prete (16,3)
19. ADRIANO ROCK - Adriano Celentano (13,6)
20. 7 VOLTE 7 [OST] - Armando Trovajoli (13,6)
21. CARA - Bruno Lauzi (13,6)
22. DIABOLIK - Ennio Morricone (13,6)
23. I RIBELLI - I Ribelli (13,6)
24. LE CANSSON DLA PIOLA - Roberto Balocco (13,6)
25. LE QUATTRO STAGIONI - Don Backy (10,9)
26. CASA BIANCA - Don Backy (10,1)
27. GRAZIE ZIA - Ennio Morricone (8,2)
28. IL NEGRO BIANCO - Fausto Leali (7,1)
29. CORRI UOMO CORRI - Ennio Morricone (5,4)
30. SVEZIA: INFERNO E PARADISO - Piero Umiliani (5,4)



In chiusura il solito invito a votare per chi non l'avesse ancora fatto: qui la pagina con istruzioni e moduli per le votazioni di tutte le annate pubblicate sinora.

Nessun commento:

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.