27 settembre 2005

"Hit" Parade di hitparadeitalia.it

Già, non era pensabile che prima o poi non vi proponessi la classifica sugli "hit" di hitparadeitalia, cioè la classifica delle pagine più visto del nostro sito. Questa è la classifica (Top 20) relativa al mese di Settembre.

1. Home Page
2. Top Annuali Single
3. Top Settimanali Single
4. Top Annuali Single: 2005
5. Homepage Classifiche
6. Indice per Anno
7. Top Annuali Album
8. Top Annuali Album: 2005
9. Indice per Interprete
10. SHit Parade
11. Indice per Titolo
12. Homepage Indici
13. SuperClassificaAllTime (1-100)
14. Top Annuali Single: 2004
15. Top Annuali Single: 1980
16. Top Annuali Single: 2003
17. Top Annuali Album: 2004
18. Canzoni Napoletane
19. Top Annuali Single: 2000
20. Top Annuali Single: 1990

La Home Page del sito fa naturalmente la parte del leone, con oltre 55.000 visualizzazioni, pari a circa il 10% delle pagine visualizzate nel mese.

Al secondo posto, la pagina d'ingresso nella sezione delle Top Annuali Single che sembrano destare molto più interesse rispetto alle analoghe classifiche Top Annuali Album, la cui pagina d'ingresso si trova al 7° posto (con accessi meno della metà rispetto alla prima: 6.500 contro 16.300). E ciò a dispetto dei dati di vendita che vendono gli album surclassare le vendite dei singoli, di un rapporto di oltre 10 a 1. Bah...

Interesse verso i singoli confermato sia dal terzo posto della pagina d'ingresso della sezione Top Settimanali Single (con oltre 9.000 visualizzazioni) sia dal quarto posto della pagina dedicata alla Top Annuale Single 2005, relativa alla classifica di quest'anno, ovviamente ancora in formazione. Da notare l'elevato numero di accessi anche per l'analoga classifica album di quest'anno (Top Annuale Album 2005, 8° posto) che totalizza oltre 6.200 visualizzazioni: in pratica, quasi tutti coloro che sono passati dalla pagina d'ingresso della classifica album si sono diretti a visualizzare la classifica Annuale corrente, denotando uno scarso interesse per le classifiche storiche degli album, mentre risulta alto l'interesse per le classifiche storiche dei singoli. In generale, l'interesse preminente dei visitatori per le classifiche viene confermato dal 5° posto della pagine d'ingresso in tutte le classifiche (Homepage Classifiche).

Anche le pagine d'ingresso per gli indici generali riscuotono vasto interesse: in primo luogo l'indice per Anno (6° posto), seguito dall'indice per Interprete (9° posto) e poi dall'indice per Titolo (11°). La pagina d'ingresso in tutti i tipi di indice (Gli indici) risulta al 12° posto, mentre l'indice delle sole Canzoni Napoletane si piazza al 18° posto.

Al 10° e 13° posto due ulteriori classifiche, anche se piuttosto particolari: la prima riguarda la classifica dei brani più vomitevoli di tutti i tempi (SHit Parade); la seconda i primi 100 brani più venduti cumulando tutti i tipi di supporto su cui il brano è uscito (singoli, album, compilation) e sinanche i diversi interpreti che l'hanno eseguito (Super Classifica All Time).

Il trionfo delle classifiche annuali singoli è reso completo dalle altre pagine della Top 20, tutte occupate da Top Annuali Single, rispettivamente il 2004, 1980, 2003, 2004, 2000, 1990. Non stupisce la presenza delle annate più recenti (anni 2000) ma quella del 1980 (15° posto), che dà un'idea piuttosto precisa dell'età media dei nostri visitatori: chi era adoloscente negli '80, quindi la fascia d'età che va dai 30 ai 40 anni.

Una citazione veloce per le pagine oltre la 20-esima posizione. La prima pagina non imparentata direttamente con le classifiche è quella relativa a "Cosa c'è di nuovo" (26° posto): evidentemente diversi visitatori abituali preferisce entrare nel sito da questa pagina che elenca cronologicamente gli aggiornamenti del sito, piuttosto che entrare dalla Home page.

Il Volo Charter di Christian Calabrese più letto nel mese è quello relativo alla settimana del 4 agosto 1972 (77° con 1015 letture). La monografia più letta è quella relativa a Canzoni e Calcio (79°), del buon Maurizio Targa. La discografia più letta è quella, quasi ovviamente, di Lucio Battisti (121°). La scheda del brano più letta è quella dedicata a Il Padrino (Parla più piano), al 305° posto.

Ok, fatemi sapere se questa analisi degli hit di hitparadeitalia la trovate interessante.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno, mi chiamo Furio ho 30 anni, e sono oltre che un fanatico di musica anni '80 un assiduo frequentatore del vostro sito.
Avrei lasciato un post sul blog, ma visto che sono 3 anni che ogni volta che vado sulla classifica annuale single del 1984 mi faccio la stessa domanda, ho deciso di farla a voi. Mi riferisco ad un brano in particolare:

State Of The Nation degli Industry.

E' inserito nella classifica del'84, ho spulciate anche i suoi movimenti settimanali e ho monitorizzato la sua ascesa e discesa tra il Maggio e l'Agosto dell'84.
Il fatto curioso è che ascoltando una nota radio nazionale (la quale ogni estate intermezza la musica recente con quella del passato specie degli 80s) hanno annunciato tale canzone come "Estate 1983". Effettivamente il mio ricordo personale (forse errato) è quello di questo disco riprodotto nelle radio nella così dire "colonna sonora" dell'estate 83, assieme ad altre dello stesso periodo: I Righeira con Vamos alla Playa, Gazebo con I like Chopin, Juliet di Robert Gibb. Ho indagato e trovato un sito che contiene un archivio completo su un totale di musica. Lo danno publicata nell'83 come prima faccia di un 45.
Allego il link. Potete controllare?

Furio

http://www.discogs.com/release/320971

chartitalia ha detto...

Caro Furio,
al solito, la memoria gioca brutti scherzi. Il disco è sicuramente stato pubblicato nel 1983, sopratutto in Germania, da dove è partito il sucesso degli Industry, ma in Italia è entrato per la prima volta in classifica a fine febbraio 2004, raggiungendo l'apice del successo intorno a metà maggio 2004.
Tieni presente che, come nello spirito del sito e come dichiarato dappertutto, l'anno che indichiamo sul sito è riferito a quello di maggior successo in Italia e non a quello di pubblicazione.

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.