19 aprile 2007

Il calcio all'Italia

La sciamannata banda che "governa" il calcio italiano attualmente (ma che lo governa da decenni) ha colpito ancora: si è fatta bocciare clamorosamente dall'organizzazione mondiale del pallone, facendosi battere dalla concorrenza di Polonia e Ucraina per l'assegnazione degli Europei del 2012.

La Melandri dice di prenderla sportivamente, ma c'è qualcuno che asserisce di averla vista piangere. Pare che in ballo vi fossero 900 milioni di euro che sarebbero arrivati all'Italia e che invece andranno da un'altra parte. Beh, quando si dice "all'Italia" si è forse colpevolmente un po' imprecisi: sarebbe meglio specificare di quale tra le tante caste italiane si sta parlando.

A parte questi pochi (soliti) fortunati, il resto degli italiani ci avrebbe smenato: quanti soldi pubblici ci sarebbero costati questi Europei? In termini di nuovi o rinnovamenti di stadi, di misure per la sicurezza e quant'altro. Tutti soldi ovviamente pubblici, anche di chi del calcio non si interessa minimamente, anzi lo sopporta con fastidio.

Beh, gioiamo per lo scampato pericolo.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Non posso che associarmi allo scampato pericolo (basti pensare allo scempio di Italia '90). Vi sono comunque altre considerazioni. La prima è relativa al fatto che l'Italia aveva già organizzato due volte gli europei e darle il terzo incarico in 47 anni (la prima edizione si svolse nel 1960 in URSS) sarebbe stato eccessivo. La seconda, evidenziata anche dalla ministra Melandri, è l'aspetto geopolitico (inclusione di un nuovo membro UE e apertura all'Est).
A questo si sommano le nefandezze perpetrate dalla dirigenza della FederCalcio (ancora Matarrese e Carraro, tanto per fare due nomi-simbolo), la mancanza del fattore "sistema-Paese" ed il fatto di avere enfatizzato soprattutto l'aspetto "edilizio".
In ogni caso meglio così, forse (e ribadisco, forse) si potrà fare davvero pulizia e, soprattutto, si eviteranno non soltanto lo spreco di soldi pubblici ma anche un ulteriore elemento di distrazione dai reali problemi che affligono questo povero Paese.

Antonio Paolini

Anonimo ha detto...

Ottimo. Sarebbe stato utile soltanto ad arriccchire i soliti noti.

Andrea P. ha detto...

Si è sentito tutto e il contrario di tutto; la stampa italiana parlava di certa assegnazione degli europei all'Italia, mentre la realtà dei fatti ha clamorosamente sbugiardato questa certezza.

Penso che sia stato giusto assegnare gli europei a delle realtà europee che si stanno risvegliando dopo decenni di orrore.

Cesare ha detto...

Correggo Antonio solo per un'informazione errata da lui scritta:i primi Europei di calcio si disputarono nel 1960 in FRANCIA e furono VINTI dall'URSS. OK ?

diego ha detto...

eh sì, l'Italia ha preso proprio un calcio...nel didietro

frankie ha detto...

bhè,ma mano male che non si svolgono in italia.il nostro paese non merita di vivere un avvenimento"gioioso" come questo visto il teatrino che ormai siamo diventati in ogni campo,non solo quello sportivo.quindi invece che una delusione,la mancata assegnazione all'italia dovrebbe far riflettere tutti i cittadini che forse è ora di darci una regolata visto che quelli attorno anoi non ci volgiono affidare alcunchè.e-secondo me-fanno bene

Christian ha detto...

Non c'è tanto da gioire. Siamo stati cacciati via dalla porta principale perchè "poco affidabili" e all'Italia si sono preferite due nazioni con infrastrutture quasi assenti.Tra l'altro la Polonia ha problemi anche più gravi dei nostri con i tifosi. I tifosi polacchi sono conosciuti come i più violenti in Europa, superando gli inglesi (quando sono fuori casa). Basta pensare ai danni che hanno fatto agli scorsi mondiali. In più la polonia ha clonato Calciopoli, che ha visto la retrocessione in B due squadre molto importanti.
In più - se vogliamo andare a vedere - in Polonia non hanno neanche le autostrade! Da Danzica a Donetsk, confine russo, ci sono 2000 km e solo 23 di autostrada.
Inutile fare finta di niente e dire "pericolo scampato". E' un'altra figura di merda del governicchio che abbiamo. Nel giorno in cui Usa e EU accusano il govenro italiano di intromissioni sull'economia, che Bertinotti spara cazzate sugli industriali (lui che fa le ferie a bordo del Lady Godiva di proprietà di un suo amico industriale) ci mancava anche questo calcio nel culo per completare l'opera....
non vedo l'ora che si vada a votare per farmi 4 risate !! Dio, come li odio !

frankie ha detto...

invece preferisci la tirannia di un nuovo governo berlusconi o chi per lui?non ti sono bastati i 5 anni che abbiamo appena passato a farci ridere alle spalle per le figure di merda del nostro premier vanesio?e dire che alla commissione europea è stato los tesso fini a zittire berlusconi che con le sue immonde battutite ci stava facendo fare ulteriori figuracce.come se non bastasse quella fatta con l'allora consilgiere tedesco schroder sentitosi chiamare "capò"cioè.....maddai
il solo pensiero mi dà i brividi...d'orrore.se dio veramente esiste direi che gia ci ha punito abbastanza.
cmq per il discorso sul calcio vedo che hai il dente avvelenato.lo posso capire ma se è stsata scelta la polonia un motivo ci sarà e batterà di gran lunga tutti quelli negativi che hai enunciato tu

Anonimo ha detto...

per fortuna che io ho smesso di seguire il calcio fin dai tempi dello scandalo scommesse del 1980.
Da quel momento ho solo seguito la finale dei mondiali del 1982.