07 maggio 2007

Toplist/ RHYTHM 'N' BLUES reloaded

Qualche tempo fa davamo avvio alla serie TOPLIST con l'intento di segnalare i brani-cult genere per genere, inaugurandola con la Top 10 dedicata al Rhythm 'n' Blues. A distanza di diversi mesi, abbiamo ritenuto opportuno un aggiornamento di quella prima Toplist, estendendola a 20 posizioni e, sopratutto, offrendo la possibilità di ascoltare i brani inclusi nella toplist grazie ai materiali disponibili in rete (lunga vita a YouTube). Per i commenti, si rimanda al post originario.


Le Toplist di HitParadeItalia: RHYTHM 'N' BLUES
  1. Respect - Aretha Franklin (1967)
  2. (Sittin' on the) Dock of the Bay - Otis Redding (1967)
  3. I Heard It Through the Grapevine - Marvin Gaye (1968)
  4. What'd I Say - Ray Charles (1959)
  5. I Feel Good - James Brown (1963)
  6. Land of Thousand Dances - Wilson Pickett (1966)
  7. Think - Aretha Franklin (1968)
  8. When a Man Loves a Woman - Percy Sledge (1966)
  9. Papa Was a Rolling Stone - The Temptations (1972)
  10. (You Make Me Feel Like a) Natural Woman - Aretha Franklin (1967)
  11. Reach Out I'll Be There - The Four Tops (1967)
  12. Soul Man - Sam & Dave (1967)
  13. (Your Love Keeps Lifting Me) Higher and Higher (1967)
  14. It's a Man's Man's Man's World - James Brown (1966)
  15. I Say a Little Prayer - Aretha Franklin (1968)
  16. River Deep Mountain High - Ike & Tina Turner (1966)
  17. Dancing in the Streets - Martha and The Vandellas (1964)
  18. Sexual Healing - Marvin Gaye (1982)
  19. Chain of Fools - Aretha Franklin (1967)
  20. You Can't Hurry Love - The Supremes (1966)

3 commenti:

gloucester ha detto...

La classifica è eccezionale e soprattutto sulla cinquina che sta in vetta non si discute.
Scendendo avrei trovato un posticino per Stevie Wonder - HIGHER GROUND, per esempio, visto che temporalmente si arriva fino a Sexual healing, ma ci sarebbe solo l'imbarazzo della scelta.
Colpiscono anche le assenze di Sam Cooke e di Smokey Robinson. Del primo, la mia preferita è A CHANGE IS GONNA COME; di Robinson, con i Miracles, THE TRACKS OF MY TEARS.
Di Marvin Gaye, anch'io (come un blogger del primo blog)avrei incluso WHAT'S GOING ON, preferendola a SEXUAL HEALING.
Avrei dato una chance anche alla grandissima Dusty Springfield, dal cui DUSTY IN MEMPHIS proporrei l'ovvia SON OF A PREACHER MAN, rifiutata inizialmente da Lady Soul e da lei incisa solo dopo aver sentito la versione di Dusty Springfield.
Ma ecco le due canzoni che letteralmente mi fanno venire la pelle d'oca e subito dopo piangere di felicità e che associo a una qualche forma possibile di paradiso:
WHAT BECOMES OF A BROKENHEARTED di Jimmy Ruffin e MIDNIGHT TRAIN TO GEORGIA di Gladys Knight & the Pips.
"As I walk this land of broken dreams..."

Anonimo ha detto...

gloucester per tutto il resto ci possiamo pure scannare ma sulla musica proprio no. Se un grande, a change is gonna come supera i confini della musica. Si tratta un una melodia dalla bellezza quasi mistica e ci vorranno anni prima che qualcuno riesca a comporre nuovamente qualcosa di simile.

rollingmovie ha detto...

Neanche un pezzo di B.B. King??????????????????????????????

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.