07 maggio 2007

Toplist/ RHYTHM 'N' BLUES reloaded

Qualche tempo fa davamo avvio alla serie TOPLIST con l'intento di segnalare i brani-cult genere per genere, inaugurandola con la Top 10 dedicata al Rhythm 'n' Blues. A distanza di diversi mesi, abbiamo ritenuto opportuno un aggiornamento di quella prima Toplist, estendendola a 20 posizioni e, sopratutto, offrendo la possibilità di ascoltare i brani inclusi nella toplist grazie ai materiali disponibili in rete (lunga vita a YouTube). Per i commenti, si rimanda al post originario.


Le Toplist di HitParadeItalia: RHYTHM 'N' BLUES
  1. Respect - Aretha Franklin (1967)
  2. (Sittin' on the) Dock of the Bay - Otis Redding (1967)
  3. I Heard It Through the Grapevine - Marvin Gaye (1968)
  4. What'd I Say - Ray Charles (1959)
  5. I Feel Good - James Brown (1963)
  6. Land of Thousand Dances - Wilson Pickett (1966)
  7. Think - Aretha Franklin (1968)
  8. When a Man Loves a Woman - Percy Sledge (1966)
  9. Papa Was a Rolling Stone - The Temptations (1972)
  10. (You Make Me Feel Like a) Natural Woman - Aretha Franklin (1967)
  11. Reach Out I'll Be There - The Four Tops (1967)
  12. Soul Man - Sam & Dave (1967)
  13. (Your Love Keeps Lifting Me) Higher and Higher (1967)
  14. It's a Man's Man's Man's World - James Brown (1966)
  15. I Say a Little Prayer - Aretha Franklin (1968)
  16. River Deep Mountain High - Ike & Tina Turner (1966)
  17. Dancing in the Streets - Martha and The Vandellas (1964)
  18. Sexual Healing - Marvin Gaye (1982)
  19. Chain of Fools - Aretha Franklin (1967)
  20. You Can't Hurry Love - The Supremes (1966)

3 commenti:

gloucester ha detto...

La classifica è eccezionale e soprattutto sulla cinquina che sta in vetta non si discute.
Scendendo avrei trovato un posticino per Stevie Wonder - HIGHER GROUND, per esempio, visto che temporalmente si arriva fino a Sexual healing, ma ci sarebbe solo l'imbarazzo della scelta.
Colpiscono anche le assenze di Sam Cooke e di Smokey Robinson. Del primo, la mia preferita è A CHANGE IS GONNA COME; di Robinson, con i Miracles, THE TRACKS OF MY TEARS.
Di Marvin Gaye, anch'io (come un blogger del primo blog)avrei incluso WHAT'S GOING ON, preferendola a SEXUAL HEALING.
Avrei dato una chance anche alla grandissima Dusty Springfield, dal cui DUSTY IN MEMPHIS proporrei l'ovvia SON OF A PREACHER MAN, rifiutata inizialmente da Lady Soul e da lei incisa solo dopo aver sentito la versione di Dusty Springfield.
Ma ecco le due canzoni che letteralmente mi fanno venire la pelle d'oca e subito dopo piangere di felicità e che associo a una qualche forma possibile di paradiso:
WHAT BECOMES OF A BROKENHEARTED di Jimmy Ruffin e MIDNIGHT TRAIN TO GEORGIA di Gladys Knight & the Pips.
"As I walk this land of broken dreams..."

Anonimo ha detto...

gloucester per tutto il resto ci possiamo pure scannare ma sulla musica proprio no. Se un grande, a change is gonna come supera i confini della musica. Si tratta un una melodia dalla bellezza quasi mistica e ci vorranno anni prima che qualcuno riesca a comporre nuovamente qualcosa di simile.

rollingmovie ha detto...

Neanche un pezzo di B.B. King??????????????????????????????