27 marzo 2010

Sarfatti = +Lombardia -Formigoni

Nei giorni scorsi abbiamo dedicato una vera e propria saga ai misfatti della cricca, capitanata da Firmigoni, che sta devastando la regione in cui vivo. Considerando il dominio che tale cricca ha sull'economia, sull'informazione e sulle persone, difficilmente sarà sconfitta alle prossime elezioni, e ci ritroveremo ancora per diversi anni con i ladruncoli alla Prosperini, i ladroni alla Grossi & Abelli, le cliniche modello Santa Rita, e cose così.

Ma non abbiamo che il voto a disposizione, e quello dobbiamo usare, al meglio. Usando anche il voto di preferenza, per una volta che ce lo lasciano usare, come in queste elezioni regionali.

Il blog di Chartitalia ha deciso di appoggiare, in provincia di Milano, Riccardo Sarfatti che si presenta nella lista del PD. Perchè è una scommessa, oltre che una persona perbene. E' uno dei pochi candidati al di fuori dalle logiche delle correnti. Non proviene dai ranghi dei funzionari di partito.

Termino questa breve perorazione con le sue parole che esprimono il senso della sua candidatura:
"Possiamo sfidare e battere una destra arrogante, affarista e irrispettosa dei valori costituzionali, che non merita più di rappresentarci, e che in quindici anni di potere ha costruito una cappa di intrecci e interessi che hanno soffocato i talenti e le qualità, unici ed originali, della nostra Regione."

2 commenti:

Michele ha detto...

Ah, beh, l'iniziativa sembra bella. Il problema è che ormai il Formigonladrone si è radicato ben bene in Lombardia. Comunque, io credo che fra non molto tempo le cose possano cambiare, anche se io adesso non posso ancora votare. Ma quando ne avrò la possibilità, starò dalla parte del Pd e degli antiformigoniani. Il purtroppo Premier mi ha rotto le scatole, insieme ai suoi scagnozzi!!!

Anonimo ha detto...

Che cosa tollerate solo le idee uguali alle tue? ma secondo te le tue sono informazioni? a me sembrano esclusivamente opinioni. vai a farti benedire che ne hai abbastanza necessità, e se non vuoi farti benedire dalla chiesa cattolica chiedi un po' d'acqua a D'Alema, quello che non ha mai rubato. Penni