13 ottobre 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n.40 del 12 Ottobre

Balza ai vertici della nostra classifica (che non c'è) il "singolo che fa fighissimo" Lover's Start degli How To Dress Well, seguito immediatamente da una nuova entrata, questa volta italiana, Litio dei Massimo Volume, vera e propria band di culto del rock indipendente italiano anni '90, guidati dal carismatico musicista e scrittore Emidio Clementi. Il loro nuovo album, CATTIVE ABITUDINI, esce il 15 ottobre per La Tempesta (già etichetta de Il Teatro Degli Orrori, Le Luci Della Centrale Elettrica e Tre Allegri Ragazzi Morti) e questo pezzo ben sintetizza le loro qualità in quanto a pathos e capacità poetiche.


Al solito, questa è la Top 20 completa da cui potete esprimere le vostre preferenze.



E grazie a Simone (busgat), eccovi anche la playlist dell'intera classifica. (Grazie Simone).


Questa volta i brani italiani presenti nella lista si difendono abbastanza bene: ben 5 nella Top 10. Oltre al brano dei Massimo Volume abbiamo l'ottimo pezzo degli Amor Fou dedicato al bandito (della Magliana) De Pedis, Buongiorno buonafortuna dei Perturbazione con Dente, In questo specchio degli Otto Ohm e l'agghiacciante Permettendomi artifici spontanei degli Uochi Tochi.

Al 7° posto entra un remix, firmato dal dj/produttore dubstep Breakage, decisamente superiore e più emozionante rispetto alla versione originale di Ain't Nobody, che è il singolo di debutto della giovane promessa Clare Maguire. La 22enne di Birmingham pubblicherà nel febbraio 2011 l'album di debutto LIGHT AFTER DARK, ma questo biglietto da visita è già da applauso. Per chi volesse fare un confronto, la versione originale si trova qui.

Mentre si preparano i ritorni in scena di Duffy, Adele e Amy Winehouse, la 22enne Lauren Pritchard potrebbe essere la "next big thing" del pop-soul internazionale. Nata a Jackson (Tennessee, Pritchard) ma ora residente in Gran Bretagna, la cantante e autrice pubblicherà a fine ottobre il suo primo album WASTED IN JACKSON, anticipato da un convincente biglietto da visita quale Not The Drinking che, azzardiamo, dovremmo vedere prima o poi anche nella Top 100 dei brani di maggior successo.

Cogliamo l'occasione dell'arrivo del video di Superstar (riuscitissima l'ironia sul protagonismo senza limiti di chi vorrebbe diventarne una...) per segnalare Aeroplane (già duo belga, ora progetto ridotto a un solo componente dopo l'abbandono di ...) con il singolo che anticipa l'uscita dell'album di debutto WE CAN'T FLY a fine settembre.

I No Age sono un duo losangelino di indie rock, vincitori di un grammy un paio d'anni fa. Sono ritornati con l'album EVERYTHING IN BETWEEN che viene aperto da questa Life Prowler che preferiamo al singolo ufficiale "Glitter".

Come dicono i nostri amici di Panopticon, il signor Coutu Dumont, canadese, non è un dj ma un musicista. Capace di mettere in uno stesso album (BREAKING THE FOURTH WALL) intensi studi musicali sulle percussioni, una buona preparazione jazz e funk e un'esperienza musicale cruciale in Senegal. Questa Discotheque è un pezzo quasi "ambient", con campionamenti di fiati usati in modo molto intelligente.

Gli Eels sono la creatura di Mark Oliver Everett (meglio conosciuto con lo pseudonimo di Mr. E), bizzarro compositore-musicista della Virginia trapiantato a Los Angeles. Il loro "lo-fi rock", sempre distante dalle mode del momento, non ha pretese rivoluzionarie, eppure riesce a trovare una freschezza inconfondibile. Come succede appunto nel brano che vi proponiamo, Baby Loves Me.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.39 del 5 Ottobre

4 commenti:

simone ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
simone ha detto...

Ecco, per chi la gradisce, la PLAYLIST di questa settimana:

http://www.youtube.com/view_play_list?p=73299E04724183A4

chartitalia ha detto...

Grazie Simone.
Ho inserito direttamente nel corpo del post la tua playlist.

simone ha detto...

Di niente!!!