24 novembre 2005

L'utlima ipocrisia: i nuovi Autovelox

Ieri è stata diffusa la notizia dell'installazione di nuovi "autovelox" sulle autostrade: sofisticati congegni nascosti sotto l'asfalto capaci di intercettare la velocità media su tratti di 20 Km. Qui si sta rasentando la follia.

O meglio, è in atto la più turpe delle ipocrisie avallata da governanti, mass media e tromboni vari. In nome della "sicurezza" per i cittadini, si spendono miliardi in marchingegni tecnologici più o meno sofisticati allo scopo, in realtà, di spennare indistintamente tutti gli automobilisti.

Se stesse effettivamente a cuore la sicurezza degli automobilisti impedendo il raggiungimento di certe velocità ritenute pericolose c'è un mezzo semplicissimo e a costo zero per tutti: basta fare una leggina di tre righe che asserisca: "non è consentita l'omologazione di autoveicoli che raggiungano velocità superiori ai 130 Km orari". Full stop.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Finalmente riesco a leggere in rete qualcuno che lo pensa e ha anche il coraggio di scriverlo bello evidenziato.
Che diavolo fanno le macchine che vanno a 240 all'ora se poi tanto oltre i 130 non dovresti mai andare.....?
Riguardo poi al discorso degli autovelox,mi piacerebbe che coloro che sono autorizzati e delegati ai controlli delle suddette macchine passassero molto più tempo a fare "il loro lavoro"..da molti considerato anche sporco ma pur sempre un lavoro,no?Nella zona ove vivo,in un raggio di 200-250 km vengono deliberatamente piazzati i macchinari e poi tutti in allegria al bar vicino o al pub a farsi la birra e il caffè.Passano un paio d'ore,quello che la macchina(ben nascosta dietro la siepe o il cartello più difficile da vedere)ha scattato ha scattato.Si risale in macchina e via,la serata l'hanno fatta.Applausi.

Anonimo ha detto...

La funzione delle forze dell'ordine (Polizia, Vigili Urbani, Carabinieri etc) dovrebbe essere quella di prevenire i crimini, e nella fattispecie, le violazioni del codice della stada nell'interesse del cittadino (siamo noi a pagarli no?).Ebbene la messa in opera di Autovelox, macchine fotograficche ecc, senza la presenza di un agente ottengono l'unico scopo di far pagare multe salatissime.....magari agli eredi perchè se io vado a 200 Km/h l'Autovelox mi fotografa ma io ho buone probabilità di ammazzarmi e di ammazzare altra gente.Ma a chi importa?!!!

Anonimo ha detto...

Balzelli... solo balzelli....
Lo dimostra il fatto che le multe vengono contestate mesi dopo, che molti comuni hanno messo a budget i ricavi, che gli autovelox sono spesso installati in aree con limiti assurdi....etc etc etc.
LA PREVENZIONE SI FA IN UN ALTRO MODO.

Anonimo ha detto...

Io sono un motociclista e per nostra natura siamo i più vulnerabili, non tanto perché amiamo correre, ma soprattutto perché quasi tutte le moto moderne hanno caratteristiche meccaniche e prestazioni eccezionali e ben al di sopra di qualsiasi limite stradale, conservando comunque un ottimo livello di sicurezza.
Per il più economico quadricilindrico accelerazioni da 0-100km/h in meno di 4 secondi sono la norma.
Fortunatamente le autostrade e le superstrade dritte sono quelle meno amate e meno frequentate, ma ormai i motociclisti sono dei sorvegliati speciali, ma soprattutto degli ottimi bersagli.

Dobbiamo metterci in testa che i tagli economici dello stato attraverso le regioni ai comuni stanno obbligando questi ad investire in strumenti che aiutino a battere cassa.
L'autovelox in Italia non è mai stato uno strumento di educazione, ma uno strumento per risanare bilanci comunali disastrati.

Ho avuto in passato le mie piccole vittorie durante alcuni ricorsi, ma vincere diventa sempre più difficile e il consiglio che do a chi vuole intraprendere ricorsi e non provare mai a volere dimostrare qualcosa da soli, ma appellarsi sempre a precedenti esistenti.

E poi un appello a tutti gli automobilisti e motociclisti alla solidarietà.

Segnalare sempre, con gesti, lampeggi e quant'altro una postazione velox. Aiutarcisi a vicenda contro queste nuove truffe legalizzate.

Telekoma ha detto...

...molto rumore per nulla... basta non sorpassare i limiti... e niente foto... provate a fermarvi a 60 all'ora se un bambino attraversa in pieno centro senza guardare... oppure a 150 se la macchina davanti a voi tampona il camion che la precede in autostrada. Siete i soliti che viaggiano a 15 metri dal sedere della vettura davanti.... la prossima volta che guidate fateci caso... anche a 50 all'ora... MEDITATE GENTE, MEDITATE!

skunky37 ha detto...

R I B E L L I A M O C I !!!!!!

fate come faccio io:

viaggio da diversi mesi con una bomboletta di vernice spray nera nel portabagagli della mia auto.Ogno volta che ho la s/fortuna di imbattermi in una di queste "macchinette" (facendo attenzione alle forze dell'ordine) scendo dall'abitacolo e in 5 secondi metto "A TACERE" il dispositivo incriminato. Come????
beh basta spruzzare per pochi secondi la vernice sulle cellule che rilevano la velocità (due frontali e una laterale).
Spero che altri automobilisti adottino il mio sistema, è una forma di collaborazione nei confronti di altri automobilisti "fast" che non diventeranno "furious" nel vedersi recapitata la multa.
per chi invece non se la sentisse......beh, segnalate sempre, con gesti, lampeggi e quant'altro una postazione velox.

Aiutarcisi a vicenda contro queste nuove truffe legalizzate è dovere morale di ogni Italiano!!!


....ANNERITE GENTE, ANNERITE!!!!

Anonimo ha detto...

Su AUTOVELOXITALIA.GOOGLEPAGES.COM ci sono 10.000 tra autovelox photored e sorpassometri tutti su mappa google, ricercabili per indirizzo geografico

Anonimo ha detto...

Su questo blog http://cittadiniromani.blogspot.com/ sono riportate alcune interessanti interrogazioni parlamentari che trattano di queste tematiche. Visto che da quanto si legge sono state presentate poco tempo fa ora bisogna vedere cosa risponderà il Governo e soprattutto quali iniziative intende intraprendere a riguardo!

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.