26 aprile 2006

Hit Parade delle città dove si vive meglio

La società americana Mercer Human Resource Consulting pubblica ogni anno la classifica delle città dove la qualità della vita è più alta, prendendo in considerazione 39 parametri quali condizioni socio-politiche, ambientali, di libertà personali, medico-sanitarie, scolastiche, alimentari, abitative e climatiche. Questa è la Top 20 relativa al 2006 (tra parentesi il punteggio attribuito, prendendo come base New York = 100).
  1. ZURIGO, Svizzera (108.2)
  2. GINEVRA, Svizzera (108.1)
  3. VANCOUVER, Canada (107.7)
  4. VIENNA, Austria (107.5)
  5. AUCKLAND, Nuova Zelanda (107.3)
  6. DUSSELDORF, Germania (107.2)
  7. FRANCOFORTE, Germania (107.0)
  8. MONACO, Germania (106.8)
  9. BERNA, Svizzera (106.5)
  10. SYDNEY, Australia (106.5)
  11. COPENHAGEN, Danimarca (106.2)
  12. WELLINGTON Nuova Zelanda (105.8)
  13. AMSTERDAM, Olanda (105.7)
  14. BRUXELLES, Belgio (105.6)
  15. TORONTO, Canada (105.4)
  16. BERLINO, Germania (105.1)
  17. MELBOURNE, Australia (105.0)
  18. LUSSEMBURGO, Lussemburgo (104.8)
  19. OTTAWA, Canada (104.8)
  20. STOCCOLMA, Svezia (104.7)
Come si vede, le città svizzere e nord-occidentali sono quelle che spopolano in classifica, seguite da alcune città australiane. Oltre i primi 20, da segnalare New York al 46° posto e Milano al 51°; la classifica viene chiusa da Bagdad con uno score di 14. A prima vista la classifica lascia un po' perplessi (insomma, possibile che il massimo della attuale epoca venga espresso dalla Svizzera!!? E che la città a più alta qualità di vita in Italia sia l'asfittica Milano?).

Dopodichè, riflettendo su chi sono gli autori della classifica, il tutto risulta un po' più chiaro: si tratta di una società di consulenza per gli Uffici del Personale delle grandi multinazionali americane. Insomma, quelle che hanno il problema di mandare all'estero i propri dipendenti e che, in qualche modo, devono compensarli per il diminuito livello di vita rispetto a dove risiedono abitualmente. Stile di vita, ovviamente, in standard puramente americano.

Risulta piuttosto sospetta la totale assenza dai primi posti della classifica di città francesi o spagnole. Insomma, va contro il comune senso del pudore affermare che a Milano si viva meglio che a Barcellona o a Parigi, o sinanche a Nizza. Bah...

"Schede Elettorali" Compilation
  1. Antonello Venditti: CENTOCITTA'
  2. Liza Minnelli: NEW YORK NEW YORK
  3. Edoardo Bennato: MA CHE BELLA CITTA'
  4. Danny Kaye: WONDERFUL COPENAGHEN
  5. Vasco Rossi: COSA SUCCEDE IN CITTA'
  6. Jacques Brel: AMSTERDAM
  7. Giorgio Gaber: COM'E' BELLA LA CITTA'
  8. Gino Paoli: A MILANO NON CRESCONO FIORI

2 commenti:

Anonimo ha detto...

mahhh!!!!!

Anonimo ha detto...

io vivo a Milano da qualche anno e ci ho sempre vissuto benissimo. E' solo una città che non si sa valorizzare, ma molto meglio di tante tante altre. Riguardo al confronto con le altre città italiane, un esempio su tutti:il sistema dei trasporti, che altre città italiane possono solo invidiare.

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.