03 febbraio 2007

Hit Parade Brani/ Settimana n.05 del 2007-02-03

Classifica dei brani di maggior successo della settimana n.05, relativa al periodo dal 21 al 27 gennaio 2007. Al 1° posto ancora Window in the Skies degli U2.

Classifica Brani, Settimana n.05 - 2007
(cliccando sul titolo, si aprirà una nuova finestra dove viene eseguito il video clip del brano).

PosPos-1TITOLOINTERPRETEScore
11Window in the skiesU2100
23PatienceTake That90
32Gli ostacoli del cuoreElisa feat. Ligabue73
44Io cantoLaura Pausini70
55All good things (come to an end)Nelly Furtado feat. Zero Assoluto62
69Snow (Hey Oh)Red Hot Chili Peppers46
76Ed ero contentissimoTiziano Ferro46
8^Basta pocoVasco Rossi43
97OcchiZucchero42
1017Diras que esoy locoMiguel Angel Munoz35
1111I don't feel like dancin'Scissor Sisters34
1218Eppure sentire (Un senso di te)Elisa34
1315JumpMadonna32
1414She's MadonnaRobbie Williams feat. Pet Shop Boys32
1513Rock this party (Everybody dance now)Bob Sinclar feat. Cutee B30
168InstabileNek28
1712The saints are comingU2 & Green Day28
1821Rock steadyAll Saints26
1919PromiscuousNelly Furtado feat. Timbaland26
20^SpaccacuoreLaura Pausini25
21^Thinking about youNorah Jones25
2210IllegalShakira feat. Carlos Santana24
2325I still haven't found what I'm looking forCoco Freeman feat. U224
2427Arnold LayneDavid Gilmour23
25^Almeno tu nell'universoElisa23
2623Proper educationEric Prydz vs Floyd23
2720Ti scatterò una fotoTiziano Ferro23
2824Different worldIron Maiden23
29^Stai bene come staiLe Mani22
3016CambieràNeffa21

LEGENDA: Il simbolo ^ denota i brani non presenti nella settimana precedente. L'ultima colonna rappresenta un indicatore che misura relativa di un successo di un brano, posto uguale a 100 quello in prima posizione E' disponibile una nota metodologica che illustra i criteri utilizzati per l'elaborazione della classifica.

Due le novità principali di questa settimana. La prima riguarda l'uscita di classifica di un brano ininterrottamente presente dallo scorso Luglio: Sei parte di me degli Zero Assoluto, sicuramente gli interpreti di maggior successo dello scorso anno. Non sappiamo quanto sarà duraturo tale successo e neanche facciamo il tifo nè a favore nè contro il gruppo italiano; solo, troviamo giusto che alcuni anni siano caratterizzati da un determinato interprete piuttosto che da un altro. Mediocrità per mediocrità, tanto vale alternarla e non trovarsi a lamentarsi sempre delle stesse facce...

La seconda novità di interesse è l'ingresso in classifica (8° posto) dell'ultimo singolo di Vasco Rossi, Basta poco. Beh, chiamarlo "singolo" in realtà è un po' improprio: non esiste alcun supporto fisico che lo contenga, a meno che non sia il vostro iPod, lettore mp3 o hard disk che sia. Il brano infatti è stato messo in vendita esclusivamente in formato digitale e lo si può acquistare solo in rete. Da buon furbastro qual è, il "rocker" emiliano ha capito prima degli altri (anche se con il suo buon ritardo) da che parte tira il vento e si è lanciato in dichiarazioni un po' spericolate che lasciano il tempo che trovano (visto che contemporaneamente il fanciullo ha invaso i negozi di dischi con tonnellate di compilation, dvd et similia): "Sono un po' stanco di fare degli album, vorrei fare una canzone alla volta. Che magari ti scarichi da iTunes e la inserisci nella tua playlist. Chissà quante playlist hai tu? Da ora in avanti te lo costruisci tu un album". Infatti, cosa che in realtà i fruitori di musica già fanno da circa un decennio. Tra l'altro, questa nostra classifica centrata sui brani piuttosto che sul supporto fisico di distribuzione, unica del genere in Italia, è nato lo scorso anno giusto per riflettere la perdita di importanza del supporto fisico. E visto che le classifiche tradizionali continuano ad essere compilati con criteri vecchi, ci siamo decisi noi a metterla su.

Dal punto di vista squisitamente musicale, "Basta poco" prosegue l'involuzione artistica del 55-enne "rocker" di Zocca: musicalmente di una banalità totale. L'usuale "provocarietà" risulta altrettanto banale: chi volete che si senta "provocato" da affermazioni qualunquistiche e/o trite quali: "basta poco a fare impressione basta andare in televisione che la gente subito ti riconosce per strada si fa presto a montarsi la testa". O anche i meravigliosi versi: "basta poco per esser furbi basta pensare che son tutti deficienti". Eh già Vasco, dopo aver scoperto questa profonda verità,

Va beh, veniamo alla nostra (personale) segnalazione del "meglio" e del "peggio" in classifica. Ah, un'esortazione, oltre a manifestare il vostro dissenso sulle nostre scelte, segnalate quelle che sono le vostre scelte.

I MEGLIO
  1. Promiscuous - Nelly Furtado feat. Timbaland
  2. I Don't Feel Like Dancin' - Scissor Sisters
  3. Gli ostacoli del cuore - Elisa feat. Ligabue
  4. Eppure sentire (Un senso di te) - Elisa
  5. Norah Jones - Thinking About You

I PEGGIO

  1. Instabile - Nek
  2. Madonna - Jump
  3. Miguel Angel Munoz - Diras que esoy loco
  4. Iron Maiden - Different World
  5. Vasco Rossi - Basta poco
Alla prossima.

Classifica settimana precedente: Hit Parade Brani/ Settimana n.04 del 27/01/07

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciò che più mi sorprende di questa chart è il sesto posto dei red hot chili peppers. Considerando lo smisurato numero di passaggi su mtv, dovrebbero essere primi con un distacco simile a quello tra federer e nadal. se così non è, probabilmente ho ragione a considerarli scarsi.

Cmq...volevo domandare un paio di cose:

L'esperimento del "paso doble" si è già concluso?

Esiste da qualche parte una classifica dei migliori e peggiori musicisti italiani? Perchè dubito che basti leggere la "shitlist" al contrario". Grassie.

chartitalia ha detto...

beh, interessante l'osservazione sui red hot chili peppers; effettivamente sono nei primi 3 posti della chart video play da oltre un mese e nonostante il bombardamento il brano vivacchia in classifica: concordo, anche a me i red hot non mi hanno mai entusiasmato

per il paso doble, dipende da voi: se viene molto richiesto perchè no...; in realtà l'abbiamo sospeso perchè preferiamo "litigare" dietro le quinte piuttosto che sul blog...

per le classifiche, quelle dei "migliori" ce ne sono diverse in giro, meno quelle dei "peggiori"; il problema in questi casi è definire migliore e peggiore in base a quale criterio? per le vendite è (relativamente) facile, per altri criteri interviene pesantemente il gusto personale; tu quale criterio proponi?

Anonimo ha detto...

Propongo la media voto. Ogni elemento del vostro staff, potrebbe divertirsi a recensire e votare la discografia dei vari musicisti per poi, in base alla media voto, determinare la classifica dei migliori. Per evitare pari merito si potrebbero usare i decimali, oppure favorire quegli interpreti, che mediamente propongono opere superiori ad una determinata soglia qualitativa. Un lavoro capace di mettere daccordo diversi gusti soggettivi è quasi certamente un buon lavoro.

Altra cosa. Oltre che dal punto di vista storico, questo sito scruta la musica anche nel suo lato critico.
Avete mai pensato di proporre un disco al mese, o a settimana, come ad esempio succede su ondarock?

Infine; non so per gli altri ma io il "paso doble" l'ho trovato interessante e poi la folla, su determinati argomenti quali politica o certi suonatori, sembra si infiammi...

chartitalia ha detto...

beh, guarda che il criterio della media dei voti tra i componenti dello staff è esattamente quello che facciamo per valutare i brani annata per annata; di queste "votazioni" c'è un ampio resoconto nei vari articoli della serie Hit Anno per Anno (qui ti segnalo quello relativo al 1998: http://chartitalia.blogspot.com/2006/11/hit-anno-per-anno-1998.html)

1 saluto

Anonimo ha detto...

Le sezioni delle hit anno per anno le ho visitate tutte, dai giorni nostri al 1980; e prossimamente farò lo stesso con i 2 decenni precedenti. Anzi semmai sarà indetto un premio per il maggior visitatore...ricordatevi di me :P
Quello che intendevo è una chart nominale...ossia...per esempio...Jannacci è mediamente migliore dei dik dik..e via dicendo...ammesso che si possa dire e fare ovviamente.
ricambio il aluto