01 marzo 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n. 8 del 1° Marzo

Non c'è dubbio. Tra i brani che vi proponiamo settimanalmente quelli italiani sono quelli che trovano il vostro favore, come confermato dalle votazioni della scorsa settimana che hanno portato nelle prime 4 posizioni: Buio e Luce de La Fame di Camilla, La sera di Morgan, Parlami per sempre dei Sick Tamburo e Pret-a-porter dei Lemmings. I primi due abbandonano questa Hit Parade che non c'è ed entrano nella Hit Parade che c'è, la Top 100 dei brani di maggior successo (che pubblicheremo domani).

Ma intanto eccovi la Top 20 completa, da cui potete votare direttamente i vostri preferiti, mentre più giù trovate il player per poter ascoltare l'intera playlist.




I Sick Tamburo sono ancora in testa alle nostre preferenze ma ora sono tallonati da uno dei pezzi più godibili degli ultimi tempi, Back It Up della cantante jazz olandese Caro Emerald: impossibile restare fermi nell'ascoltarlo. Intanto è giù uscito il suo secondo singolo, altrettanto godibile e che presumibilmente vederemo presto in queste pagine.

Uno sguardo alle nuove entrate. La più alta è Hide Me del gruppo newyorkese Golden Filter (di cui abbiamo appena finito di proporre un altro bel pezzo, "Thunderbird"). Divertente il video ufficiale, occupato interamente dallo striptease di due adolescenti "travolgenti".

Altra nostra "vecchia" (si fa per dire, è una debuttante pressochè assoluta) conoscente è Ellie Goulding ("Under The Sheets"), pluripremiata dai critici musicali al 2010 BRIT Awards, di cui proponiamo Starry Eyed, secondo singolo estratto dal suo album di debutto, LIGHTS.

Al 15° un brando d'atmosfera di quelli che piacciono (forse solo) a chi vi scrive: Melt della californiana Simone Nicole che dichiara di avere tra le sue influenze: Chopin, Billie Holiday, Tom Waits, Hank Williams, Lightnin' Sam Hopkins, Cesaria Evora, Rene Magritte, Nick Cave, Henry Miller, Satie, Howlin' Wolf, Gram Parsons, David Lynch, Brigitte Bardot, Henri-Cartier Bresson, Godard, Egon Shiele, Elvis Presley, Townes Van Zandt, Mississippi Fred McDowell, Gershwin, Luis Bunuel, Johnny Cash, Marilyn Monroe, Serge Gainsbourg (scusate se è poco). Il pezzo è languido ed intrigante. Quasi come Under Your Spell del trio nord-americano Desire, capitanato dalla intrigante vocalist Meghan Louise.

Attivi dal 1994, e giunti al loro quinto album in studio dopo diverse reincarnazioni, proponiamo questa Natural Selection, primo estratto da WHERE DID THE NIGHT FALL, in uscita il 10 maggio. Infine, bis per il gruppo po-rockettaro francese, interamente al femminile, delle Plastiscines che dopo il successo di Barcelona tenta il bis con questa Another Kiss.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.7 del 22 Febbraio

Nessun commento: