22 marzo 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n.11 del 22 Marzo

Premesso che quelli che votano l'attuale centro-destra mi fanno schifo, prime tre posizioni immutate nella nostra classifica che non c'è (ma che ci piacerebbe ci fosse), ad iniziare dalla n.1 A sangue freddo de Il Teatro degli Orrori. Vi ricordiamo che questa è la settimana decisiva per portare al n.1 questo pezzo, in contrapposizione al vincitore di Amici, come dettagliato in questo post.

Al solito, iniziamo con la Top 20 completa, da cui potete votare direttamente i vostri preferiti, mentre più giù trovate il player per poter ascoltare l'intera playlist.




Sette le nuove entrate di questa settimana. La più alta è di un gruppo italiano, livornese per la precisione, i Virgiana Miller, di cui è appena uscito il loro settimo album, IL PRIMO LUNEDI' DEL MONDO, da cui vi proponiamo il primo estratto "ufficiale" Acque sicure il cui videoclip contiene scene inedite dal film "La prima cosa bella" dell'altro livornese Paolo Virzì.

E visto che stiamo parlando di musica italiana, Testamento biologico è uno splendi pezzo di Micol Martinez, cantautrice milanese con all'attivo numerose collaborazioni che vanno da Max Gazzè a Cristina Donà, da Dave Muldoon a Garbo a Cesare Basile. Recentemente è uscito l'album COPENAGHEN, il suo primo disco da cui è tratto questo singolo, ammirevole se non altro per il coraggio di prendere posizioni su tematiche del genere, di questi tempi bui (il brano è comunque molto bello).

Ed a proposito di Max Gazzè, trona a farsi vivo ad un paio d'anni dall'imprevisto exploit de "Il solito sesso", sempre sensibile e raffinato. Mentre dormi anticipa il suo nuovo album in arrivo ad aprile, e farà parte della colonna sonora del film diretto da Rocco Papaleo "Basilicata coast to coast", che lo vedrà tra gli interpreti insieme ad Alessandro Gassman e Giovanna Mezzogiorno.

Bom The Bass è il nome con cui vengono rilasciati i progetti del Dj/Produttore Tim Simenon, vecchia volpe del music business britannico (Depeche Mode, Sinead O'Connor, tra gli altri). E da quelle parti, la cultura pop, condita di dance ed elettronica ormai fa parte del loro DNA, come conferma questa godibile Boy/Girl.

Ha già più di un anno alle spalle, ma vista l'attenzione che i suoi autori -i francesi Nôze- hanno guadagnato grazie alla collaborazione con Riva Starr in "I Was Drunk" (incredibilmente giunta nei nostri Top 100), si potrebbe forse proporre la riscoperta di uno dei gioiellini presenti nel loro album SONGS ON THE ROCKS, cioè la deliziosa -romantica ma ultra-moderna- Danse Avec Moi, che si avvale anche del contributo vocale di Dani Siciliano.

Un oscar per il videoclip (oltre che per la costante bravura) lo meriterebbero gli Hot Chip, insieme al regista Peter Serafinowicz, per l'esilarante realizzazione di I Feel Better, in cui appaiono solo brevemente nel finale, prima sostituiti da una "boy band" in playback e da un personaggio inquietante da ogni punto di vista (una versione inglese di Minzolini?). Anche la genesi del brano (il secondo estratto dal recente album ONE LIFE STAND) è bizzarra: pare che l'ispirazione per la canzone sia arrivata a Joe Goddard (che insieme ad Alexis Taylor è la "mente" della band) dopo aver visto cantare la famigerata Susan Boyle in televisione e modificando la partitura d'archi di "I Dreamed A Dream", la canzone dal musical Les Misérables che è divenuto un cavallo di battaglia della cantante scozzese. Taylor ha aggiunto il ritornello, ispirandosi a sua volta a "La Isla Bonita" di Madonna. Il risultato è una delle loro produzioni più immediate ed emozionanti finora.

Infine, per l'angolo del caro estinto, Valleys of Neptune di Jimi Hendrix: è incredibile che ad oltre 40 anni dalla sua morte continuino ad uscire dischi a lui intestati.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.10 del 15 Marzo

1 commento:

Dan Balan ha detto...

Posso proporre You and I della cantante Medina?