16 settembre 2010

Non sei poi così furbo/ Lega Ladrona

La Falsa Credenza: La Lega fa gli interessi delle popolazioni del Nord Italia.

La Verità: La Lega è un partito razzista e xenofobo che in 20 anni di potere a tutti i livelli ha causato un arretramento del tenore di vita al Nord. Rappresenta l'incarnazione dei peggiori partiti della Prima Repubblica, compresa la simpatica abitudine alle ruberie ed al malaffare.

Sono oltre 20 anni che la Lega gestisce tutti i tipi di potere: dai comuni delle valli lumbard a quello di Milano (ve lo ricordate il disastro Formentini?), da province e regioni sino a ministeri nazionali. E sono più di 20 anni che questi imbonitori menano il can per l'aia promettendo un futuro radioso per le popolazioni del Nord che hanno invece ottenuto solo perdita del potere d'acquisto, desertificazione del tessuto industriale e produttivo, un aereoporto internazionale costato uno sproposito e sull'orlo del fallimento. E tasse su tasse su tasse. Oltre a quel dito alzato lì.

Sarebbe anche ora di finirla e di chiedere loro il conto di tutte le promesse mancate, della loro assoluta incapacità di produrre risultati, del loro razzismo becero. E delle loro ruberie. Perchè la Lega rappresenta la reincarnazione dei peggiori partiti della Prima Repubblica. E senza neanche avere il senso dello Stato che diversi esponenti del vecchio regime democristiano avevano.

Vabbe', visto che il lavoro sporco tocca sempre a noi farlo, inauguriamo questa nuova serie di post in cui ci limiteremo ad elencare le malefatte di questo partito la cui ascesa è coincisa curiosamente con il degrado dell'intera nazione,e del Nord in particolare.

Stay tuned.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Un leghista direbbe che questo articolo è stato scritto da un meridionale, comunista, di professione statale, oppure pensionato falso invalido o forestale calabrese.
Fuori dalle polemiche, la lega interpreta un malessere del nord, che fa il paio con la giusta rabbia del popolo meridionale, dimenticato dallo stato. E non è un buon servizio alla democrazia etichettare le opinioni altrui come razziste, xenofobe e quindi inaccettabili... All'interno del movimento leghista vi sono molte anime, come del resto in ogni movimento che parte dal basso, ma è un errore demonizzare un grande partito che sta fagocitando dopo la sinistra (che al nord non esiste quasi piu) anche la destra. A proposito di democrazia: sono sicuro che questo post verrà cestinato, con la scusa che non rispetta la netiquette...

Giorgio

ForestOne ha detto...

Beh, mi sembra il posto giusto per segnalare una bella stortura "ad-aziendam" che si va perpetrando da anni e che permette un canale di finaziamento formidabile alla Lega Nord.
Si tratta della Legge 448/2001, art. 74 che permette alle Radio Comunitarie
con concessione Nazionale (ovvero SOLO DUE: Radio Padania e Radio Maria), di poter accendere sul territorio nazionale nuovi impianti (addirittura con silenzio-assenso!!!), purchè non interferenti con altri preesistenti, fino al raggiungimento di una copertura del 60%. Le nuove frequenze attivate dopo 90 giorni divengono PROPRIETA' della radio che le ha attivate, con la possibilità così di essere rivendute.
Ed è proprio questo che sta facendo DI CONTINUO Radio Padania: accende frequenze a tutto spiano, attende i 3 mesi (se va bene...) e le rivende a prezzi di mercato soprattutto a radio commerciali nazionali (molto spesso a R101, guardacaso l'emittente della Mondadori che ha enormemente accresciuto la copertura), incamerandone totalmente l'incasso, evidentemente facendo in modo da rimanere sotto la soglia del 60% di copertura.
Radio Maria, l'altra interessata dalla Legge ad-aziendam invece non pare così attiva (probabilmente perchè la sua copertura è capillare e maggiore del 60% previsto dalla legge). LA LEGGE RIGUARDA, DI FATTO, LA SOLA RADIO PADANIA!!!
Questo "mercimonio" personalizzato si sta protraendo da anni con centinaia di frequenze comprate e vendute, nel più completo silenzio dei parlamentari (e questo è davvero scandaloso: SVEGLIA!) e dei media, mentre le casse leghiste si rimpinguano.
Oltretutto, come se non bastasse, con il comma 218 (radiofonia) alla
Finanziaria per il 2005, approvata nel dicembre 2004, si introduce lo
stanziamento di 1 MILIONE DI EURO annui per il potenziamento delle emittenti Comunitarie Nazionali... Con la Lega che sbraita a Roma ladrona...
Non trovate che sarebbe arrivata l'ora di denunciare 'sto schifo?

chartitalia ha detto...

@Giorgio:
Che noia. Un frate indovino che non ne azzecca una neanche per sbaglio.

Vivo da oltre 35 anni tra Milano (ora) e Torino (prima), lavoro in una multinazionale ed, ahimè, mi mancano troppi anni ancora per la pensione. Ah, come dicevo qualche post fa, ho anche votato Lega 15 anni fa, ma era il periodo in cui il celebrityleso dava del mafioso al nonnetto brianzolo. COme vedi, la tua capacità di analisi e di lettura di quello che hai di fronte è piuttosto scarsa.

Vedo che sei completamente imbevuto di propaganda, da non riuscire ad immaginare che in queste brughiere vi sia gente che non sopporti i buzzurri della Lega (ovvio che vi sia gente perbene, o meglio dabbene tra chi vota lega, ma mi riferisco al legaiolo quadratico medio, o meglio ancora, agli esponenti più rumorosi della Lega che vengono votati da qualcuno).

Ti informo comunque che la Lega è minoranza nello stesso Nord e si si facesse un referendum sulla secessione tra le popolazioni del Nord verrebbe bocciato clamorosamente.

L'unica cosa che sa fare bene la lega è la propaganda chiassosa buona per gonzi disinforamti che si bevono qualunque cagata, mentre i risultati sono quelli di cui parleremo nelle prossime puntate: il disastro di Malpensa, il tessuto industriale smantellato con fabbriche su fabbriche che chiudono, il potere d'acquisto massacrato, e le ruberie dei legaioli.

Infine spassosa la cosa che il razzismo è solo una opinione: guarda che l'unica cosa che può essere razzista è giusto un'idea, un'opinione. Cos'altro?

E poi, che noia questa cosa di difesa ad oltranza dei legaioli: non riuscendo a rendere conto dei continui fallimenti e delle incapacità di realizzare obiettivi della Lega, se la si prende con la parte avversa. Non ho alcuna difficoltà ad ammettere che l'attuale dirigenza del PD è del tutto inadeguata. Ma ciò non c'entra niente con quello di cui si sta parlando: la totale inettitudine della Lega a difendere gli interessi dei cittadini del Nord, e gli unici interessi che persegue sono quelle delle sue classi dirigenti, che si ingrassano.

chartitalia ha detto...

@ForestOne:
ottima segnalazione forest; mi manderesti qualche link di documentazione al riguardo che ci l'aggiungiamo ai post che avevo intenzione di mettere giù riguardo alle ruberie della Lega? o meglio, hai voglia di svilupparlo tu stesso (anche se va bene quasi così com'è)

Capitan Lurk ha detto...

A proposito del presunto razzismo della lega, intorno alla "magica" stagione della caduta del primo governo Berlusconi, mio nonno, latinense come me, anzi lui littoriano, aveva quasi intenzione di votare per Bossi. Però non lo fece perché semplificò: "Bossi dice che i terroni devono stare a casa, se avesse detto che ognuno deve stare a casa sua l'avrei pure votato". Chissà se anche altre eprsone la pensavano così...

Anonimo ha detto...

ma possibile che ognuno non possa liberamente votare cio che vuole..ma debba sempre dire merda dell'altra parte politica....e' questa la differenza tra chi vota destra e sinistra (sul centro o presunto tale lasciamo perdere).Chi vota destra vota e non dice merda di chi vota a sinistra (tranne Berlusconi che vive in un altro pianeta)...mentre quelli della sinistra dicono e buttano sempre spalate di merda su quelli della destra (Lega=morte)....e pensasero intanto a riorganizzarsi che facendo come le ultime uscite di Veltroni..non fanno altro che fare il gioco del Berlusca...sveglia criticoni e tutti a lavorare!