05 luglio 2006

Ma che schifo quelle magliette

D'accordo, siamo nella finale del campionato mondiale di calcio. D'accordo, abbiamo battuto, con merito sportivo, i padroni di casa tedeschi, mai stati così antipatici dopo gli attacchi a pizza e mammismo italiota. Ma che schifo quelle magliette indossate dalla nazionale italiana.

Solo qualche genio del kitsch poteva disegnare una maglia che simula dei nauseabondi aloni di sudore sotto le ascelle, in più a forma di toppe. Ed a completare l'obbrobbrio, un azzurro di una cupezza tetra. Oltre alle tante cose di cui vergognarsi, il calcio italiano aggiunge anche queste orrende magliette. Ma non eravamo famosi per il nostro buon gusto?

E chi sono gli autori dell'obbrobrio delle magliette pre-sudate? Pare il duo lombardo-siculo Dolce & Gabbana, che già mi stavano sul culo ben da prima. A confermarmi che attualmente il peggio dell'Italia, nella moda così nella politica, arriva dalla Lombardia e dalla Sicilia.

"Ma che schifo quelle magliette" Compilation

Pandemonium: TU FAI SCHIFO SEMPRE
Alessandro Canino: BRUTTA
Nicola Maldacea: 'NU BRUTTO NATURALE
Little Tony: AZZURRA
Toto Cutugno: AZZURRA MALINCONIA
Nada: DOLCE PIU' DOLCE
Adriano Celentano: DOLCE ROMPI
Nino D'Angelo: 'NU JEANS E 'NA MAGLIETTA
Herbert Pagani: LOMBARDIA
Ennio Morricone: IL CLAN DEI SICILIANI

7 commenti:

Andrea ha detto...

Concordo pienamente, ormai più che azzurro sembra blu imperiale; se non fosse per i calzettoni direi che ormai la maglia è identica a quella dei francesi, ma almeno loro si chiamano "bleus" non a caso.

Un bel ritorno alle origini proprio no?

Anonimo ha detto...

Le divise da gioco della nazionale italiana (magliette, pantaloncini e calzettoni) oltre alle altre divise "tecniche" (maglie da allenamento, tute, ecc.) sono prodotte dalla PUMA, fornitore (tedesco) della Nazionale. Le divise di D&G sono quelle di "rappresentanza", cioè abiti, camicie e cravatte.

oguas ha detto...

La cosa più orribile delle magliette, a mio avviso, sono i nomi dei calciatori scritti senza maiuscola. Avevano paura di spendere?
Comunque hai dimenticato il Veneto. Niente fa più schifo del Veneto! Te lo dice uno che è veneto da cinque generazioni.

oguas ha detto...

La cosa più orribile delle magliette, a mio avviso, sono i nomi dei calciatori scritti senza maiuscola. Avevano paura di spendere?
Comunque hai dimenticato il Veneto. Niente fa più schifo del Veneto! Te lo dice uno che è veneto da cinque generazioni.

Anonimo ha detto...

A fronte di tanto scempio, propongo di liberalizzare anche il comparto dell'haute couture. Altrimenti che vengano stanziati denari per acquisire stock delle suddette magliette, da distribuire ai tassisti in sciopero, che se con le camice pezzate non ci fanno una bella figura a mobilitarsi....vuoi mettere con le magliette della Puma?

ichwerdenicht

Anonimo ha detto...

innanzi tutto quasi tutto iol mondo ci invidia le nostre maglie perchè sono originali e non le classiche monotone maglie tutte uguali. e poi se ci fai caso risaltano i fisici dei nostri campioni!

Anonimo ha detto...

Niente da dire! Le maglie campioni del mondo fan schifo! Di azzurro non hanno un bel niente. E' un blu Inter che non fa troppo onore all'Italia con l'aggiunta del nero sotto le ascelle! Nostalgia canaglia dei veri azzurri dell'82: veri uomini con vere maglie dell'Italia...non quelli di oggi!

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.