21 luglio 2006

Diamo a Silvio quel che è di Silvio

Tra le tante malefatte del governo del presidente del Milan e lasciate in eredità all'attuale, una delle più nefande è la legge Gasparri, con il corollario di scelte sul Digitale Terrestre.

Ora l'Italia dovrà spiegare alla Commissione Europea come rimediare ai vantaggi dati agli operatori dominanti della Tv con l'introduzione della tv digitale. La cosa più "imbarazzante" da spiegare dovrebbe essere perchè, tra i maggiori beneficiari della vicenda Digitale Terrestre, c'è una società di proprietà di Paolo Berlusconi, fratello minore del Silvio, che ha beneficiato spudoratamente dei soldi pubblici (nostri) elargiti dal governo precedente per l'acquisto dei decoder.

"Diamo a Silvio" Compilation

Bob Dylan: SILVIO
Banco: PAOLO PA'
Ready for the World: DIGITAL DISPLAY
Ruggero Leoncavallo: DUETTO CON SILVIO (da I Pagliacci)
Joy Division: DIGITAL
Mario Mari: O' REGALO
Daft Punk: DIGITAL LOVE
Digital DJ's: DIGITAL NOISE

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Chissà se un decoder pesa più o meno di un treppiede.

Anonimo ha detto...

Con tutti i suoi difetti era molto meglio Berlusconi di chi governa adesso.

Anonimo ha detto...

Mah...dal portale dell'adnkronos apprendo che le vi sono stime di crescita tra l'1.3 e l'1.5 % e che la disoccupazione è in calo.
Premesso che oltre ad essere il varco per l'occidente, con un debito pubblico del 107.3 % siamo pure la porta del Terzo Mondo; mi chiedo se le suddette prospettive sono dovute alla gestione della passata amministrazione piuttosto che ai primi tribolati mesi dell'attuale governo. Certi rapporti di causa effetto hanno bisogno di tempi lunghi per palesare il proprio esito. Vabbè...
Cmq il digitale mi sembra un opportunità e a mangiarsi i soldi pubblici non è solo il piccolo Berlusconi.

Il Cavaliere però dovrebbe spiegare quale acuta illuminazione, quale sfacciataggine o meccanica, lo ha portato ad avere come main sponsor del Milan per il prossimo campionato, una delle maggiori società di internet betting.
In tempi di calciopoli mi pare una azione temeraria...come puntare sul Milan a 1.20 nel prossimo campionato.

ichwerdenicht

Salvatore ha detto...

Anonymous ha scritto...

Con tutti i suoi difetti era molto meglio Berlusconi di chi governa adesso.

Si, come no...nel paese dei balocchi.
Incredibile, c'è ancora chi lo rimpiange.

M.S. ha detto...

Salvatore, lo rimpiangerai anche tu quando assai presto la sinistra avrà pappato tutti i tuoi risparmi...

E se proverai a nascondere qualche soldino dalle grinfie delle loro tasse, il sistema da "Grande Fratello" che stanno creando (vedi controllo conti correnti dei professionisti) ti beccherà e ti papperà pure quelli...

Povera Italia... e poveri poveri noi ! :-(

oguas ha detto...

M. S., vuoi dire che gli evasori fiscali li manderanno in galera?
E io che pensavo che fossero un branco di incapaci!

M.S. ha detto...

Ovviamente viene travisato quello che ho scritto... "nascondere" non voleva essere letto come "evasione fiscale", ma come il più sacrosanto diritto alla propria privacy, cosa che adesso non ci sarà più. Cito testualmente da chi ne sa più di me in materia:

"RETROATTIVITÀ FISCALE
L’aspetto più grave del decreto è l’introduzione del principio di retroattività della norma fiscale, in aperta violazione delle norme di rango costituzionale. "

"LA TURBATIVA DEI MERCATI
L’11 luglio, nove giorni dopo il varo del decreto, il vice ministro dell’economia Visco dirama un comunicato con cui rende noto che il Governo, in base a nuove informazioni sugli effetti del decreto sul settore immobiliare, ha deciso di modificarlo. Lasciamo perdere il senso di responsabilità e dello Stato di un Governo che, ben nove giorni dopo l’emanazione di un decreto-legge, ne valuta gli effetti economici e assume informazioni. Dilettanti allo sbaraglio."

"STATO DI POLIZIA TRIBUTARIA
I guai non finiscono qui. Anzi sono appena iniziati. Perché il decreto Prodi-Visco- Bersani è ispirato dalla volontà di trasformare il pur malandato nostro Stato di diritto in uno Stato di polizia tributaria. (...)In poche parole, si dà al fisco il potere di entrare anche nelle case di chi svolge il suo lavoro senza avere un ufficio. Quanti saranno i giovani che subiranno perquisizioni preventive del loro domicilio (...)"

"INASPRIMENTI FISCALI
Non manca una strizzatina fiscale, con l’aumento di qualche aliquota Iva" (...)

"LE NUOVE GABELLE
Prodi, Visco e Bersani introducono anche nuovi tributi, vere e proprie gabelle, sull’accesso dei cittadini alla giustizia amministrativa" (...)

"I TAGLI ALLA SPESA PUBBLICA
Il capitolo dei tagli alla spesa pubblica è particolarmente odioso. Prodi & C. impongono tagli proprio in quei settori in cui, negli scorsi anni, hanno accusato ingiustamente e senza fondamento, il governo Berlusconi di ridurre la spesa. In particolare sono previsti riduzioni di spesa: nel settore scolastico dove si operano tagli per circa 6 milioni di euro su base annua; nel settore degli enti pubblici di ricerca e delle università (...)"

Io da cittadino italiano ho molta paura di quello che sta succedendo, spero che qualcuno li fermi al più presto !

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.