14 agosto 2009

Chi è causa del suo mal...



Sull'eccellente blog di Stefano Quintarelli ho trovato il grafico qui sopra, fonte OCSE. Riporta l'andamento del PIL (GDP con terminologia anglosassone) pro capite degli ultimi due decenni. Beh, se la sinistra non fosse in mano a degli imbecilli ne dovrebbero fare un manifesto elettorale...

La linea continua in grassetto rappresenta l'andamento del PIL italiano, confrontato con quello dei principali paesi europei. Come potete vedere, dopo i su e giù degli anni '90, a partire dal 2001 il PIL è in caduta libera.

Ok, indovinate cosa è successo in Italia nel 2001 e chi è andato al governo quell'anno. E chi era al governo nel 2004 quando l'Italia, da seconda che era nel 2001, è diventata ultima a livello europeo. Ed osservate la nostra posizione al termine di quei meravigliosi 5 anni.

Non oso pensare come saremo conciati nel 2013, al termine di quest'altro quinquennio di governo degli stessi che ci hanno conciati in questo modo. E' di ieri la notizia che in Francia e Germania il PIL è tornato a crescere. In Italia l'ultima rilevazione da il nostro PIL ad oltre il -5%.

2 commenti:

Germano Agliè ha detto...

Maledetta voglia di strafare: non confrontiamo patate con mele, il -5% è su base annua, mentre in Francia e Germania è rispetto all'ultimo rilevamento

chartitalia ha detto...

ah, allora sto tranquillo