25 agosto 2009

Hit Parade che non c'è 2009/ Settimana n.33 del 23 Agosto

Anche questa settimana la nostra "Hit Parade che non c'è" propone un nuovo numero 1. Salgono in vetta i promettentissimi Amor Fou, con due delle canzoni che fanno parte del loro recente EP FILEMONE E BAUCI. Oltre al brano omonimo, segnaliamo la cover de L'ultima occasione, classico della Mina della metà dei '60. Chissà se le radio o qualche importante casa discografica si accorgeranno di loro, visto che scarseggiano talenti nazionali di qualità, o meglio: la visibilità per loro pare quasi sempre inversamente proporzionale alla bravura. Qui, nel nostro piccolo, il nostro dovere cerchiamo di farlo...


Hit Parade che non c'è - 23 Agosto 2009

1L'ultima occasione / Filemone e Bauci
Amor Fou

2Mrs. Cold
Kings Of Convenience

350mila
Nina Zilli feat. Giuliano Palma

4Drumming Song
Florence + The Machine

5One More Chance
Bloc Party

6Crying Lightning
Arctic Monkeys

7L'amore che viene
Andrea Sisti & Paula Morelenbaum

8aNYway
Duck Sauce

9Beep Beep Beep
Tiga

10Dovresti Dormire
Amari

11Youth Speed Trouble Cigarettes
Cassius

12Successful
Drake feat. Trey Songz & Lil' Wayne

13Happy House
The Juan Maclean

1415 to 20
The Phenomenal Handclap Band

15Satellite Skin / King Rat
Modest Mouse

16Why R U
Amerie

17Holiday
Dizzee Rascal feat. Chrome

18Don't Trust Me
3OH!3

19Luna nascente
Maria Lapi

20She Never Came Back
College



Salgono di una posizione anche i Kings Of Convenience di Mrs. Cold e giunge sul podio anche un'altra rivelazione italiana, quella Nina Zilli che, accompagnata da Giuliano Palma, sta avviandosi a conquistare il grande pubblico con l'affascinante melodia vintage-soul di 50mila.

Son ben otto i nuovi ingressi nei nostri Top 20, guidati dal dj/produttore canadese Tiga, che in un momento propizio alla musica dance nei suoi sottogeneri più disparati, rischia di essere sottovalutato (forse perchè non ancora scritturato da una major?): Beep Beep Beep è il nuovo estratto dal suo recente album CIAO!. Per inciso, lo stesso Tiga ha tra l'altro firmato di recente un remix di uno dei brani che ricorrono nelle nostre segnalazioni, cioè "Triangle Walks" di Fever Ray.

Seguono i friuliani Amari, gruppo che è ormai tra i "veterani" della scena underground italiana, con ben cinque album all'attivo senza aver ancora sfiorato il brivido della classifica. Il sesto è in arrivo entro fine anno, e viene anticipato da Dovresti dormire, brano che -come loro solito- si avvale di una struttura modernissima, che sintetizza pop giovanilistico, elettronica e hip hop, e ospita i rapper Dargen D'Amico (altro talento da tenere d'occhio) e Dan-T dei Two Fingerz. Insomma, non ci sarebbe da stupirsi se un Timbaland, magari venuto per caso a contatto con la loro musica, decidesse di produrli. Ma da noi sono oggetto di culto per pochi... per ora!

A proposito di hip hop, un vero e proprio astro nascente del genere è Drake, altro canadese il cui nome all'anagrafe è Aubrey Drake Graham. Già attore nella serie televisiva "Degrassi: The Next Generation" e nel film "Charlie Bartlett" (2008), ha recentemente raggiunto il secondo posto nella chart americana con "Best I Ever Had". Noi abbiamo invece preferito segnalarlo con Successful, brano in cui è accompagnato da Trey Songz e Lil' Wayne e nel quale emerge un umore introspettivo abbastanza inusuale per l'universo hip hop. Entrambi i brani fanno parte di SO FAR GONE, album che verrà pubblicato negli States il 15 settembre.

Strana anche la storia di Juan Maclean: già chitarrista della band post-punk Six Finger Satellite (incidevano per la Sub Pop, l'etichetta protagonista del grunge e che scritturò Nirvana e Soundgarden prima dei loro grandi successi), il musicista (vero nome John Maclean) ha avviato da qualche anno in seno alla DFA (l'etichetta newyorkese di LCD Soundsystem e Hercules & Love Affair) un progetto prettamente dance ora giunto al secondo album, intitolato THE FUTURE WILL COME. Chissà, visto il vento favorevole Happy House potrebbe essere un hit a sorpresa dalle nostre parti...

Niente male anche il groove di 15 To 20, firmato dalla Phenomenal Handclap Band, collettivo di ben otto elementi proveniente da Brooklyn. Il brano, che riecheggia i primi esperimenti di incrocio tra rock e rap -vedi la storica "Rapture" realizzata una trentina d'anni fa dai concittadini Blondie- appartiene al loro album di debutto, che ospita anche componenti di band come TV On The Radio e Mooney Suzuki.

E' americana -di Fitchburg, Massachusetts- anche Amerie, una tra le migliori voci e talenti dell'r&b contemporaneo. Why R U è il singolo che potrebbe riportarla in alto nelle classifiche internazionali (e magari farla conoscere al pubblico italiano, che finora l'ha quasi completamente ignorata): il brano, che campiona la base del classico hip hop di culto "Ego Trippin'" degli Ultramagnetic MC's, anticipa il suo quarto album IN LOVE & WAR, che uscirà a inizio novembre.

Un'altra giovane voce italiana di belle speranze è quella della cantautrice milanese Maria Lapi. Luna nascente rivela la sua vena folk-pop sensibile, un po' sulla scia di Cristina Donà o Ani Di Franco (che è tra le sue influenze dichiarate). Sul suo MySpace non ci sono ancora informazioni circa un eventuale album: speriamo di poter leggere presto aggiornamenti al riguardo...

Infine fa capolino l'electro revivalista di College, cioè l'alias artistico del francese David Grellier, che ha pubblicato nel 2008 l'album di debutto SECRET DIARY, da cui è tratta


, interpretata vocalmente da Bronwyn Griffin, voce del duo canadese Electric Youth.

by Pop!


Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.32 del 16 Agosto

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Chart, più o meno bene avete spesso parlato dei Radiohead qua. Che ti pare di questa storia della vendita di singole tracce invece che album completi?

Luca

ForestOne ha detto...

"L'ultima occasione" degli Amor Fou è una buona cover, ma mai emozionante quanto la versione dei NON VOGLIO CHE CLARA! Anche essi criminalmente ignorati dal mercato e dal pubblico... Perle ai porci

dj Paul ha detto...

Questa settimana nuova entrata al numero 1 in UK 'Holiday' di Dizzee Rascal

Anonimo ha detto...

Ottima e coraggiosa scelta, bellissima cover che di italiano ha ben poco ...evitiamo i paragoni please !...i non voglio che clara sono stati una band con delle belle aspirazioni poetiche ma un sound da oratorio!

Porkacchia ha detto...

Questa versione degli Amor Fou mi pare un pezzo di Raf....