25 aprile 2010

Pirl Parade 2010/ Settimana n.16 (da 18 a 24 aprile)

L'Ospedale Uboldo di Cernusco sul Naviglio, che si era rifiutato di prestare cure ad una bambina di 13 mesi per scadenza della tessera sanitaria del padre, ha la meglio sul portavoce del PdL Daniele Capezzone e si aggiudica il Pirl della scorsa settimana.

Ma questa è storia. Eccovi le nomination di questa settimana.

1. Claudio Scajola
Già famoso per aver dato del rompicoglioni a Marco Biagi (già trucidato da terroristi), già famoso per i voli Albenga-Fiumicino che si fa istituire con i nostri soldi, ora assurto alla gloria per un'inchiesta sul Gruppo Anemone, che aveva ricevuto appalti pubblici senza gara dalla Protezione Civile. La Guardia di Finanza ha trovato traccia di assegni circolari per circa 900.000 euro provenienti da un architetto del gruppo per pagare la parte in nero di una casa intestata alla figlia di Scajola.

2. Guido Bertolaso
Date uno sguardo ad alcune delle spese più curiose che abbiamo pagato per ospitare il G8. Ce n'è per tutti i gusti, dai 26.000 euro per 60 penne, ai 10.200 euro per i posaceneri (in incontri in cui era vietato fumare), 347.000 euro per il noleggio (sì, avete letto bene, noleggio) di televisori LCD. Il tutto ovviamente senza alcuna gara con appalti assegnati al du fuori di qualsiasi regola.

3. Monsignor Rino Fisichella
Altro campione dell'attuale gerarchia ecclesiastica, si è prodotto in una presa per il culo coi fiocchi della più elementare logica sostenendo che chi è divorziato non può prendere la comunione ma chi è pluridivorziato sì. E tutto ciò per difendere la comunione blasfema di tu-sai-chi.

4. Renzo Bossi
Meglio noto con il nome d'arte de "Il Trota", dopo essere riuscito, al 4° tentativo, a superare l'esame di maturità i lumbard l'hanno subito premiato con un stipendio di 10.000 euro mensili eleggendolo al consiglio regionale. E lui li ripaga asserendo, fiero, che al Mondiale non tiferà Italia. Qualcuno deve avergli detto di averla sparata grossa allora il trota subito smentisce, solo che il giornale mette online l'intervista con l'audio.

5. Edmondo Cirielli
Se vi sembra di aver già sentito questo nome avete ragione: è quello della legge ex-Cirielli, quella legge che aveva ridotto i tempi per la prescrizione dei reati e grazie alla quale Previti ha fatto una sola settimana di carcere, la Bank of America è stata prescritta per il crac Parmalat mentre un detenuto incolpato di aver rubato una scatola di biscotti da 1,29 euro è rimasto in carcere. Ah, è anche la legge che ha permesso la prescrizione dell'avvocato Mills per essere stato corrotto da tu-sai-chi. Orbene, questo campione della destra italiota, attualmente presidente della provincia di Salerno, ha fatto affiggere un manifesto in cui asserisce che i partigiani non sono serviti ad un cazzo per la liberazione dell'Italia, dovuta esclusivamente ai prodi americani. Beh, al Trota l'hanno bocciato 3 volte, a questo gli hanno dato la laurea.

Ok, vo(mi)tate pure...


Alla prossima.

Pirl Parade precedente: Settimana del 17 Aprile 2010

1 commento:

MIGUEL ha detto...

Ho vo(mi)tato per gli ultimi tre e sono felice che in classifica ci sia il figlio viziato di Bossi.
Comunque anche Bossi non e' da meno (per capire che tipo di persona sia leggetevi le dichiarazioni della sua ex moglie su http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/11_Novembre/11/bossi_stella.shtml e su http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1994/10/19/umberto-bugiardo-sfaticato.html ).

Ciao a tutti