08 giugno 2005

Samuele Bersani: Dissociato?

Samuele Bersani sarebbe anche uno dei migliori esponenti dell'attuale musica italiana: e ciò da solo sarebbe sufficiente a descrivere il livello a cui la nostra musica è giunta...

In questo intervento non voglio entrare però in valutazioni sulle sue qualità artistiche. Mi limito ad evidenziare ciò che la rete, implacabile, registra ed accumula proponendo i seguenti estratti da due sue interviste.

Intervista con Samuele Bersani da Excite Musica
"Una volta c'erano le cassette, io avevo un negoziante di Cattolica che tu andavi a comprare i dischi e ti chiedeva se volevi la cassetta.
Lui li vendeva i dischi, ma c'era un discorso di qualità. Se vedi un film in vhs o in dvd c'è un enorme differenza. Gli mp3 suonano male, comprimono le canzoni in modo strano, iTunes non riesco neanche ad accenderlo, ma i cd masterizzati purtroppo suonano in modo uguale rispetto agli originali, o quasi."


iPod e... Samuele Bersani
INTERVISTATORE: Sei un utente iPod di "lungo corso" visto che hai acquistato a suo tempo il primissimo modello, come utilizzi la sua enorme capacità di immagazinamento?
Samuele: "In realtà faccio una selezione a riduzione: infilo dentro tutto quello che ci sta (migliaia di pezzi) e poi elimino i brani che mi piacciono di meno. L'iPod l'ho utilizzato nei primi tempi come un JukeBox ma in questi due anni mi è servito tantissimo per lavorare: in 16 mesi di registrazioni in studio del mio ultimo album ho fatto tante versioni dei pezzi, tanti arrangiamenti della stessa canzone, e l'iPod mi ha permesso di fare delle verifiche e confronti in tempo reale."

INTERVISTATORE: In che occasioni lo utilizzi?
Samuele: "L'ascolto praticamente dappertutto e mi accompagna nei viaggi in treno e pure in macchina, grazie ad un alimentatore per auto e alla classica cassetta con cavo di linea per il collegamento alla mia autoradio. L'aspetto innovativo è quello di poter portarsi dietro tutto il proprio repertorio senza avere una valigia di CD, di scegliere senza problemi in qualsiasi momento la musica giusta da ascoltare."

Beh, questa è la statura morale del personaggio, i cui giudizi dipendono sensibilmente dal fatto che siano o no ospitati sul sito del produttore dell'iPod (iTunes è il sito da cui si scaricano i brani per l'iPod). E per darvi un'idea della sua grandezza e delle sue lezioncine, mi permetto di riportare un altro estratto dell'intervista ad Excite:

Cosa ne pensi della musica in internet, della libertà di scambiare file?
"Penso che la libertà sia anche rispetto."

Quali sono i pro e i contro?
"Il pro è la velocità di trasferire un file, biecamente.
Lo svantaggio è che si è arrivati al punto che anche i produttori comprano i cd masterizzati."

Ok, ma lo scambio di file musicali non a scopo di lucro? Io non sono un pirata, non voglio masterizzare per rivendere, sono un appassionato di Samuele.
"Te lo compri. Punto.
Oggi puoi andare alla Mediaworld, ti puoi fare il disco che ti pare, coi 12 pezzi che ti pare a te, anche con la copertina. L'offerta è raddoppiata.
Ma te la devi pagare. Perchè è il mio lavoro. E che cazzo sto a fare a sacrificare la mia vita passando 16 mesi in uno studio senza andare al cinema o in vacanza, non lo faccio per diventare ricco ma neanche voglio essere preso per il culo."

Capito. Lui non vuole essere preso per il culo, ma non esita a farlo con il suo pubblico esaltando le doti di un prodotto (l'iPod) su cui, in altra intervista, sputa veleno.

Ah, certo. Poi è uno che vuole in galera i suoi fan (stando le leggi attuali sul copyright: vedi l'intervento "Associazione a delinguere" di ieri su questo blog) se si azzardano a scambiare dei suoi brani. Perchè lui vuole rispetto (tradotto: vuole i soldi). E quando qualcuno propone un modo sensato per far pervenire agli artisti un giusto compenso derivante dagli scambi di file via P2P, cosa fa il nostro eroe? Firma una petizione contro il P2P.

Un grande uomo.

Articolo precedente della serie: Lettera aperta agli "artisti" della petizione anti-P2P

16 commenti:

gianluca ha detto...

Grandioso! Era un pezzo che non ti leggevo. Ma ora, finalmente, so dove trovarti.
La tirata su Bersani è straordinaria. Anch'io lo avevo sopravvalutato (francamente non è che segua molto - come sai - la musica italica, ma...).
Il tuo ritratto del Nostro Samuele è un vero e proprio scoop.
Complimenti e... a presto.

Anonimo ha detto...

Non vedo la contraddizione.Bersani parla di comodità,mette nell'I Pod tutto quello che ci sta evitando di portare tanti cd in macchina.Insomma,non parla di qualità...
E poi Bersani vende pochi dischi,non spariamo sulla croce rossa.

chartitalia ha detto...

Caro Gianluca,
sono commosso dai tuoi apprezzamenti che costituiscono una lietissima sorpresa.

Per chi non conoscesse Gianluca: è uno dei massimi (e più brillanti) esperti sul diritto d'autore in Italia ed ha un gustoso blog che invito a visitare a questo indirizzo: http://navarrini.splinder.com/

1 abbraccio

chartitalia ha detto...

> Anonymous said...
> Non vedo la contraddizione.

Caro Anonimo,
mi spiace per la tua vista: nella prima intervista il nostro eroe spara a zero contro la qualità degli mp3 (dichiarando di non essere neanche capace di accendere un lettore) e nella seconda (piccolo particolare: ospitata sul sito del produttore di iPod) decanta le qualità dell'iPod, dichiarando addirittura che lo usa per lavoro e che è stato uno dei primi a farne uso).
Bersani vende pochi dischi? Già, ma dalla sua intervista sembra che ne addossi tutte le colpe agli mp3, e sinanche all'uscita del disco di Berlusconi (che non ha venduto più di qualche decina di copie)...

ludovico ha detto...

samuele non si tocca...come fai a non riconoscere che i testi delle sue canzoni sono poesie?

Anonimo ha detto...

per me ha ragione bersani,scusate,ma se io di lavoro faccio il cantante e mi scervello tutti i giorni a inventare poesie,dovrò essere ripagato o no? Se poi qualcunovende gratis il mio lavoro mi sembra giusto che io mi arrabbi,è come se uno venisse derubato nel suo negozio:ci rimarreste male o sbaglio?E poi chi ha detto che Samuele pratichi ciò che denuncia?

Anonimo ha detto...

Ma io non capisco come fate a non capire che bersani ha ragione se si infuria con chi "deruba la sua musica" ...a tutti fa comodo scambiare o scaricare musica ma di certo a chi crea quei capolavori di certo non può far piacere se poi gli si ruba la sua genialità!!é vero son di parte perchè adoro bersani ma la penserei così di chiunque..Bacio Lina.

Anonimo ha detto...

sono d'accordo. samuele scrive poesie che in pochi sono capaci a farle!!!

Gabriella ha detto...

Scusate ma ritengo che stiate strumentalizzando un po le parole..
estrarre pezzi di intervista perdendo il contesto nel quale sono state riferite quelle parole altera il tutto...
Una cosa e' accusare chi masterizza e non compra una cosa e' usare l'ipod e itunes ...
Vorrei vedere tutti quanti voi se i vostri articoli, i vostri progetti, o gli studi o qualunque altra cosa costata fatica vi fosse espropriata...penso di essere una delle poche che compra musica online e nn la scarica!!!cerco di risparmiare ma nel rispetto della genialita e dell'impegno per produrre il pezzo!
Ma questa e' solo la mia opinione lo so!

Gabriella ha detto...

Scusate ma ritengo che stiate strumentalizzando un po le parole..
estrarre pezzi di intervista perdendo il contesto nel quale sono state riferite quelle parole altera il tutto...
Una cosa e' accusare chi masterizza e non compra una cosa e' usare l'ipod e itunes ...
Vorrei vedere tutti quanti voi se i vostri articoli, i vostri progetti, o gli studi o qualunque altra cosa costata fatica vi fosse espropriata...penso di essere una delle poche che compra musica online e nn la scarica!!!cerco di risparmiare ma nel rispetto della genialita e dell'impegno per produrre il pezzo!
Ma questa e' solo la mia opinione lo so!

Anonimo ha detto...

sn completamente d'accordo cn gabriella....

Anonimo ha detto...

anche secondo me bersani ha ragione... scrive poesie e in pochi sono capaci a farlo. è grande

Anonimo ha detto...

anche secondo me samuele ha ragione!! è un grande e ce ne sono pochi di cantanti che scrivono poesie come fa lui!!

Chiara ha detto...

Anche io sono di parte...Samuele Bersani è da tempo che mi scorre dai timpani alle arterie.
Però comprendo pure l'orientamento di "chartitalia": infatti, dalle frasi (estrapolate) delle interviste, sembra che il nostro caro Samuele non sia molto coerente...Forse è questione anche di businness, forse le interviste sono state "rimaneggiate" dagli intervistatori, forse forse forse. Con questo non voglio esprimere giudizi in nessun modo sul fatto di scaricare a pagamento o meno le suer canzoni da Internet: anzi, sono d'accordo che il lavoro, la fatica dovrebbero essere ripagati, soprattutto quando ci vengono date vere e proprie poesie come sono le canzoni di Samuele.
Maddai, forse, è meglio che sia un po' "dissociato": se un dissociato compone musica così, direi che mi accontento (;D)!

Chiara

Anonimo ha detto...

scusate, ma non mi sembra corretto quello che fate voi, infangare il nome di un artista come bersani per strumentalizzarlo a vostro piacimento, no non ci sto Samuele grazie ad una massa di ignoranti, che non capiscono le poesie che Samuele scrive, vende pochissimo e penso sia normale arrabbiarsi dinnanzi al fatto che la sua opera comprata non la vuole nessuno, scaricata tutti...si vede portar via ciò che suo così senza poter fare nulla! diciamo allora che ha ben ragione di arrabiarsi.Scusate se ho calcato un pò la mano ma Samu non si tocca.

Musica Libera Tutti ha detto...

ho trovato l'intervista su Excite ma quella sul sito della apple non c'è... comunque posto che ci fosse e le frasi prese da te fossero reali, se, per esempio, tu fossi un musicista (qualsiasi) e ti dicessero "ti diamo mille euro per dire che l'ipod è un ottimo prodotto" non lo faresti? tanto è un prodotto che venderebbero comunque, io prenderei mille euro e ciao (e sono un musicista e so cosa sono mille euro). in ogni caso c'è anche da vedere, l'intervista su excite è del 2003, magari l'ipod ha incominciato ad usarlo dopo, o prima e poi ha cambiato idea. poi penso sia inutile soffermarsi sulle sue doti artistiche in questo articolo, ma trovo un po' stupido offendere un artista che è tra i pochi in Italia a fare musica intelligente (prendetevela con Tiziano Ferro no?) senza chiedere la sua opinione. se proprio vi interessa mandategli una mail ed invitatelo ad esporre le sue ragioni... poi magari è un coglione, cosa ne so, ma cosa ne sapete neanche voi... ciao

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.