19 giugno 2005

Volo chart...er: 9 giugno 1979

Su hitparadeitalia.it, tradizionale commento di Christian alle classifiche storiche: in questa puntata è di scena la classifica del 19 giugno 1979 che include, al solito, la quotazione dei dischi in vinile.

Tra i temi trattati:
  • i Bee Gees ed i loro hit: Too Much Heaven, Tragedy e Spirits Have Flown (album)
  • Renato Zero, dominatore di entrambe le classifiche con Il Carrozzone (single) ed Erozero (album)
  • Tina Turner
  • Curtis Mayfield
  • Isaac Hayes
  • John Wayne
ed altri quali: Bjorn Borg, Franco Califano.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Molto buono !

Massimo Ventriglia ha detto...

Pensa, non avevo mai letto niente (in italiano) che prendesse in considerazione la morte di John Wayne. Sono stupito e contento.
Qusto è quel che si dice dare un informazione piena su un determinato periodo: musica, cinema, società e costume.

Vito Nardulli ha detto...

Sono mesi che seguo i tuoi splendidi pezzi: grazie di cuore.

Vito

Anonimo ha detto...

Belli questi pezzi che inquadrano il momento musicale nel contesto storico dell'epoca.
Su Zero i commenti mi sono sembrati un po' cattivi... d'altra parte se ancora oggi riempie gli stadi e vende un sacco di cd e dvd delle qualità dovrà pur averle... o no?

A proposito, nella all time parade per Amico non sono inserite le vendite di Mina n° 0 e Figli del sogno che credo lo facciano rientrare nella top ten.

Comunque buon lavoro, anche se a volte i vostri dati nelle classifiche annuali mi lasciano un po' perplesso state mettendo su un sito molto interessante.

Ciao!

chartitalia ha detto...

> Comunque buon lavoro, anche se a
> volte i vostri dati nelle
> classifiche annuali mi lasciano un
> po' perplesso

Hai dato uno sguardo a questa nota metodologica dove sono illustrati i criteri che seguiamo per l'elaborazione delle nostre classifiche?

Ciao a te.

Anonimo ha detto...

mi sembri si parli poco di TU SEI L'UNICA DONNA PER ME di Alan Sorrenti che vinse il Festivalbar che all'epoca fece piu successo di Gloria di Tozzi. C'e' da dire che nel tempo GLORIA divenen una hit internazionale, mentre di Alan Sorrenti si persero le tracce

alberto91 ha detto...

Volevo dire all'autore di questo articolo che forse fu Borg una condanna per la Bertè, allontanandola per 4 anni dalla carriera, rifiutando di darle un figlio, persino puntandole per "gioco" la pistola alla tempia. L'autore come tanti altri italioti si riempie la bocca di luoghi comuni, ma bisogna tenere conto che forse su certe cose è meglio tacere.
In fede.

diego ha detto...

la coppia Borg-Berté è stata una coppia sbagliata fin dall'inizio, per colpa di entrambi, non solo di uno di loro.

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.