18 febbraio 2006

Ricordiamocelo il 9 aprile: Calderoli

Osservate la faccia di quest'uomo: avrebbe fatto la felicità di Lombroso, autore della teoria dell'uomo delinquente nato o atavico, individuo che reca nella struttura fisica i caratteri degenerativi che lo differenziano dall'uomo normale e socialmente inserito.
Beh, notate il ghigno tra il luciferino ed il beota mentre sta consumando il gesto che causerà 11 morti in Libia, durante una manifestazione di protesta a causa di questo gesto: sta mostrando una maglietta con su stampata una delle vignette che hanno dileggiato il credo religioso di milioni di musulmani.

11 morti. E lui ride. Per farsi pubblicità ed accaparrarsi il voto dei tanti cialtroni che abitano le valli padane, uno dei tanti grossi problemi italiani.

Lui ride: ha messo a repentaglio la vita di nostri connazionali presenti in Libia, salvati per miracolo dalla polizia libica, la cui reazione causerà una vera e proria strage. E lui ride.

La Libia è un paese nostro confinante e con rilevanti relazioni di affari con l'Italia, da cui dista poche decine di chilometri. Ed inevitabilmente vi saranno reazioni a danno del nostro paese, un cui ministro si permette di dileggiare in modo così trucido il sentimento religioso di un intero popolo. Le imprese ed i prodotti italiani subiranno sicuramente un boicottaggio, aggravando la già critica situazione economica italiana. E lui ride.

Voglio sperare che ad essere mandate sul lastrico siano le aziende di quei mechini imprenditori padani che hanno votato Lega e che si sono scelti simili rappresentanti: per un principio di responsabilità. Se fai delle scelte imbecilli, devi accettarne le conseguenze. Purtroppo tali scelte imbecilli ricadranno su tutti.

E Calderoli ride, tipico becero rappresentante razzista di un partito becero e razzista quale la Lega Nord, di cui è addirittura l'esponente più in vista, dopo che il padre-padrone Bossi è stato eclissato dalla sua malattia. 11 morti. E Calderoli dichiara giulivo: "Non mi pento". Ed è pronto a reindossare la maglietta. "Oggi l'ho tolta; sono in pausa perché il Consiglio di Stato ci ha dato ragione sui crocefissi nelle scuole; ma sono pronto a rimetterla". Già, difende a spada tratta i simboli religiosi cattolici, ma dileggia quelli di altre religioni. Ah, i cattolici.

Giusto per non dimenticarlo, Calderoli è uno dei politici accusato di aver preso soldi da Fiorani, sì il furbetto del quartierino che rubava soldi dai propri correntisti per pagare i politici da cui riceveva favori. Ed un partito come la Lega Nord, arraffattutto della peggior specie, si permette di gridare slogan quali "Roma ladrona e terrona". Mentre non ha alcuno scrupolo ad allearsi con i terroni mafiosi siculi.

Ognuno ha i rappresentanti che si merita, diceva quel tale. No, non è possibile che l'Italia si meriti simili rappresentanti. Non posso rassegnarmi a crederlo.

Articolo precedente della serie: Ricordiamocelo il 9 aprile: il P2P

16 commenti:

guerrilla radio ha detto...

le imbecilli provocazioni di Calderoli.

Chi fomenta l'odio religioso in una società che si definisce civile
viene messo in disparte, emarginato.

Noi invece li facciamo ministri.


E ora ne paghiamo le conseguenze,
perchè temo che gli episodi di ieri siano solo l'inizio,
l'immagine dell'Italia già duramente provata
dalla nostra sudditanza e criminale complicità
agli Stati Uniti,
in quelle guerre tramite cui pretendiamo di esportare
i nostri sublimi valori democratici,
(gli stessi da cui che poi partoriscono
illuminate menti come quella del ministro della lega)
sarà ulteriormente danneggiata da questa inopinata iniezione di intolleranza.

Non voglio pensare di trovarmi dinnanzi
durante i mie viaggi
qualche folle estremista religioso che mi sventaglia un coltello dinnanzi
domandandomi se la penso come il Calderoli...

Propongo di esportare Lui al posto della nostra democrazia,
potremmo spedirlo in Pakistan,
già li vedo,
lui e Bin Laden che si alternano sul cucuzzolo della montagna
a salmodiare odio razziale e religioso.

Spediamocelo presto,
senza timore che se lo mangino vivo,
si sa,
da quella parti la carne di maiale
non si sfiora neanche con un dito.


ps.
Via a calci nel sedere anche
Clemente Mimun,
questo ebreo di destra,
pardon
estrema destra filosionista,
vada a condurre nei salotti di casa sua
queste messe in scena di una violenza verbale e intolleranza inaudite.
Non in mondovisione nella nostra rete statale,
lui è responsabile quanto Calderoli

Anonimo ha detto...

Se posso permettermi volevo solo far presente a chi ha scritto l'articolo che i "cialtroni" nelle valli padane sono molto rari. Esattamente il contrario che nel resto d'Italia.

Anonimo ha detto...

Calderoli è un ignorante, un coglione, un becero, un razzista ecc. ma cosa ha fatto? Si è messo una maglietta! Bisogna già essere grulli, come ci insegna Margherita Hag, per credere in Dio. Il “porcoddio” è divenato l’intercalare di metà della sinistra.
Cosa abbiamo a che fare con questi scalmanati che assaltano le ambasciate? Ci sono voluti secoli perché chi offendeva la religione cattolica non finisse più sul rogo. Adesso che si fa? Si ricomincia o ci si arrende?

chartitalia ha detto...

Il tema dell'articolo mi sembra non fosse: "siamo dalla parte degli scalmanati e di chi assalta le ambasciate".

Il tema era centrato su di un idiota che non ha la minima idea di ciò che le sue azioni possono scatenare. Il tema dell'articolo era: la responsibilità. Calderoli si è dimostrato un vergognoso rappresentante delle istituzioni italiane, e non c'era bisogno di qualche decine di morti per cacciarlo via. In questo, la responsabilità è dell'intero governo, che l'ha messo in un posto di responsabilità fregandosene dei questi che un simile miserabile poteva combinare.

E così ora, per aver reagalato un quarto d'ora di celebrità a tale bieco figuro, l'Italia intera rischia di avere danni incalcolabili.

Per favore, non confondiamo cose un tantino più serie quali il rapporto islam-cattolicesimo con la voglia di pubblicità elettorale di uno squadrista di provincia.

La cosa triste è che ora, tutti i razzisti d'Italia hanno il loro beniamino, che faranno diventare la vittima della furia devastatrice dell'islam. Questi sono i tempi.

Christian ha detto...

"guerrilla radio", sei un vero imbecille e non hai capito proprio niente. Già il tuo nick la dice abbastanza su quello che sei e cosa pensi. Vai su indimedia (il sito che fa per quelli come te) e togliti dalla palle.

Anonimo ha detto...

Calderoli(A.K.A il fratello brutto di Hello Spank)è la prova vivente di come certi politici (sopratutto quelli al governo) sono un vero e proprio esempio di arroganza,ignoranza e mascalzoneria e che si credono Dio in terra.

Anonimo ha detto...

Calderoli non era per la castrazione chimica?
e allora ha fatto bene a dimettersi da gran coglione qual è...

Christian ha detto...

Calderoli, avrà fatto anche una cazzata ma comunque ha espresso una sua legittima opinione e non ha offeso nessuno. L'hanno mandato via dal governo. Come se ce ne fosse bisogno..tra due mesi si vota ! A che è servito?
Il problema è un altro: qui questa gentaglia ha già messo il cappello sul tavolo di casa nostra grazie anche all'ignavia e allo sbracamento dei politici di entrambi le parti. Non si era mai visto al mondo un governo capace di silurare un ministro per il solo fatto che questi ha "irritato" la sensibilità (??) di uomini intolleranti capaci di spaccare il mondo per delle vignette innocue.
Hano fatto strame di un principio basilare della nostra democrazia: la libertà di esternare opinioni di ogni genere. Mentre invece chi getta crocifissi dalla finestra e che dice che sono "cadaverini su un pezzo di legno", è da capire e bisogna avere la capacità di dialogo. Ma che schifo!
E noi a chiedere scusa (noi, non i danesi, che se ne fregano e continuano imperterriti e con ragione a dire che non hanno fatto niente di strano)
Qua "chi mena per primo c'ha ragione", come dicono a Roma. E i musulmani sì che menano. Quando Berlusconi disse che la civiltà occidentale era superiore a quella islamica (nel 2001) la sinistra fece un casino d'inferno. Beh, io non mi cambierei con un musulmano neanche per un new york minute come dicono negli Usa ! Più passa il tempo più il libro della Fallaci (anzi, i libri) sono da considerare LE PROFEZIE DI NOSTRADAMUS. E' impressionante come ci stai azzeccando in pieno !
Calderoli ha fatto uno sbaglio in un momento inopportuno e si è dimesso, ma almeno Calderoli è un uomo d'onore.
La sinistra può continuare a fare indisturbatamente e regolarmente manifestazioni, come quelle di ieri a Roma, in cui brucia le bandiere degli USA e di Israele e grida "dieci cento mille Nassiriya" senza fare dimettere nessuno (Ferrando non sarà candidato, non si è dimesso, ma chi si dimetterà di RFC e degli aspiranti governanti dopo quest'ulteriore barbara manifestazione?). E chi le fa sono le stesse pecore che lo facevano 30-40 anni fa, solo più vecchi e barbogi di prima, più qualche sfigato epigono tirato fuori da uno dei tanti centri sociali che in Italia non mancano mai.
E se gli Israeliani compissero degli attentati contro di noi a causa di queste vergognose manifestazioni? Sarebbero legittimati nel farlo così come lo sono dalla sinistra, gli Islamici?
Ma i patetici manifestanti di ieri sanno bene che nè Israele nè gli USA farebbero una cosa del genere perchè paesi civili. Non tagliano teste, non bruciano ambasciate, non si flagellano a sangue nei cortei , non si immolano come kamikaze, non uccidono preti in Turchia e "facezie" del genere.
Allora questo vuol dire che indirettamente (e con un giro di parole) gli islamici sono incivili? Allora si torna al famoso discorso di Berlusconi per il quale l'Islam etc. etc.
Ecco la differenza tra la destra e la sinistra.
La sinistra non solo è inferiore moralmente, ma non ha il senso dell'onore ed è barbara e incivile nelle sue manifestazioni di odio e intolleranza che mistifica col sostegno e la solidarietà pelosa.
Io so bene che l'Islam non è tutto quello che viene "pubblicizzato" adesso, ma quanti pensano davvero che l'Islam sia una religione di pace così come dice il presidente dell'Unione Musulmani d'Italia? Certamente tutte le prove sono contro.
Comunque se uno vuole dire IO ODIO L'ISLAM deve essere messo in condizione di poterlo dire. O è lecito solo dirlo di Israele e Usa?


Hai anche scritto questo in un altro intervento: "Ciò a causa dei tanti guasti del berlusconismo, di cui Pecoraro si dimostra succube, utilizzando i meccanismi di una legge elettorale infame che farebbe eleggere anche un manico di scopa"
Ti ricordo che queste cose le fanno i sinistri, mettendo in collegi blindati come il Mugello squallidissimi personaggi come l'ex magistrato (??) Di Pietro. O te lo sei già scordato??

chartitalia ha detto...

Caro Christian,
non sto a risponderti punto per punto perchè mi ci vorrebbe un intero nuovo blog (sappiamo che la pensiamo in modo diametralmente opposto su quasi tutte le questioni politiche).

Ti rispondo solo su un paio di punti.
Per la faccenda pecoraro: il focus dell'articolo era un pesante attacco proprio a martello d'oro pecoraro che sta sprecando un patrimonio enorme; quindi il primo responsabile è lui, tanto più con questa legge elettorale che, ti ricordo, fa sì che vengano eletti i candidati nell'ordine definito dalla lista, cioè dai segretari di partiti. Il cenno al dittatorello di arcore era giusto per ricordare che questa nefasta legge è stata voluta da lui.

Dopodichè non ti facevo così ammiratore del dentista bergamasco. Ok, dimmi solo se sei d'accordo con le seguenti affermazioni dell'"uomo d'onore" Calderoli:

1. La civiltà gay ha trasformato la Padania in un ricettacolo di culattoni.

2. Da medico so che se la cancrena avanza occorre tagliare alto: mi fermerei a Pesaro (riferito alla secessione dall'Italia).

3. Si ricordono i vescovi che oltre a mantenere l'esercito di parassiti del meridione (quindi da Pesaro in giù), i padani mantengono anche loro.

4. La Padania saprà rispondere al manganello tricolore.

5. Propone la castrazione chimica per i pedofili, anche se lui preferirebbe un bel colpo di forbici.

6. Berlusconi è un mafioso (dichiarazione ante 2001).

Ciao.

Christian ha detto...

Rispondo alle tue domande:

1. La civiltà gay ha trasformato la Padania in un ricettacolo di culattoni.

Potrebbe anche darsi..io non bazzico la Padania tanto da potermi considerare un frequentatore assiduo della zona e da seguirne le evoluzioni sociali e sessuali dal 1993 (sai bene che per circa 15 anni ho passato le mie estati nell'Oltrepò Pavese), però Calderoli potrebbe anche avere ragione. Io opterei più per l'Emilia e la Toscana, in quanto regioni "gay friendly" :-)Scherzi a parte, sai meglio di me che i leghisti hanno bisogno di fare delle boutade maschiliste o tecnicamente becere per aizzare il loro elettorato. Mi sa che è lo stesso elettorato che 50 anni fa veniva aizzato da personaggi infimi come il nostro Palmirone, l'infoibatore amico del boia Tito (che non è quello "che ritinge i tetti ma tanto non se ne intende di tetti ritinti" di Tognazzesca memoria).

2. Da medico so che se la cancrena avanza occorre tagliare alto: mi fermerei a Pesaro (riferito alla secessione dall'Italia).

Altra boutade per scatenare gli ormoni dei "rozzi" sostenitori della prima ora. Ma poi, perchè "rozzi"? Chi siamo noi per dare patenti da rozzi o da beceri a persone che neanche conosciamo? Magari avranno le loro buone ragioni. Io non ritengo un elettorato peggiore o migliore rispetto ad un altro(a parte gli estremisti e i no global)

3. Si ricordono i vescovi che oltre a mantenere l'esercito di parassiti del meridione (quindi da Pesaro in giù), i padani mantengono anche loro.

Ma tu mi citi solo il "Calderoli pensiero"? Scommetto questo sono frasi della fine degli anno ottanta inizi novanta. Quando per far breccia tra la gente la Lega doveva esprimersi con toni "forti". D'altronde, non fu l'armatore D'Alema a dire che "la lega era una costola della sinistra" ?

4. La Padania saprà rispondere al manganello tricolore.

Purtroppo di martello tricolore c'è n'è stato molto poco....forse alcune teste avrebbero cominciato a ragionare in maniera diversa, se si fosse dato l'esempio. Devo ricordare che la Lega ha subito un torto gravissimo : dei loro sostenitori sono stati in galera per aver innalzato la bandiera col Leone Alato, un gesto simbolico punito in modo spropositato. Mentre altri possono fare quel cazzo che vogliono, bruciare bandiere di stati esteri, inneggiare ai terroristi,assaltare i blindati dei carabinieri, ammazzarli anche se capita, fare anacronistici espropri proletari (per poi rubarsi computer, nutella, CD etc. "generi di prima necessita") e via dicendo e cavarsela con un "ma in fondo, cosa vuoi che sia..."

5. Propone la castrazione chimica per i pedofili, anche se lui preferirebbe un bel colpo di forbici.

Io penso che i pedofili andrebbero curati. Sono in disaccordo con ogni "caccia alle streghe". Comunque se fossi un genitore e se avessero fatto male a mio figlio, non so come la prenderei. E' di qiesti giorni o sbaglio, la storia di un tizio che vuole la castrazione chimica perchè ha detto di "non farcela a stare buono"?

6. Berlusconi è un mafioso (dichiarazione ante 2001).

Berlusconi è stato identificato in ogni modo dai suoi (invidiosi) detrattori. Mafioso? Forse voleva significare che aveva avuto dei trascorsi con la politica della Prima Repubblica (che comunque mi sembra molto meglio di quella attuale)Ma chi non ne ha avuti dei politici di ora? Guarda te che mi fai fare anche il difensore di Silvio, mentre sai benissimo da che parte tira il vento da me..!

Comunque ora il gioco delle 5 domande te le faccio io:

1) Ma tu hai visto (o qualcun'altro ha visto) la maglietta di Calderoli durante la trasmissione? Mi pare che non l'abbia fatta vedere e che ci siano solo delle immagini rubate fuori onda. Allora di cosa si sta parlando? Del niente? Di una cosa che nessuno ha visto ufficialmente in televisione? Non ti sembra un tantino un pretesto costruito sul nulla e guardacaso a due mesi dalle elezioni?

2)Mentre le manifestazioni di sabato a Roma , purtroppo, quelle sì che le abbiamo viste. Sembrava di vedere un documentario del 1970 circa: stesse facce, stesse stronzate, l'unica novità è che tutti avevano 35 anni di più sul groppone. Ho anche visto un gonfalone di un comune di Napoli in prima fila e chi lo teneva sputava sui morti italiani a Nassiriya. Io penso che una giunta comunale che prende parte ad una pagliacciata del genere debba dimettere e che personaggi squallidi come Diliberto (se penso che insegna in un Università mi vengono i brividi) dovrebbero vergognarsi. Tu che ne dici?

3)La mortadella fattasi uomo che vorrebbe governare il nostro sciagurato paese non ha speso una parola sul fatto che in Nigeria siano stati massacrati (bruciati vivi) 15 cristiani (ah già, erano solo cristiani e per giunta negri!)Anzi, ha porto la sua manina grassottella e umidiccia ai buoni islamici (che come notoriamente sappiamo, cercano il dialogo)voltandosi dall'altra parte e facendo finta che dietro a queste cose non ci sia una vicenda montata ad arte da loschi "pupari".
Prodi sembra sia anche andato a parlare con Gheddafi (a che titolo?) e poi avrebbe detto alla stampa di aver parlato con "chi è stato chiamato a governare reraltà complesse come quelle del Nord Africa". Ma di cosa parla questa salsiccia umana? "chiamato" Gheddafi? E da chi? Sa come è andato al governo e l'ha mantenuto per decenni? E ad un personaggio come questo vorresti affidare un paese? Oppure lo vorresti affidare a Diliberto e compagni? Oppure a Pecoraro Scanio? O allo scheletro ambulante Fassino che appena nomini Unipol salta come fosse stato morso da una tarantola? Oppure all'espropriatore di case Caruso? L'imbarazzo della scelta è allettante, ammettilo..

4) Prodi o qualche altro personaggio dell'Armata Brancaleone che (si fa per dire) capitana, conosce la massima di Churchill " Wrong or right it's my country"?

5) Passiamo ad altro: abbiamo visto che Calderoli è stato accusato di "offesa alla religione dello Stato mediante vilipendio delle cose" da parte delle sempre solerti toghe rosse. A denunciarlo è stato anche un avvocato che è il difensore ufficiale di Achille Lollo, il bastardo che ha bruciato i fratelli Mattei nel 1973 e che adesso se la spassa in Brasile. Forse indossare una maglietta raffigurante una vignetta su Maometto costituisce danneggiamento di culto? E allora le maglietta con Gesù Cristo che si fa le canne in vendita in ogni negozio sulla Dam Rak ad Amsterdam, come dovrebbero essere classificate? E poi "culto di Stato"? ma quale stato? Italiano? Ma di cosa parla questa gente? Che poi è la stessa che lascia liberi i terroristi sostenendo che è un legittimo atto di resistenza armata. Ma ti rendi conto in che mani siamo? Sono onnipotenti, perfino il ministro della giustizia non può nulla contro di loro. Ti piace questa situazione? A me sa tanto di stato sovietico.
6) domanda fuori tema: che ne pensi di quello scrittore che è stato incriminato per aver osato pensare che i lager nazisti non siano stati campi di morte? Qui siamo arrivati a condannare il pensiero dell'essere umano se diverge da quello "ufficiale". Addirittura è arrivato in tribunale AMMANETTATO! Io so che la lobby ebraica è potentissima, ma non ti pare un autogol? E non ti pare di essere tornati ai tempi di Galileo Galilei o Giordano Bruno?

Anonimo ha detto...

Non fa una grinza!

Anonimo ha detto...

...amen...strano che mr chartitalia non abbia ancora risposto...

chartitalia ha detto...

Ok Christian, pare di capire che i fan del dentista bergamasco attendano una risposta alle tue argomentazioni.

Le tue risposte ai primi 3 punti sono piuttosto eloquenti: non prendi sul serio le affermazioni del calderoli-pensiero e le consideri delle boutade (francesismo per dire che sono delle cazzate). Ok, siamo d'accordo.

Sul quarto punto (manganello tricolore) non ho capito più di tanto la tua risposta. Guarda che il calderolo ce l'aveva coi fascisti, identificati in AN, convinti assertori della necessità di difendere l'unitè nazionale anche con metodi forti, da chi voleva la secessione (la Lega). Prendo atto invece che i seguaci di AN sono divenuti i più convinti sostenitori di chi voleva la secessione, mentre loro sono i più convinti assertori dell'unità nazionale. Ammetto di non capire.

Sul punto 5 mi pare di capire che non concordi con il calderolo: siamo ancora nei dintorni delle boutade-cazzate.

Sul punto 6 mi sembra di capire che stai facendo una difesa di ufficio scarsamente convinta. Quindi, il piazzista di Arcore è stato un mafioso. Ma ciò pare di capire non sia una grave colpa nè per te nè per il calderolo. Ne prendo atto.

Ma vorrei che prima o poi mi spieghi cosa hai da spartire con l'elettorato razzista e becero della lega.

Le tue domande:
1) il calderolo ha messo a repentaglio la già screditata politica estera italiana per mania di protagonismo per poter acquisire crediti presso l'elettorato più becero; la maglietta si è vista come puoi vedere dalla foto; e poi chi se ne frega: ovvio che is trattava di un gesto, tanto simbolico quanto gratuito; e idiota

2) ti dico che gli imbecilli non si trovano solo a destra ma sono abbastanza distribuiti in tutti gli schieramenti; ma gli individui in questione sono le solite frange estremiste che abbondano tranquillamente anche a destra (Rauti, Forza Nuova, Alternativa Sociale e dintorni non credo siano meno violente e farneticanti); ma la cosa non è paragonabile al delirio del calderolo neanche minimamente: i manifestanti non sono ministri della repubblica e non si piccano di rappresentare tutta la nazione; e le richieste di dimissioni per il calderolo sono state richieste dallo stesso Fini

3) io so solo che durante il governo prodi, ed anche durante quello d'alema il mio stipendio aveva un potere d'acquisto doppio rispetto a quello che dispongo durante il governo del piazzista di arcore: ciò mi basta a considerare farneticazioni quelle di coloro che asseriscono a priori che con il governo di destra si sta meglio: è sotto gli occhi di tutti

4) churchill ha detto tante altre cose; dopodichè si è dato da fare affinchè il suo paese fosse più right che wrong; i tuoi alleati si sono battuti solo per fare andare wrong le cose: hanno fallito, che vadano a casa; è l'alternanza, bellezza

5) tu cosa faresti se il tuo paese fosse bombardato da uno stato estero, se durante i bombardamenti perdessi i tuoi familiari, se ti occupano il paese in cui sei nato, se prima ti sparano addosso e poi ti chiedono i documenti, se ti predano le tue riserve energetiche? e cose così

6) ho paura che tua difesa della libertà di pensiero sia a senso unico; i tempi di Giordano Bruno e di Galileo in realtà non si siano mai interrotti; e che la chiesa è sempre lì a svolgere il suo ruolo di cane da guardia dei privilegi dei poteri forti; esattamente quei "valori cristiani" per cui è si batte il calderolo

Anonimo ha detto...

Calderoli santo subito.
Fino a quando l'Italia sarà un paese libero nessun musulmano potrà impormi di mettermi o non mettermi una maglietta.

dronsa ha detto...

Daccordissimo con quelli che affermano che calderoli e amici sono grandi buffoni, ricordiamoci però che il diritto di espressione (gesto in qualce modo evidenziato da calderoli) spero sia stato questo il messaggio, deve essere difeso, rispettando sempre le idee religiose e politiche degli altri popoli. In un mondo sempre piu' aperto alle culture di ogni genere dobbiamo imparare la convivenza questo da entrambe le parti, ciò vuol dire essere da una parte rispettosi e dall'altra aperti mentalmente alla convivenza con tutti i popoli e non imporsi con la violenza contro chi non ha lo stesso pensiero, i mussulmani se hanno difficoltà di convivenza dovrebbero restarsene a casa propria e continuare a tagliar teste....

aristarco battistini ha detto...

Sono nella necessita'di dover affermare che i leghisti non possono essere definiti razzisti: razzismo è quando uno o un gruppo si ritiene superiore ad un altro e quando esplicita questo nefando concetto con delle azioni consequenziali che ne rinnovino il vigore.
Non mi risulta che alcun esponente leghista, sia politico che sempilce sostenitore o simpatizante, si sia mai macchiato di tali delitti.
Calderoli santo subito è una provocazione, ma come dice la pubblicita' del tavernello.....invita a riflettere.

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.