18 agosto 2006

iQaeda

Bombe liquide al Gatorade con l'iPod come innesco! Beh, se questa è la giustificazione ufficiale delle misure di emergenza scattate negli aeroporti di mezzo mondo, all'ora qualsiasi tipo di cazzeggio è lecito: già, siamo entrati nell'era di iQaeda, riprendendo la felice immagine tratta da questo bel post di quasi un anno fa.

In questi giorni, è molto gettonato questo articolo di un ex-ambasciatore britannico, Craig Murray, che ha analizzato quanto si sa dell'attentato terroristico sventato a Londra. Questi sono i fatti.

Nessuno dei presunti terroristi arrestati ha costruito una bomba. Nessuno ha mai comprato un biglietto aereo. Quasi nessuno aveva un passaporto. Non è possibile confezionare una bomba con i materiali descritti dalla polizia britannica senza che gli attentatori saltassero per aria ben prima.

Senza bombe, senza biglietti aerei e sinanche senza passaporto sembra piuttosto difficile farsi esplodere in aria su una decina di voli aerei. Dettagli inessenziali per chi ha deciso di scatenare il terrore attraverso la gran cassa dei mass media e delle misure di "sicurezza" sbandierate ai quattro venti.

In più, la "cellula terroristica" era sotto sorveglianza da oltre un anno e niente era emerso a proposito della preparazione dell'attentato. E logica vuole che prima che il piano potesse eventualmente essere messo in atto, le forze di polizia avrebbero avuto tutto il tempo per fermarli. Con le prove che si hanno in mano attualmente, nessun giudice potrà mai condannare gli arrestati per terrorismo.

Ma è molto interessante leggere dei dettagli di come si è pervenuti alla scoperta del "complotto terroristico". Pare che il tutto sia derivato da una "confessione" estorta dalla polizia pakistana, nota per essere capace di farsi dire tutto quello che si vuole dagli "interrogati", lieti di farlo pur di fermare o evitare le torture.

E sulla base di tali elementi non si è esitati a diffondere il terrore nella popolazione occidentale. Insomma, una chiara mossa di propaganda politica messa in atto dalla scandalosa coppia Bush-Blair, alla disperata ricerca di un altro 11 settembre che risolverebbe tutti i loro problemi di politica interna.

Ah, termino con dei dati che dovrebbero far riflettere coloro che non hanno ancora il cervello spappolato dalla grancassa mediatica. Degli oltre mille musulmani arrestati a seguito della legislazione anti-terrorismo, solo il 12% è stato poi imputato di un qualche capo di accusa. Di questo 12%, l'80% è stato poi scagionato. Del restante 2% accusato di qualcosa, questo qualcosa non aveva niente a che fare con il terrorismo.

E dopo questa evidente prova della inutilità delle misure anti-terrorismo cosa fa la magnifica coppia B.B.? Propone di estenderle. Proibendo che a bordo possano essere imbarcati Gatorade e iPod. Ed i libri. I libri!

Articolo precedente della serie: Chi sparge terrore?

4 commenti:

Anonimo ha detto...

La percentuale di approvazione sull'operato di George W. Bush al 10 Settembre 2001 era del 51%. Il 15 Settembre schizzava all'86.

Indubbiamente un attacco terroristico se non il semplice allarmismo influisce positivamente sulla percezione che gli americani hanno del loro eletto.
D'altronde da un paese che nei recenti sondaggi innalza Tom Cruise a uomo più influente del pianeta, puoi aspettarti di meglio?


Dimentichi però che l'attività terroristica di al Quaida nasce prima del 2000 e segnali di un attacco all'America si erano avuti già durante l'amministrazione Clinton.

Inoltre possiamo ciclicamente godere dell'aggraziato viso di Al Zawahiri, l'amico col turbante, che rivendica la paternità degli attentati e ci ricorda di come l'Occidente stia sulle balle alla sua congrega di cavalieri.

Detto che le duemila e passa vittime del conflitto in Iraq hanno mandato il consenso di Bush a farsi benedire, quello che ti domando è:
a) Perchè se il mullah Omar, Zawahiri o Bin Laden, si dichiarano mandanti di un attentato, l'inquietudine che ne segue è figlia di Bush?
Se bisogna adottare misure ridicole, non ti pare che esista un briciolo di fondatezza?

b) Quei galantuomini che da Al Jazeera invadono l'etere, sono invenzione della Metro Goldwin Mayer?

ich

chartitalia ha detto...

beh, una volta per tutte, ritengo che i capi del terrorismo musulmano siano l'esatto contraltare dei capi di governo anglo-americani; le loro finalità sono identiche: una pura lotta di potere a difesa di precisi interessi piuttosto ristretti

hanno bisogno gli uni degli altri per conquistare il consenso per il loro operato; senza l'11 settembre Bush sarebbe stato deposto entro pochi mesi perchè era ormai chiaro a tutti che avea rubato le elezioni presidenziali: e se il terrorismo non fosse esistito l'avrebbe inventato; gli è stato certamente utile; senza i bombardamenti americani ed israeliani, il terrorismo islamico non troverebbe mai la base di consenso ed i disperati disposti a farsi saltare in aria
nei miei post non insisto più di tanto su quanto sono cattivi i terroristi perchè lo fa già abbastanza la stampa mainstream, ed anche perchè conosco molto meno bene la loro realtà; mi concentro di più sulle nefandezze occidentali che mi toccano molto più da vicino
infine il modello di Al Jazeera non è stato copiato dalla MGM ma dalla CNN, se si vuole essere precisi: quanto la CNN (e quindi Al Jazeera) rispecchi o influenzi la realtà lo lascio decidere alla tua intelligenza

Anonimo ha detto...

La mia intelligenza, benchè spappolata dalla grancassa mediatica, mi suggerisce che quegli interessi da salvaguardare di cui parli, per l'Occidente equivalgono a zero.

Quanto è costato alle compagnie aeree occidentali l'allarmismo di questi ultimi tempi?
Quanto versano all'erario gli occidentali per finanziare le missioni militari e di ricostruzione, dall'Afghanistan al Sudan?
Come può essere redditizio affrontare i rischi di una guerra, che magari vinci ma puoi pure perdere, al solo scopo di appropriarsi di petrolio che nel frattempo ha raggiunto costi stellari. Con relativi danni per le economie occidentali?
Che prezzo hanno pagato le 2000 e più famiglie occidentali che si sono viste recapitare la bara dei loro cari?
il tutto con i gemelli B&B al minimo della popolarità.

MI dirai che per le famiglie libanesi o iraqene è lo stesso.
Già. Con la differenza che da queste parti stavamo bene anche prima di Al Quaida, mentre in medio oriente guerra era e guerra è.

Cinesi, indiani, coreani, occidentali; tutto il mondo è progredito meno questi schifosi, che all'evoluzione preferiscono la guerra santa, che invece di comprare ai figli un pallone di merda, gli mettono in mano i kalashnikov.
Così possono difendere l'onore, abbattere il nemico, tenersi il petrolio e le macerie e dimostrare che con i nostri musi occidentali e nel frattempo più poveri, ci si puliscono il popò.

ich

M.S. ha detto...

Ti mando una querela "virtuale" da parte di Bush, per aver detto che ha bisogno dei capi del terrorismo islamico per conquistare consensi. E' il colmo. Adesso bisogna allearsi con l'Islam...

Meno male invece che c'è ancora qualcuno che vuole impedire a dei criminali di fare disastri continui per salvaguardare il PACIFICO e CIVILE mondo occidentale, ormai sigh alla mercè dei terroristi islamici come ben sai ma fingi di non vedere, portando di conseguenza poco rispetto alle troppe vittime "nostre".

PS: ma il computer che usi così tanto è figlio della civiltà che disprezzi, o sbaglio ? Ma quindi predichi bene e razzoli male ???? ahi ahi ahi che nefandezze !!! Altro che B&B !!! :-P

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.