26 gennaio 2007

Quiz/ Da dove è tratto - La soluzione

Ieri avevamo proposto un innocente quizzettino e vedo con piacere che molti hanno risposto correttamente. Anzi, alla grande. Sì. la citazione era tratta dalla Bibbia. Beh, come facevate osservare, usando Google non vale: è bastato inserire un pezzo della frase nel malefico motore e voilà...

Comunque, come promesso, un plauso a Vito che ha battuto tutti sul tempo anche se in forma dubitativa. Ma anche all'anonimo delle 9.12 che cita sia il libro esatto (Deuteronomio) che gli esatti versetti. E si è anche accorto che, volutamente, avevo eliminato la citazione di Israele (altrimenti diventava troppo facile). E poi, visti gli attuali disegni di legge, a toccare Israele ci si può scottare (ma questa è un'altra storia e magari ne parliamo un'altra volta).

Così come Antonio Paolini ed anche Guido, che fa delle previsioni interessanti: senza l'aiuto di Google, probabilmente il 98% avrebbe risposto Il Corano ed il restante 2% sarebbe stato distribuito tra I Ching ed il Libro di Mormon. "Tranello" in cui non è caduto l'anonimo della 10:09. Beh, in tutta sincerità, senza l'aiuto di Google, quanti avrebbero pensato che il brano oggetto del quiz era tratto dalla Bibbia?

Risposta corretta anche da parte di Andrea e dell'anonimo delle 12.27 che, bontà sua, mi lascia scegliere tra una serie di premi per compensarlo della sua "vincita". Ok, anche se non ne avrebbe "diritto", pago il pegno e pubblico un post (questo) in cui è scritto per 10 volte "Viva Berlusconi hip hip hurra":
2. Viva Berlusconi hip hip hurra
3. Viva Berlusconi hip hip hurra
4. Viva Berlusconi hip hip hurra
5. Viva Berlusconi hip hip hurra
6. Viva Berlusconi hip hip hurra
7. Viva Berlusconi hip hip hurra
8. Viva Berlusconi hip hip hurra
9. Viva Berlusconi hip hip hurra
10. Viva Berlusconi hip hip hurra
(purchè se ne vada in pensione e si tolga dai coglioni).
Cuntè?

Ok, l'elenco precedente è un giusto omaggio ai "vincitori" (ce n'è più di uno perchè tutti si sono espressi prima che fossero pubblicate le risposte degli altri).

Ed ora qualche considerazione a latere. Davvero, di questi tempi si respira una brutta aria. Mi sono imbattuto casualmente nel suddetto brano della Bibbia e ne sono rimasto colpito. Ho quindi pensato, come spesso mi capita per le cose che mi colpiscono, di porlo alla vostra attenzione ed ho scelto la forma "leggera" del quiz, senza alcun tipo di commento o di considerazione.

Ciò è bastato per essere accusato delle peggiori nefandezze: di essere contro l'America, di stare tramando contro i nostri figli e nipoti, di essere un paladino della cultura islamica, di essere penoso, di dovermi vergognare, di infangare la memoria di Oriana (!) che ci ammonisce della nostra scemenza (!!) A quando l'accusa di aver procurato il buco dell'ozono?

Ma le teorie più interessanti sono quelle che tendono a sminuire la portata del brano in questione adducendolo all'invecchiamento del testo. Non rendendosi conto di imbarcarsi in una vera e propria blasfemia. Tutte le religioni basano la loro autorità su alcuni scritti, non a caso, chiamati Sacre Scritture: la Parola, il Verbo, che fanno risalire ai precetti comunicati direttamente da Dio agli uomini.

Se il problema fosse la "vecchiaia" del testo, perchè i 10 Comandamenti sarebbero attuali ed il precetto di lapidare le non-vergini no? Nessuno si è mai permesso di ipotizzare che nelle Sacre Scritture vi siano delle cose accettabili ed altre meno. Perchè, se ciò fosse teorizzato, sarebbe la piena affermazione del relativismo culturale tanto vituperato dall'attuale pontefice che non ammette che della religione si accetti solo i principi che "fanno comodo".

D'altronde, se la Bibbia fosse un testo qualsiasi da cui poter scegliere solo qualche brano più edificante secondo necessità, sarebbe alla stregua di qualsiasi altro testo. E se si prendessero in considerazione solo brani opportunamente scelti, si potrebbe facilmente assumente, ad esemprio, il Mein Kampf come un testo filoebraico.

"Da dove è tratto - La soluzione" Compilation

R.E.M.: LOSING MY RELIGION
Yma Sumac: VIRGIN OF THE SUN GOD
Woody Guthrie: OLD TIME RELIGION
John Lennon: GOD
Ten Years After: RELIGION
Beach Boys: GOD ONLY KNOWS
Steve Vai: SEX AND RELIGION
Motorhead: (DON'T NEED) RELIGION
The Dorsey Brothers: IS THAT RELIGION?
Manà feat. Zucchero: ERES MI RELIGION
Roger Waters: WHAT GOD WANTS
Elton John: RELIGION
Hot Tuna: TRUE RELIGION

5 commenti:

maria luisa ha detto...

Con questa ultima splendida conclusione hai proprio dimostrato senza altre parole che le critiche che ti sono state fatte sono fondate. Tu di religioni non capisci proprio nulla perché hai una mente razionale, una mente intrisa di luoghi comuni del laicismo peggiore (perché ne esiste anche uno nobile), sul relativismo sbagli proprio concetto, carino, vattelo a studiare. Per il resto la società si evolve e i costumi si evolvono; esistono delle culture ancora barbare che proprio dal pensiero di persone come te, confondendo cavoli con carciofi, possono trarre vantaggio. La nostra vita si è evoluta e la donna (a parte l'imbattersi nei soliti maniaci che fanno resistenza al corso del tempo) a volte è lei stessa a buttare fuori di casa l'uomo. Questo nella nostra cultura "occidentale" che negli ultimi trent'anni ha avuto un cambiamento incredibile. Anche le persone credenti e cattoliche si sono evolute. I dieci comandamenti contengono saggezza e regole di vita, quindi caruccio non vanno confusi con la sopraffazione e la prepotenza. Tutto il resto, soprattutto la superficialità pericolosa, sono schifezze che non meriterebbero neanche un commento, am io spero sempre nel lato buono dell'essere umano. Speriamo che anche tu un giorno possa rendertene conto, ma visto l'andazzo ne dubito.....

Francesco ha detto...

"Ciò è bastato per essere accusato delle peggiori nefandezze: di essere contro l'America, di stare tramando contro i nostri figli e nipoti, di essere un paladino della cultura islamica, di essere penoso, di dovermi vergognare, di infangare la memoria di Oriana (!) che ci ammonisce della nostra scemenza (!!)"

A voler essere onesti bisognerebbe specificare che tutte queste cose te le ha dette una sola persona, altrimenti sembra che tu sia stato lapidato in piazza come la non-più-vergine di prima. :D

maria luisa ha detto...

Non avevo dubbi di quale pasta tu sia fatto, ma sinceramente non potevo pensare che tu arrivassi a non pubblicare un commento, per la sola idea che non è in linea con la tua stupida ironia anti-chiesastica. In realtà il tuo è un vetero anticlericalismo, non capisco come tu possa utilizzare un blog per fare una propaganda così insulsa. Anzi, direi dannosa, e in questo mi allineo ad altri commenti che hai ricevuto. Quanti altri ne hai "CENSURATI". Frequento questo sito perché contiene degli ottimi articoli musicali, ma sinceramente la tua linea pseudo-politica e "culturale" è sufficientemente oscena. Fossi in te comincerei a riflettere, perché al di là del coro dei pecoroni (che sono gli stessi a cui dobbiamo questo delizioso governo), si ha da imparare anche e soprattutto da chi ci contraddice. Non basta pubblicare gli articoli di dissenso solo per farsi belli, e per far vedere quanto siamo aperti: Come fai tu. Se si vuole avere questa impostazione bisogna poi mettersi su posizioni molto più larghe, a 360 gradi, e non come fai tu, pubblicare continuamente sciocchezze che non portano nulla. Perché oltre al fatto che può esistere ancora qualche sgangherato che è d'accordo con te, per il resto la vita insegna che in questa epoca, come ti dicevo nel mio commento che non hai pubblicato, abbiamo ben altri problemi che una chiesa che entra nella nostra sfera personale. Neanche i radicali che 30 anni fa avevano questo come cavallo di battaglia (ma aveva ben altro senso in quell'epoca) ne parlano più. Auguri per la tua vena di censore che ha suicuramente un promettente futuro!!!

chartitalia ha detto...

Cara maria luisa,
davvero non capisco come si possa così astiosi verso una persona di cui non si conosce che le poche righe che scrivo da queste parti, e come si possa essere così sicure dei propri (pre?)giudizi: tu non hai la più pallida idea di chi io sia e quando parli di me stai in realtà più parlando delle tue fobie che sono un problema tutto tuo

guarda sarò "cattivo": ti tolgo anche la tua speranza di essere censurata; la pubblicazione dei commenti è una palla che devo gestire manualmente e, come con tutte le gestioni manuali, è soggetta a dimenticanze ed errori: basta un clic non dato ed il commento non viene pubblicato; non solo, spesso la piattaforma Blogger è fuori uso e si perde sia il mio comando di pubblicazione e, a volte, il commento neanche mi arriva; ma tant'è, è molto più divertente pensarsi vittime di una "censura";

beh, comunque sono tempi davvero strani: tutti credono di avere la verità in tasca ed accusano gli altri degli stessi comportamenti che loro stessi mettono in pratica

tu sei intervenuta più di una volta su queste pagine insultando spesso e volentieri coloro che ti sei scelta come bersaglio (che sospetto che non siano quelli più vicini alle tue idee "politiche"), sparando giudizi argomentati solo dalla tua ideologia, accusando di barbarie quella altrui, ammesso che tu abbia capito quale sia

rileggiti i tuoi interventi e capirai che stai parlando più di te che di me

cordialmente

maria luisa ha detto...

caro chart, ti ringrazio per l'invito a guardare dentro me stessa, ma apri una porta aperta perché già l'ho fatto, lo sto facendo e lo farò. Ho un percorso ricco di esperienze trascendentali, mi sono messa in discussione tutta la vita; STO BENE, e sinceramente ho fatto quasi completamente pace con me stessa. Inoltre sono una bella donna, ho due splendidi figli, un marito all'altezza della situazione, un lavoro che mi piace. Sono credente e non bigotta, proprio per tutto questo ho imparato a sentire l'odore delle cose positive e di quelle dannose. Ti ribadisco quindi la convinzione delle mie affermazioni (senza che tu mi debba far passare per una povera pazza nevrotica e astiosa). Anche altri la pensano come me, sono convinta che le mie idee politiche in questo momento tutelino di più la nostra cultura, la nostra vita, la nostra libertà sia spirituale che fisica. Sia il cristianesimo che l'Islam derivano dall'Ebraismo e si ha buon gioco a dimostrare che anche la nostra cultura è ricca di trascorsi di intolleranza e di violenza; ma attualmente il pericolo viene da tutt'altra parte. Ti invito a riflettere su quello che scrivi perché alimenta il pressapochismo, l'anticlericalismo da quattro soldi, il senso di inferiorità e di colpa che da certe parti politiche si sta cercando di instillare negli italiani, arrivando al paradosso che gli stranieri sono in certe cose più tutelati e sostenuti dalle istituzioni che gli italiani stessi. Ribadisco che in questo momento occorre riprendere le fila di un certo discorso e non alimentare questo stato di cose. La nostra cultura ha bisogno di rispetto soprattutto da parte di certi italiani che non hanno il senso di appartenenza. Io non ce l'ho con gli stranieri, che rispetto uno per uno, né con te come persona. Ce l'ho con la propaganda gratuita e insignificante. La nostra cultura ha ormai superato certe lezioni, soprattutto quelle del clericalismo e dell'ingerenza della chiesa. Si può rispondere tranquillamente perché certe conquiste sono ormai acquisite e anche i cattolici sono prevalentemente persone aperte. Rimanere aggrappati ad argomenti come quelli che usi tu, non serve a nessuno, diciamola meglio, è narcisismo.