01 ottobre 2006

Un bancomat per Gesù

I preti ne sanno una più del diavolo. Pur di far soldi. Un pastore di Augusta, in Georgia, tale Marty Baker, ha installato nella sagrestia della sua chiesa una sorta di bancomat (un POS, per la precisione, cioè un Point Of Sale) affinchè i fedeli possano lasciare le loro offerte direttamente tramite tale dispositivo elettronico. "It's truly like an ATM for Jesus", afferma convintamente il reverendo Baker, che ha battezzato il marchingegno con il nome di Giving Kiosk.

Il dianmico reverendo aveva già introdotto presso la sua comunità la distribuzione di sermoni via podcast e la banda della parrocchia non esita ad eseguire cover degli Aerosmith (Dream on, per la precisione) per catturare l'attenzione del suo gregge.

Per quest'anno Il dinamico prete-imprenditore prevede di incassare tra i 200.000 ed i 240.000 dollari. Intanto ha messo su una società per distribuire il suo "bancomat per Gesù" ad altre chiese, ovviamente dietro il pagamento di una pia royalty, da lasciare al Gesù della sua parrocchia piuttosto che a quello delle altre.

"Un bancomat per Gesù" Compilation

Aerosmith: DREAM ON
Lawrence Reynolds: JESUS IS A SOUL MAN
Murray Head: JESUS CHRIST SUPERSTAR
RAmona & Paul Whiteman: ARE YOU MAKING ANY MONEY?
Pete Seeger: MONEY IS KING
Barrett Strong: MONEY (THAT'S WHAT I WANT)
O'Jays: FOR THE LOVE OF MONEY
Pet Shop Boys: OPPORTUNITIES (LET'S MAKE LOTS OF MONEY)
Badlands: METAL CHURCH

7 commenti:

M.S. ha detto...

Meglio comunque della sciagurata Finanziaria 2007, l'unica in grado di scontentare TUTTA Italia ! :-PPP

Anonimo ha detto...

Bravo ms.Chartitalia si scandalizza di tutto tranne di quello che fanno quei porci maiali assassini delinquenti sporcaccioni schifosi del governo.

chartitalia ha detto...

non cancello l'intervento del figuro precedente solo per esemplificare che messaggi simili non sono tollerati su questo blog: si può essere ipercritici con chiunque purchè vi sia un minimo di argomentazione e l'intervento non sia una sequela di insulti sconclusionati

Anonimo ha detto...

E' chiaro che la mia era una provocazione.
Maper favore parla di canzonette e di charts,il tuo mestiere, e non invadere col pretesto di esse il campo della politica soprattutto quuella filoprodiana.Ci pensano altri.Tra l'altro gli "avidi della musica" sono quasi tutti di sinistra(??????? centro).
Ho detto tutto.
Saluti e buon lavoro.

Anonimo ha detto...

Perché non:
Frank Zappa: We're only in it for the money?

chartitalia ha detto...

ottimi suggerimenti, considerali aggiunti alla compilation
grazie

Anonimo ha detto...

Io sono Gesu' sono povero e avrei bisogno di qualche soldino come posso fare per avere i soldi delle offerte?

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.