07 novembre 2006

Classifica Film: Stagione 1972/73

Trionfatore assoluto della stagione cinematografica 1972/73 è senza ombra di dubbio Marlon Brando che si accaparra i primi due posti in classifica con due film destinati a divenire due pilastri della storia del cinema mondiale. Il Padrino di Francis Ford Coppola, è il capostipite della saga tratta dal romanzo di Mario Puzo, con episodi e modi di dire che sono entrati nel linguaggio comune (per tutti, "Gli farò un'offerta che non potrà rifiutare"). Ultimo tango a Parigi diretto da Bernardo Bertolucci rappresenta il prototipo del film "maledetto": censuratissimo e sequestratissimo, condannato dal Tribunale, con sentenza definitiva, ad essere addirittura distrutto.

Ma anche il film al 3° posto era destinato a fare epoca: Malizia di Salvatore Samperi che, liberato dall'obbligo di fare film di impegno civile, lancia le prosperità di Laura Antonelli, consacrandola defintivamente diva e dando il via all'ennesimo genere italiota, quello della commedia pecoreccia.

I tre film successivi sono all'insegna della coppia-fenomeno di quegli anni: Terence Hill e Bud Spencer, anche se solo uno è interpretato da entrambi (Più forte ragazzi!) mentre i due successivi sono interpretati dal solo Terence Hill (E poi lo chiamarono il Magnifico) o dal solo Bud Spencer (Anche gli angeli mangiano fagioli), entrambi comunque diretti dal regista dei loro più grandi successi: E.B. Clucher (alias Enzo Barboni).

Tra gli altri film della Top 20, un paio di citazioni doverose per La prima notte di quiete di Valerio Zurlini ed il secondo episodio della Trilogia della vita di Pasolini (I racconti di Canterbury) ed un plauso particolarissimo per l'ennesimo capolavoro assoluto di Stanley Kubrick: Arancia meccanica.


- Box Office Italia -
I 20 maggiori incassi della stagione 1972/73

  1. Il Padrino (The Godfather), di Francis Ford Coppola; con: Marlon Brando, Al Pacino, Robert Duvall, James Caan, Diane Keaton, John Cazale, Talia Shire, Sterling Hayden, Richard Castellano, Richard Conte, Al Lettieri.

  2. Ultimo tango a Parigi, di Bernardo Bertolucci; con: Marlon Brando, Maria Schneider, Jean-Pierre Léaud, Massimo Girotti, Maria Michi, Darling Legitimus, Giovanna Galletti, Veronica Lazar.

  3. Malizia, di Salvatore Samperi; con: Laura Antonelli, Turi Ferro, Alessandro Momo, Tina Aumont, Pino Caruso, Angela Luce.

  4. Più forte ragazzi...!, di Giuseppe Colizzi; con: Terence Hill, Bud Spencer, René Kolldehoff, Alexander Allerson, Ferdinando Murolo, Cyril Cusack.

  5. E poi lo chiamarono il Magnifico, di E.B. Clucher; con: Terence Hill, Yanti Somer, Dominic Barto, Harry Carey, Enzo Fiermonte, Gregory Walcott.

  6. Anche gli angeli mangiano fagioli, di E.B. Clucher; con: Giuliano Gemma, Bud Spencer, Robert Middleton, Steffen Zacharias, Bill Vanders.

  7. La prima notte di quiete, di Valerio Zurlini; con: Alain Delon, Sonia Petrovna, Lea Massari, Giancarlo Giannini, Alida Valli, Adalberto Maria Merli, Renato Salvatori, Salvo Randone.

  8. L'emigrante, di Pasquale Festa Campanile; con: Adriano Celentano, Claudia Mori, Pepe Calvo, Lino Toffolo, Sybil Danning.

  9. Arancia meccanica (A Clockwork Orange), di Stanley Kubrick; con: Malcolm McDowell, Michael Bates, Adrienne Corri, Patrick Magee.

  10. Alfredo Alfredo, di Pietro Germi; con: Dustin Hoffman, Stefania Sandrelli, Carla Gravina, Saro Urzì, Duilio Del Prete.

  11. I racconti di Canterbury, di Pier Paolo Pasolini; con: Hugh Griffith, Laura Betti, Ninetto Davoli, Franco Citti, Josephine Chaplin.

  12. Joe Valachi - I segreti di Cosa Nostra (The Valchi Papers), di Terence Young; con: Charles Bronson, Lino Ventura, Jill Ireland, Walter Chiari, Joseph Wiseman, Gerald S. O'Loughlin, Amedeo Nazzari, Fausto Tozzi, Pupella Maggio, Angelo Infanti.

  13. Un ufficiale non si arrende mai, nemmeno di fronte all'evidenza. Firmato Colonnello Buttiglione, di Mino Guerrini; con: Jacques Dufilho, Aldo Maccione, Michele Gammino, Giacomo Rizzo, Vincenzo Crocitti, Ernesto Calindri, Cinzia Bruno, Wilma Casagrande, Christa Linder.

  14. Lo chiameremo Andrea, di Vittorio De Sica; con: Nino Manfredi, Mariangela Melato, Anna Maria Aragona, Maria Pia Casilio, Isa Miranda, Lino Patruno.

  15. Cinque dita di violenza (Tian xia di yi quan / The Invincible Boxer), di Cheng Chang; con: Lo Lieh, Wang Ping, Tien Feng, Ku Wen-Chung, Tung Lin.

  16. Lo scopone scientifico, di Luigi Comencini; con: Alberto Sordi, Silvana Mangano, Bette Davis, Joseph Cotten, Domenico Modugno, Mario Carotenuto, Antonella Di Maggio, Dalila Di Lazzaro.

  17. Una ragione per vivere ed una per morire, di Tonio Valerii; con: James Coburn, Bud Spencer, Telly Savalas, René Kolldehoff.

  18. L'uccello migratore, di Steno; con: Lando Buzzanca, Rossana Podestà, Gianrico Tedeschi.

  19. Il richiamo della foresta (Call of the Wild), di Ken Annakin; con: Charlton Heston, Michèle Mercier, Maria Rohm, Rik Battaglia, George Eastman, Raimund Harmstorf.

  20. Il clan dei Marsigliesi (La scoumoune), di Josè Giovanni; con: Jean-Paul Belmondo, Claudia Cardinale, Michael Constantine.
NB: Fare riferimento alla nota metodologica per le fonti utilizzate e per i dettagli su come la classifica è stata ottenuta.

Oltre i primi 20

Tra i film oltre la 20-esima posizione, questi sono quelli che riteniamo più interessanti.
  • Ludwig di Luchino Visconti
    Helmut Berger, Trevor Howard, Romy Schneider, Silvana Mangano, Helmut Griem, Umberto Orsini, Marc Porel, Gert Fröbe, Sonia Petrovna, Adriana Asti

  • Film d'amore e d'anarchia ovvero: stamattina alle 10 in via dei Fiori nella nota casa di tolleranza di Lina Wertmuller
    Giancarlo Giannini, Mariangela Melato, Lina Polito, Eros Pagni, Giuliana Calandra, Anna Bonaiuto

  • Ma papà ti manda sola? (What's Up, Doc?) di Peter Bogdanovich
    Barbra Streisand, Ryan O'Neal, Kenneth Mars, Madeline Kahn, Michael Murphy, Randy Quaid

  • Trappola per un lupo (Docteur Popaul) di Claude Chabrol
    Jean-Paul Belmondo, Mia Farrow, Laura Antonelli, Daniel Ivernel, Daniel Lecourtois

  • Corvo Rosso non avrai il mio scalpo (Jeremiah Johnson) di Sidney Pollack
    Robert Redford, Will Geer, Stefan Gierasch, Delle Bolton, Allyn Ann McLerie

  • Frenzy (Frenzy) di Alfred Hitchcock
    Jon Finch, Alec McCowen, Barry Foster, Vivien Merchant

  • Getaway (The Getaway) di Sam Peckinpah
    Steve McQueen, Ali MacGraw, Ben Johnson, Bo Hopkins, Al Lettieri, Sally Struthers, Slim Pickens

  • Provaci ancora Sam (Play It Again, Sam!) di Woody Allen
    Woody Allen, Diane Keaton, Tony Roberts, Jerry Lacy, Susan Anspach, Jennifer Salt

  • Cabaret (Cabaret) di Bob Fosse
    Liza Minnelli, Michael York, Joel Grey, Helmut Griem, Marisa Berenson

  • Che? (What?) di Roman Polanski
    Sydne Rome, Marcello Mastroianni, Hugh Griffith, Romolo Valli, Guido Alberti, Roman Polanski, Carlo Delle Piane, Alvaro Vitali

  • Prendi i soldi e scappa di Woody Allen
    Woody Allen, Janet Margolin, Marcel Hillaire, Jacquelyn Hyde, Lonny Chapman

  • Sono stato io di Alberto Lattuada
    Giancarlo Giannini, Silvia Monti, Orazio Orlando, Hiram Keller, Georges Wilson, Ely Galleani, Alberto Lattuada, Piero Chiara

  • L'uomo dai sette capestri (The Life and Times of Judge Roy Bean) di John Huston
    Paul Newman, Ava Gardner, Jacqueline Bisset, Tab Hunter, Stacy Keach, Anthony Perkins, Roddy McDowall, Victoria Principal, Ned Beatty, John Huston

  • Vogliamo i colonnelli di Mario Monicelli
    Ugo Tognazzi, Claude Dauphin, Duilio Del Prete, François Périer, Camillo Milli, Carla Tatò, Pino Zac

  • La cagna di Marco Ferreri
    Marcello Mastroianni, Catherine Deneuve, Michel Piccoli, Corinne Marchand

  • Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso e non avete mai osato chiedere (Everything You Always Wanted to Know About Sex (But Were Afraid to Ask) di Woody Allen
    Woody Allen, John Carradine, Lou Jacobi, Louise Lasser, Lynn Redgrave, Anthony Quayle, Tony Randall, Burt Reynolds, Gene Wilder

  • L'Amerikano (Etat de siège) di Costa Gavras
    Yves Montand, Renato Salvatori, O.E. Hasse, Jacques Weber, Jean-Luc Bideau

  • Il fascino discreto della borghesia (Le charme discret de la bourgeoisie) di Luis Bunuel
    Fernando Rey, Paul Frankeur, Delphine Seyrig, Bulle Ogier, Michel Piccoli, Stéphane Audran, Jean-Pierre Cassel, Milena Vukotic

  • E' simpatico ma gli romperei il muso (Ceasr et Rosalie) di Claude Sautet
    Yves Montand, Romy Schneider, Sami Frey, Umberto Orsini, Isabelle Huppert

  • Fritz il gatto (Fritz The Cat) di Ralph Bakshi
    [cartoni]

  • In viaggio con la zia (Travels With Mu Aunt) di George Cukor
    Maggie Smith, Alec McCowen, Louis Gossett Jr., Robert Stephens

  • La collina degli stivali [R] di Giuseppe Colizzi
    Terence Hill - Bud Spencer - Woody Strode - Lionel Stander - Glauco Onorato

Oltre la classifica

Infine, segnaliamo i film che, nonostante l'insuccesso al botteghino, sono comunque rimasti nella storia del cinema e spesso sono divenuti dei veri e propri cult, elencati in ordine di nostro gradimento.
  • Che cosa è successo tra mio padre e tua madre? (Avanti!), di Billy Wilder; con: Jack Lemmon, Juliet Mills, Clive Revill, Edward Andrews, Gianfranco Barra, Franco Angrisano.

  • Aguirre, furore di Dio (Aguirre, der Zorn Gottes), di Werner Herzog; con: Klaus Kinski, Ruy Guerra, Helena Rojo, Cecilia Rivera.

  • Gli insospettabili (Sleuth), di Joseph L. Mankiewicz; con: Laurence Olivier, Michael Caine, John Matthews, Eve Channing.

  • Solaris (Solaris), di Andrej Tarkovskij; con: Natalja Bondarcuk - Donatas Banionis - Jurij Jarvet - Anatolij Solonicyn - Nikolaj Grin'ko - Vladimir Dvorzeckij.

  • L'ultimo spettacolo (The Last Picture Show), di Peter Bogdanovich; con: Timothy Bottoms - Jeff Bridges - Ben Johnson - Cybill Shepherd - Ellen Burstyn - Cloris Leachman - Eileen Brennan - Randy Quaid - Sam Bottoms - Clu Gulager.

  • Nel nome del padre, di Marco Bellocchio; con: Yves Beneyton, Renato Scarpa, Laura Betti, Lou Castel, Piero Vida, Aldo Sassi, Gisella Burinato, Ghigo Alberani.

  • Macbeth (Macbeth), di Roman Polanski; con: Jon Finch - Francesca Annis - Martin Shaw - John Stride - Nicholas Selby - Terence Bayley.

  • Il genio della rapina ($(Dollars)), di Richard Brooks; con: Warren Beatty, Goldie Hawn, Gert Fröbe, Robert Webber, Scott Brady.

  • Una giornata spesa bene (Une journée bien remplie), di Jean-Louis Trintignant; con: Jacques Dufilho, André Falcon, Denise Perón, Luce Marquand, Antoine Marin, Vittorio Caprioli, Franco Pesce.

  • L'invito (L'invitation), di Claude Goretta; con: Michel Robin, Jean-Luc Bideau, François Simon, Jean Champion, Pierre Collet.

  • Family Life (Family Life), di Ken Loach; con: Sandy Ratcliff - Grace Cave - Bill Dean - Malcolm Tierney - Hylar Martin.

  • Il boy friend (The Boy Friend), di Ken Russell; con: Twiggy - Christopher Gable - Max Adrian - Tommy Tune - Glenda Jackson - Antonia Ellis.

  • Harold e Maude (Harold and Maude), di Hal Ashby; con: Ruth Gordon - Bud Cort - Vivian Pickles - Cyril Cusack.

  • L'amore il pomeriggio (L'amour l'après midi), di Eric Rohmer; con: Bernard Verley, Zouzou, Françoise Verley, Daniel Ceccaldi.

  • El Topo (El Topo), di Alejandro Jodorowsky; con: Alejandro Jodorowsky - Mara Lorenzio - David Silva.

  • La femme en bleu (La femme en bleu), di Michel Deville; con: Michel Piccoli, Lea Massari, Michel Aumont, Simone Simon.

  • Frustrazione (Dr. Phibes Rises Again), di Robert Fuest; con: Vincent Price, Peter Cushing, Robert Quarry, Fiona Lewis, Terry-Thomas.

  • Images (Images), di Robert Altman; con: Susannah York, Marcel Bozzuffi, René Auberjonois.

  • Le lacrime amare di Petra Von Kant (Die bitteren Tränen der Petra von Kant), di Rainer Warner Fassbinder; con: Margit Carstersen, Hanna Schygulla, Irm Herrmann, Eva Mattes.

  • Il re dei giardini di Marvin (The King of Marvin Gardens), di Bob Rafelson; con: Jack Nicholson, Bruce Dern, Ellen Burstyn, Julia Anne Robinson, Scatman Crothers.

  • Diario di un maestro, di Vittorio De Seta; con: Bruno Cirino, Mico Cundari, Marisa Fabbri, Tullio Altamura.

  • Nessuna pietà per Ulzana (Ulzana's Raid), di Robert Aldrich; con: Burt Lancaster, Bruce Davison, Jorge Luke, Joaquin Martinez, Richard Jaeckel, Douglass Watson.

  • Il potere, di Augusto Tretti; con: Paola Tosi - Massimo Campostrini - Ferruccio Maliga - Giovanni Moretto - Augusto Tretti.

  • Città amara - Fat City (Fat City), di John Huston; con: Stacy Keach, Jeff Bridges, Susan Tyrrell, Candy Clark, Nicholas Colasanto.

  • Il ruolo della mia famiglia nella rivoluzione mondiale (Uloga moje periodice u svetskoj revoluciji), di Bata Cengic; con: Milena Dravic - Mica Tomic - Erika Druzovic - Bata Stojkovic.

  • I lautari (Lautary), di Emil Lotjanu; con: Sergej Lunkevic, Dimitrij Chebeschesku, Ol'ga Kympianu, Dimitrij Mocanu, Svetlana Toma.

  • Bronte - Cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato, di Florestano Vancini; con: Ivo Garrani, Mariano Rigillo, Ilija Dzuvalekovski, Filippo Scelzo.

  • Lezioni di storia (Geschichtsunterricht), di Jean-Marie Straub & Danièle Huillet; con: Gottfried Bold, Johann Unterpertinger, Henri Ludwiff, Carl Vaillant, Benedikt Zulauf.

  • America 1929 - Sterminateli senza pietà (Boxcar Bertha), di Martin Scorsese; con: Barbara Hershey, David Carradine, Bernie Casey, John Carradine.

  • L'udienza, di Marco Ferreri; con: Enzo Jannacci - Claudia Cardinale - Ugo Tognazzi - Michel Piccoli - Vittorio Gassman - Alain Cuny.

  • La clessidra (Senatorium pod Clepsydra), di Wojciech J. Has; con: Jan Nowicki, Tadeusz Kondrat, Irena Orska, Halina Kowalska.

  • I giorni del '36 (Meres tu '36), di Thodoros Anghelopulos; con: Kostas Pavlu, Petros Makaris, Vanghelis Kazan, Christos Kalabruzos, Petros Zardakis, Iannis Kandilas.

  • Le nozze (Wesele), di Andrzej Wajda; con: Daniel Olbrychski, Ewa Zietek, Malgorzata Lorentowicz, Barbara Wrzesinka, Andrzej Lamicki, Wojciech Pszoniak, Marek Perepeczko, Maja Komorowska.

  • Fuoco di paglia (Strohfeuer), di Volker Schlöndorff; con: Margarethe von Trotta, Friedhelm Ptok, Martin Lüttge, Ute Ellin.

  • La foresta che vive (Ape and Ape Super Ape), di Bert Haanstra; con: [documentario].

Cos'altro chiedere ad una annata che ha presentato almeno una decina di capolavori?

Classifica precedente: Classifica Film: Stagione 1971/72

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Un dubbio mi assale ogni qualvolta vedo questo (presunto) capolavoro di Francis Ford Coppola proiettato nell'empireo della cinematografia: quale bizzarro capomafia ha ispirato Marlon Brando per questa interpretazione di boss affetto da ipotiroidismo; condannato a continue flebo di cortisone che lo aiutino a respirare meglio e che per apparire più truce agli occhi dei suoi subordinati, si ficca in bocca della mollica di pane. Più comico della visione di Provenzano col catetere.

Christian ha detto...

Beh, MALIZIA non è proprio del genere "pecoreccio". E' un soft-sexy vouyeristico in versione patinata. Non si può paragonare ai classici del genere tipo ALLE DONNE DEL CASTELLO PIACE TANTO FARE QUELLO....

Anonimo ha detto...

quanto ci mancano hill e spencer....

Anonimo ha detto...

"
Un dubbio mi assale ogni qualvolta vedo questo (presunto) capolavoro di Francis Ford Coppola proiettato nell'empireo della cinematografia: quale bizzarro capomafia ha ispirato Marlon Brando per questa interpretazione di boss affetto da ipotiroidismo; condannato a continue flebo di cortisone che lo aiutino a respirare meglio e che per apparire più truce agli occhi dei suoi subordinati, si ficca in bocca della mollica di pane. Più comico della visione di Provenzano col catetere."

Ah, divernte!!!
Vabbé, meglio lasciar perdere.

Anonimo ha detto...

AH, però "Cinque dita di violenza" tra i primi quindici. Credo sia il film asiaitco ( da dire che non è che siano arrivati tantissimi da noi, soprattutto di Hong Kong) di maggior successo da noi. O sbaglio?

Anonimo ha detto...

Beh, in effetti, anche di film coreani e altri...

Anonimo ha detto...

il padrino bella interpretazione mi piacerebbe trovare la traduzione letteraria della colonna sonora " il padrino " interpretata da il grande ennio morricone

Anonimo ha detto...

Anche "I Racconti di Canterbury" è andato bene anche se non ha ottenuto lo stesso successone de "Il Decamerone". Stessa sorte invece non accadrà per "Il Fiore delle Mille e una Notte". E dopo averlo visto capisco il perché. Da dire però che gli altri due non li ho visti. Quindi magari hanno un impianto simile e il non molto successo del terzo non è dovuto a questo fatto come credo.

LUCHOLIBRE ha detto...

si beh d'altronde purtroppo essendo di 1 altra epoca nn riesco a cogliere la decina di capolavori da te detta,ma x quel che vedo cmq ci sn molti bei film,nell'annata con Hill-Spencer all'apice e Brando che regna,devo vedere Ultimo Tango cmq!!!
Corleone Stayl

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.