01 dicembre 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n.47 del 1° Dicembre

Tutto immutato nelle prime tre posizioni della nostra classifica dei desideri, che a volte si verificano, come successo questa settimana in cui 2 brani che vi avevano stazionato più o meno a lungo sono entrati nella Top 100 dei brani di maggior successo: la corrosiva "AAA Cercasi" di Carmen Consoli (in testa anche alle vostre preferenze) e l'ottima Hypnotize U di N.E.R.D. Ma vediamo il resto della classifica.




Continua il bel momento delle band italiane, tutte rigorosamente al di fuori dei circuiti mainstream: entrano Nostalgia del futuro dei Mambassa e Le promesse degli Amor Fou.

E ci aggiungiamo anche un brano destinato ad entrare sicuramente nella Top 100 già dalla prossima settimana: si tratta della cantautrice romana Nathalie (al secolo, Giannitrapani), trionfatrice a sorpresa (è anche la prima donna a vincere il talent-show) della quarta edizione di X-Factor appena conclusa. Ispirata dichiaratamente alla canzone d'autore alla Tori Amos e Fiona Apple, la cantautrice romana ha conquistato il pubblico con la delicata e passionale In punta di piedi, da lei stessa composta.

Non lo facciamo spesso ma a volte riproponiamo qualche brano già segnalato negli scorsi mesi. Facciamo un'eccesione per Heavy in Your Arms, brano originariamente realizzato da Florence + The Machine per la colonna sonora del film "The Twilight Saga: Eclipse", uscita in estate. Ora è improvvisamente sotto i riflettori perchè pubblicato come singolo a promuovere la riedizione doppia dell'album di Florence (LUNGS), nella quale il secondo CD, intitolato BETWEEN TWO LUNGS, ospita rarità e una manciata di versioni dal vivo.

Concludono i nuovi ingressi tre brani che difficilmente entreranno nella nostra Top 100 dei brani di maggior successo, ma che per un verso o per un altro sono molto belli. Ad iniziare dalla affascinante Beautiful Tango della marocchino-francese Hindi Zahra, per proseguire con i Balam Acab che hanno fatto un album fantastico con una delle canzoni di musica elettronica più belle dell'anno: See Birds (Moon). Per finire con una "vecchia" conoscenza, Plan B, con ancora un estratto (il terzo) dall'ottimo album THE DEFAMATION OF STRICKLAND BANKS. Ancora una volta l'estetica soul "vintage" del suo stile incontra un'urgenza espressiva -sottolineata dal gran lavoro degli archi- difficilmente riscontrabile in molte altre produzioni del genere.

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.46 del 24 Novembre

Nessun commento: