09 dicembre 2010

Hit Parade che non c'è 2010/ Settimana n.48 dell'8 Dicembre

L'inossidabile Paolo Conte continua a confezionare album preziosi e fuori da ogni moda, e anche il recente NELSON non fa eccezione: sarebbe davvero bello se, dopo il singolo "L'orchestrina", riuscisse a farsi spazio in Top 100 Fra le tue braccia, brano che ne apre la scaletta e suona già come uno dei suoi classici più magici. Non sappiamo se ciò succederà, intanto l'avvocato astigiano conquista la testa della nostra classifica che non c'è.




Due brani segnalati in questa classifica un po' così sono approdati alla classifica vera: il primo era sin troppo facile, "In punta di piedi" della x-factoriana Nathalie (cui avete tribuato un vero e proprio plebiscito con le vostre preferenze), mentre l'altro era un po' meno ovvio: "Somebody To Love Me" di Mark Ronson che si fa accompagnare dal redivivo Boy George.

Tante (ben 8) le novità di questa settimana. Oltre a Paolo Conte, sul podio esordisce anche la spettacolare All Of The Lights da MY BEAUTIFUL DARK TWISTED FANTASY, l'ultimo album di Kanye West: nella sua versione integrale, il brano ospita non solo la voce di Rihanna, ma anche -tra gli altri- Alicia Keys, Elton John (ovviamente al pianoforte), Fergie, John Legend, Kid Cudi, ed Elly Jackson, metà femminile dei La Roux. Disegnato per le classifiche, ma con grande classe: daremmo quasi per scontato il suo ingresso nella classifica che c'è.

Al 4° posto, non potevamo resistere all'inedito di Samuel Beam (in arte Iron & Wine) in attesa del nuovo album KISS EACH OTHER CLEAN: Walking Far From Home ha un discreto potenziale radiofonico e qualche eco anni '70 che potrebbero guadagnare nuovi fans alla causa "roots" dell'artista originario della South Carolina.

A seguire, il nuovo singolo dei Gorillaz: si tratta di un inedito non contenuto nella precedente versione dell'album PLASTIC BEACH (il meno fortunato, immeritatamente, della loro discografia). Doncamatic è stata scritta da Damon Albarn insieme a Daley, giovane artista di Manchester che la interpreta anche vocalmente e, appena uscita, è già nei Top 40 britannici. Ed anche su questo scommettiamo di vederlo in classifica anche da noi.

All'8° posto, nuovo estratto dal secondo album (omonimo) del duo canadese Crystal Castles: stavolta a cantare non c'è la provocatoria Alice Glass ma Robert Smith, voce storica dei Cure. Not In Love è una cover che valorizza il misconosciuto brano inciso nel 1983 dai Platinum Blonde, oscura band new wave (anch'essa canadese) il cui successo praticamente non varcò mai i confini patri.

C'è poco da fare, SWIM di Caribou è uno degli album più belli e suggestivi -soprattutto nel combinare linguaggio "indie-pop" e urgenza dance- usciti durante il 2010 che va a concludersi. Dopo le ottime "Odessa" e "Sun" ora ne viene estratto un terzo singolo, anch'esso di impatto non immediato ma di pari bellezza melodica, cioè Leave House. Detto questo, temiamo che sia destinato a mancare i Top 100 come i precedenti.

Seconda segnalazione dall'album DEI CANI dei bellunesi Non Voglio Che Clara. E tornano con l’atroce fotografia musicale di una generazione sconfitta da una solitudine "senza cane e senza lavoro". Dopo "Le guerre" ecco questa "La mareggiata del '66" che già nel titolo richiama ad uno dei decenni di loro riferimento, il decennio dei Tenoc, dei Paoli e degli Endrigo cui si rifanno con classe ed eleganza.

E per concludere, ancora un gruppo italiano, questa volta tra i più noti e tra quelli di più lungo corso, essendo attivi da oltre vent'anni: i Marlene Kuntz, guidata dal cantante e scrittore Cristiano Godano. Recentemente è uscito l'ottavo album della band cuneese intitolato RICOVERI VIRTUALI E SEXY SOLITUDINI. Il primo singolo scelto è Paolo Anima Salva che ha un ritornello piuttosto radiofonico, a dispetto del testo piuttosto "grave".

Alla prossima.

Classifica precedente: Settimana n.47 del 1 Dicembre

Nessun commento: