12 giugno 2006

Per fare un dispetto

Sino a ieri non conoscevo l'acume del contrammiraglio Harry Harris, uno dei comandanti dell'ameno posto di villeggiatura che risponde al nome di Guantanamo. Ma da oggi ho finalmente colmato questa lacuna e posso, senza tema di smentite, affermare che tale contrammiraglio è uno dei massimi geni dell'era moderna. Sentite il suo ragionamento.

Nella prigione di Guantanamo ieri l'altro si sono "suicidati" tre prigionieri, pare impiccandosi a delle corde improvvisate ricavate da vestiti e lenzuola. In tale prigione si trovano da oltre 4 anni oltre 400 prigionieri, senza mai essere comparsi davanti ad un giudice e molti senza sapere neanche di cosa sono accusati. In condizioni tali che sinora 41 prigioneri hanno tentato il suicidio, ed uno di essi ci ha provato per 12 volte.

Orbene, come spiega questo stato di cose il mitico Harry? Ecco le sue dichiarazioni: "Non è stato un atto di disperazione ma un atto di guerra da parte dei detenuti". E già, come abbiamo fatto a non pensarci? Ringraziamo il geniale ammiraglio per averci illuminato sulle sofisticatissime tecniche di attacco di questi perfidi terroristi: invece di sparare ai loro nemici, gli fanno un dispetto impiccandosi alle lenzuola! Sperando così che i nemici, vedendoli, muoiano. Dal ridere.

Beh, certo che se usiamo l'accusa mossa dall'Harrys come indicatore degli altri "misfatti" di cui sono accusati, comprendiamo meglio perchè Amnesty International sta parlando di crimini contro l'umanità per la vicenda Guantanamo.

Ma a parte la raccappriciante dichiarazione dell'Harrys vi sono altri aspetti che gridano vendetta al cielo. Per esempio, la dichiarazione del portavoce della Casa Bianca che ha sostenuto che ciò che avviene a Guantanamo "rientra nell'ambito delle nostre leggi". La cosa agghiacciante è che probabilmente dice il vero.

E poi che l'articolista del Corriere riporti la farneticante dichiarazione del contrammiraglio senza un minimo di commento. Senza cioè denunciarlo, se non per crimini contro l'Umanità, almeno per crimini contro la Logica.

"Per fare un dispetto" Compilation

Nuova Compagnia di Canto Popolare: PE' DISPIETTO
The Sandpipers: GUANTANAMENA
Donatella Rettore: KAMIKAZE ROCK AND ROLL SUICIDE
Elvira Donnarumma: 'O PIANO 'E GUERRA
Salvatore Papaccio: PRIGGIONIERO 'E GUERRA
Adriano Celentano: LA TERZA GUERRA MONDIALE
Giuseppe Godono: SERENATA DISPETTOSA
Lucio Battisti: PRIGIONIERO DEL MONDO
Armando Gill: STORNELLI DISPETTOSI
Franco Battiato: BREVE INVITO AL SUICIDIO

Nessun commento:

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.