01 gennaio 2006

Il fattore B

Bush, Blair, Berlusconi, Bossi. La lettera B sembra accomunare le più grandi sciagure che si sono abbattute sul mondo, e sull'Italia in particolare, in questo inizio di millennio.

I primi due, con i secondi due a far da claque, si sono macchiati di delitti orrendi contro l'umanità: bombardamenti di popoli inermi, uso di armi di distruzione di massa verso l'esterno ed armi di distrazione di massa verso l'interno, leggi liberticide fatte approvare da parlamenti vergognosi.

I secondi due, con i primi due a far da claque, hanno ridotto sul lastrico il nostro sciagurato paese: rubato ai poveri per dare ai ricchi, approvato leggi infami, fatto strame della Costituzione, messo il Parlamento in mano a pregiudicati.

Il mondo sta sicuramente peggio di prima che il fattore B facesse irruzione sulla scena mondiale ed italiana. Ciò che chiedo a questo 2006 è che inizi una inversione di tendenza, intanto liberandoci dal piazzista di Arcore e dall'elettrotecnico di Cassano Magnago. Per gli altri due occorrerà aspettare ancora qualche anno, ma possiamo sempre sperare che vengano cacciati da correnti interne ai loro stessi partiti. E' tanto sperare che si cambi lettera?

Nessun commento:

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.