31 gennaio 2006

Traduzione: Like a Rolling Stone - Bob Dylan

Il testo che traduciamo questa settimana, Like a Rolling Stone, è certamente una delle pietre miliari dell'intera storia della musica moderna, di quelle che segnano un'era, così come l'album da cui era tratta: Highway 61 Revisited, che segnò la svolta "elettrificata" di quello che sino ad allora era stato un cantante folk acustico. Era il 15 giugno 1965 quando fu registrata per la prima volta, con l'ausilio di Mike Bloomfield alla chitarra elettrica e Al Kooper all'organo, e nel luglio dello stesso anno la eseguì al festival di Newport, suscitando naturalmente lo sconcerto nel pubblico che gridò al tradimento. Da allora è sempre stata in testa a tutte le "Top List" di gradimento della storia del rock.

Sulla canzone sono stati scritti libri interi ed il suo testo, ricco di allegorie e riferimenti criptici, si presta a svariate esegesi. La sua traduzione non è assolutamente cosa semplice tant'è che, eseguendola letteralmente, non rende giustizia all'originale. Per darvi un'idea, pensate al titolo: come tradurlo? "Come una pietra che rotola", "Come una pietra rotolante" o "Come un Rolling Stone", visto che nel 1965 i Rolling Stones esistevano ed erano famosi (a proposito, mel 1995 ne fecero una cover e la inserirono nell'album Stripped). Quest'ultima interpretazione sembra esclusa in quanto il titolo parrebbe ispirato ad un verso della canzone 'Lost Highway' di Hank Williams: "I'm a rolling stone, I'm alone and lost".

Il testo è tratto da un racconto breve dello stesso Dylan che racconta la storia di un'attricetta sbandata, prima sfruttata dal suo pigmalione e poi abbandonata, che viene emarginata dallo star system, resta sola e cade in disgrazia. Il racconto è ispirato alla storia vera di Edie Sedgwick (attrice e star del maestro del pop Andy Warhol) con cui Dylan ebbe una qualche relazione. La canzone è frutto del contrasto tra le due comunità artistiche dominanti nella New York degli anni Sessanta. Il 'Napoleone di stracci' della canzone è proprio Warhol.

[Update]
Mario Bonatti ci fa notare che viene sempre dimenticato un aspetto fondamentale che getta luce su questa "rolling stone", che non a caso o forse in conseguenza di ciò è anche il nome di un gruppo cardine del rock.
In inglese, per farla breve, l'espressione rolling stone traduce la parola "straccione, mendicante, vagabondo". Ed è indubbio che questa espressione sia stata usata sia per dare il nome al gruppo di Jagger e soci, sia per la canzone di Bob Dylan che non a caso esordisce dicendo "una volta vestivi così bene".

La canzone è formata da quattro strofe che però sono solo una piccola parte della storia originale. Questo è il link al testo in italiano.


Articolo precedente della serie: Light My Fire - The Doors

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Queste pietre continueranno a rotolare ad oltranza, secondo me.
Viene sempre dimenticato un aspetto fondamentale che getta luce su questa "rolling stone", che non a caso o forse in conseguenza di cio' e' anche il nome di un gruppo cardine del rock.
In inglese, per farla breve, l'espressione rolling stone (letteralmente pietra rotolante) traduce la parola "straccione, mendicante, vagabondo". Ed e' indubbio che questa espressione sia stata usata sia per dare il nome al gruppo di Jagger e soci, sia per la canzone di Bob Dylan che non a caso esordisce dicendo "una volta vestivi cosi' bene"
Speravo che in una sezione dedicata alla traduzione di Like a rolling stone potesse finalmente venire a galla la cosa. Cosi' non e' stato e allora non mi sono potuto esimere da questa puntualizzazione.
Cordialmente
Mario Bonatti HPI

chartitalia ha detto...

Grazie Mario,
preciso e puntuale come sempre.
Aggiungo le tue osservazioni direttamente nel post.

massimo ha detto...

solo una precisazione,il nome del gruppo Rolling Stones viene da una canzone di Muddy Waters "Rollin' Stones Blues",lo scelse Brian Jones

Anonimo ha detto...

ciao ma voi sapete ttt complimenti !!!!!!!!1 nn voglio lasciare commenti dispregiativi quindi ciao

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.