14 ottobre 2005

Cosa sto ascoltando: Pithecanthropus Erectus di Charles Mingus

Pithecanthropus Erectus è l'opera che, nel 1956, consacra Charles Mingus come uno dei grandi protagonisti del Jazz. Irascibile, petulante, dispotico, probabilmente un genio. Il brano che dà il titolo all'album è piuttosto ambizioso e costituisce uno dei suoi massimi capolavori: una suite strutturata in quattro fasi che raccontano il percorso del primo animale che ha conquistato la posizione eretta. Memorabile l'urlo strozzate del sax verso la fine quando raggiunge il punto di massima tensione e rappresentare un organismo in fin di vita che dà un estremo colpo di coda prima di esalare l’ultimo respiro.

In puro stile improvvisato (Mingus aborriva la musica "confezionata") PYTHECANTHROPUS ERECTUS costituisce una notevole anticipazione del free jazz di qualche anno dopo, ma senza le asprezze e gli estremismi di un Ornette Coleman. Fu il primo album in cui Mingus creò gli arreggiamenti su misura per la personalità dei suoi musicisti, tant'è che il terzo brano, "Profile of Jackie" prende il nome dal sax alto Jackie McLean che, insieme a Mal Waldron al piano, a J.R. Montrose (sax tenore) e a Willie Jones (batteria) completa il gruppo.

Altro brano notevole è A foggy day (in San Francisco), dallo standard di Gershwin, in cui vengono riprodotti stumentalmente tipici suoni di una grande città moderna immersa nella nebbia: il rombo dei camion, lo sferragliare dei tram, il taccheggiare della gente che cammina, il caos del traffico, il lamento delle sirene ovattato dalla nebbia, i fischietti dei poliziotti, i claxon delle automobili.

Questa la tracklist dell'album in ordine di personale gradimento (tra parentesi è riportato l'ordine delle tracce sul disco):
  1. Pithecanthropus Erectus (1)
  2. A foggy day (in San Francisco) (2)
  3. Love chant (4)
  4. Profile of Jackie (3)
Uno degli album che dovrebbero far parte di ogni discoteca essenziale sul jazz.

Voto: 8

Articolo precedente della serie: Compilations Montecarlo Nights

2 commenti:

Andrea ha detto...

sul mio blog c.mingus paint.....

MonsierVerdoux ha detto...

album bellissimo, in questo periodo sto ascoltando tantissimo mingus e presto ne scriverò sul mio blog!

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.