21 ottobre 2005

Talebani

1. Esposizione di simboli religiosi oppressivi obbligatoria.
2. Propagandisti della religione di stato pagati con soldi pubblici da tutti i cittadini, sia credenti che non credenti.
3. Scandalosi privilegi fiscali concessi alla gerarchia religiosa.
4. Invadenza prevaricatrice su ogni aspetto della convivenza civile, con precetti religiosi imposti a chi religioso non è.
5. I peggiori delitti contro la persona umana coperti e tollerati.
Già, non stiamo parlando di oscurantismi religiosi praticati in qualche remota regione del medio oriente ma della Chiesa Cattolica.

1. Sono di questi giorni le notizie che il Ministro dell'Ambiente Altero Matteoli, in quota ad Alleanza Nazionale, ha acquistato ed imposto l'affissione del Crocifisso in tutte le stanze del ministero, così come la Ministressa dell'Istruzione Letizia Moratti, in quota a Forza Italia, ha diramato una circolare con cui impone il ripristino del crocifisso in tutte le aule da cui fosse stato rimosso.

2. 3000 insegnanti di religione, nominati con criteri del tutto arbitrari dal vescovo, sono stati immessi in ruolo a spese dell'intera comunità italiana e scavalcando decine di migliaia di colleghi che hanno la sfiga di insegnare altre discpiline quali matematica, fisica, latino o greco e con decine di anni di insegnamento e di sacrifici.

3. La Chiesa Cattolica, e solo la Chiesa Cattolica, è esonarata dal pagamento dell'ICI su tutte le sue proprietà immobiliari, anche quando queste vengono utilizzate per mere attività commerciali quali la gestione di un cinema parrocchiale; tutto ciò aggiungendosi ai 700 milioni di euro (quasi 1400 miliardi di lire) regalati alle gerarchie ecclesiastiche tramite l'8 per mille della dichiarazione dei redditi.

4. Ingerenza e veti delle gerarchie ecclesiastiche su qualsiasi aspetto della nostra vita: dagli anatemi sulla fecondazione assistita alle scomuniche sulla convivenza al di fuori del matrimonio, all'occupazione di qualsiasi carica istituzionale quale la Banca d'Italia con la cozza patella Fazio.

5. Innumerevoli casi di pedofilia da parte di alti e bassi prelati che si sono consumati con la completa connivenza delle gerarchie ecclesiastiche.

Un Paese in ostaggio di un sistema di potere vergognoso di cui la Chiesa Cattolica detiene la regia e le varie forze italie, alleanze nazionali, leghe e cristiani "democratici" costituiscono gli strumenti conniventi. Dov'è che sono i talebani?

Articolo precedente della serie: Con questa legge non sarebbe mai nato

4 commenti:

Antonio Cilardo ha detto...

ho sempre apprezzato questo sito, ma ora cacciate questa cosa che non ha niente a che fare con la musica... ed è piena di imprecisioni: per esempio, l'esenzione dall'ICI non è stata approvata e comunque avrebbe riguardato una categoria molto ampia di beni, di cui solo il 4% appartiene alla Chiesa; mentre è del tutto fuori luogo la sparata su Fazio e sul'ingerenza nella vita politica, dato che il referendum è fallito per la volontà della stragrande maggioranza degli italiani.

chartitalia ha detto...

Caro Antonio,
dici che questa cosa non ha niente a che fare con la musica? uhmm... ti confesso che faccio fatica a capire cosa c'entra e cosa non c'entra con la musica...

Immagino che tu ti chieda cosa c'entrino con la musica i testi di Bob Dylan che parlano di guerra; e meno che mai c'entri con la musica De Andrè che tratta spesso di religione e di buone novelle. Per non parlare del massimo esponente vivente della canzonetta italiana, Adriano Celentano, che ha appena fatto quella trasmissione piuttosto qualunquista ma del tutto estranea alla musica come Rock Politik: cosa c'entra il rock, e quindi la musica, con la politica?

Per il resto: immagino che tu abbia sentito parlare dell'espressione "indicare la luna e guardare il dito". Beh, siamo da quei paraggi. La tesi del mio intervento era piuttosto semplice: la Chiesa cattolica non ha niente da invidiare ai peggiori oscurantismi talebani e, come questi, cerca di imporre i precetti della chiesa allo stato: centinaia di anni fa, un conservatore quale Cavour parlava invece di "libera chiesa in libero stato", mentre adesso abbiamo come massimi esponenti dello stato baciapile come Ciampi, Pera e Fazio. E a proposito di quest'ultimo, il fanciullo si è difeso con una tesi piuttosto singolare: che gli attacchi alla sua persona erano in realtà rivolti alla chiesa!!!!

Se hai sempre apprezzato questo sito saprai che questo, come tanti altri siti, è a rischio chiusura a causa delle politiche liberticide di questo governo, sostenuto e tenuto in vita dalle gerarchie ecclesiastiche. La tua buona fede non ti rende meno complice di uno dei regimi più oscurantisti che l'Italia abbia mai conosciuto.
Cordialità.

NoAmericanIdiot ha detto...

cari amici,
la risposta ad Antonio mi sembra davvero vuota e tirata per i capelli. non esitate neanche a dargli del "complice" di uno dei regimi più oscurantisti ecc. Siete rimasti ai tempi di Voltaire!!! a me pare che voi abbiate il cervello oscurato. se vogliamo guardare alla chiesa facciamolo onestamente e senza pregiudizi, quindi va bene la questione dell'ICI o della pedofilia ma smettetela di parlare di ingerenza nella vita di chicchessia... la chiesa ha diritto di dire la sua come chiunque poi ognuno valuta; e chi non vuole sentire non sente!!! oppure siete ancora fra quelli che credono che avere fede significhi spegnere il cervello? la chiesa è lontana anni luce da tutto questo, mi pare che siate un po' rimasti al palo!
lasciate perdere dylan e de andrè, qui si parla di classifiche e di musica! se proprio volete parlare di religione, dite quello che vi pare confrontandovi con chi la pensa diversamente magari con testi di brani o altro, non sparando velenose veemenze. Che la chiesa sia fatta di talebani non è un fatto, è una vostra opinione. se pensate che sia un fatto, siete voi i talebani!!!

chartitalia ha detto...

caro americanidiot,
la tua tesi è piuttosto singolare e si può riassumere in questo sillogismo: chi dice che qualcosa è talebano, è talebano lui stesso; ergo, applicando il tuo principio, trai le conseguenze tu stesso...

stendo un velo di pietoso silenzio sul resto delle tue argomentazioni; non voglio convincere nessuno: ognuno crede quello che si merita

cordialità

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.