01 dicembre 2006

Il web porno del Ministro Fioroni!

Il ministro della pubblica istruzione Giuseppe Fioroni (Margherita) si avvia a grandi passi a divenire lo zimbello dell'attuale governo. Già il suo collega Antonio Di Pietro, più o meno velatamente, lo ha apostrofato come sciocco in un suo post, ricorrendo alla classica metafora del saggio che indica la luna e dello sciocco che guarda il dito.

Come riportato in un post di qualche giorno fa, l'ineffabile Ministro va farneticando che i gestori di siti in rete sono responsabili dei contenuti che gli eventuali visitarori vi depositano, incolpando Google di mancata vigilanza e giustificando la perquisizione fatta dalla magistratura alla sede italiana di tale società.

Bene. Applicando i suoi stessi principi, ci auguriamo che la magistratura vada a perquisire anche lo stesso sito del Ministro Fioroni che, per diversi mesi, ha ospitato nelle sue pagine migliaia di link a siti pornografici!!!

Il fatto è che, tra i commenti del blog del ministro, sono state inserite diverse centinaia di link pornografici e che il nostro eroe, che predica bene ma razzola male, non si è premurato di controllarli e di rimuoverli. O meglio, deve averlo fatto solo ultimamente a seguito delle sue dichiarazioni sulla responsabilità dei gestori e si è affrettato a chiudere il suo sito, sostituendo la home page con il classico "Sito in costruzione". O almeno, questo è ciò che compariva sino a pochi istanti fa, puntando il browser al sito di Giuseppe Fioroni.

Ma come nei migliori romanzi d'appendice, la vendetta è un piatto che si serve freddo: succede che la cache di Google (sì, proprio quello incriminato dal Ministro) mantiene automaticamente per un certo tempo le pagine pubblicate in rete. Così è possibile toccare con mano come si presentava una delle pagine del sito del ministro che si è erto a educatore e difensore dei navigatori minorenni. Citiamo a caso tra i titoli: hardcore movies porno pics sex cams... Ministro, ma perchè se l'è presa poi tanto cone quella prof di matematica a luci rosse?

E' di poche ore fa l'ultima perla di questo campione di ignoranza (che ovviamente hanno fatto ministro dell'istruzione...): poco fa ha fatto sapere che il suo sito ha subito un attacco hacker, con insulti, ingiurie e collegamenti a siti violenti o a luci rosse. Denotando che, ancora una volta, non ci ha capito nulla di quello che gli è successo (banale spam). Ah, notare il termine hacker utilizzato ad capocchiam.

Nella Costituzione americana qualsiasi cittadino può chiedere l'impeachment del Presidente degli States. Se in quella italiana fosse previsto che un qualsiasi cittadino possa chiedere le dimissioni almeno di un ministro, vorrei essere io a farlo: chiedo formalmente le dimissioni del ministro Fioroni.

"Il web porno del Ministro Fioroni" Compilation

Gianni Togni: PORNOGRAFIA
Dada Umpa: PORNO STAR
Stadio: PORNO IN TV
Robert Smith: PORNOGRAPHY
Luana Borgia e Le Mini Slips: UN GIORNO DA PORNO
Bluvertigo: PORNOMUZIK
Xsense: NOTTI PORNODELICHE
Limbomaniacs: PORNO
DCS: PORNORAMA
Afterhours: PORNO QUANDO NON SEI INTORNO

4 commenti:

Francesco ha detto...

Un attacco di hacker?! La compilazione di un form di commenti?
Quest'uomo è una sagoma. Se continua così sento che diventerà PresDelCons.

Anonimo ha detto...

Tempo fa, per lanciare il ritorno di Amadeus a Mediaset, uno spot pubblicitario faceva così: " e l'avete voluto ad ogni costo..."

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.