05 dicembre 2006

Classifica Film: Stagione 1973/74

Annata trionfale per il cinema italiano che occupa ben 15 posizioni della classifica relativa ai migliori 20 incassi annuali, lasciando solo 5 posizioni alla cinematografia hollywoodiana, che pure era rappresentata da colossi del calibro de La stangata, Papillon, Jesus Christ Superstar e Serpico.
I campioni di incasso sono, ancora una volta, la coppia Terence Hill-Bud Spencer che piazzano al primo posto assoluto Altrimenti ci arrabbiamo interpretato da entrambi, mentre il solo Terence Hill piazza al 5° posto il western Il mio nome è Nessuno ed il solo Bud Spencer inaugura la serie dei Piedone piazzando al 10° posto il capostipite Piedone lo sbirro.

Altra coppia che sbanca il botteghino è quella costituita da Laura Antonelli e Giancarlo Giannini, anche in questo caso presenti entrambi con due film nella Top 10: insieme con Sessomatto (dove Giannini spreca in malo modo una strepitosa serie di caratterizzazioni), mentre la sola Laura Antonelli spopola con il seguito di Malizia (Peccato veniale) ed il solo Giannini lo fa con Paolo il caldo.

La stagione si caratterizza anche per un paio di film d'autore destinati a restare nella storia del cinema: uno degli apici dell'arte felliniana, Amarcord, ed il film che consacrò una delle poche registe italiane: Il portiere di notte di Liliana Cavani.

A parte per la quantità, la produzione cinematografica italiana sorprende anche per la varietà dei generi rappresentati: comico, commedia erotica, western, film di autore, commedia classica italiana, avventuroso, addirittura melodrammatico: segno di solidità dell'industria cinematografica che non si basa sullo sfruttamento di un solo genere fortunato. Purtroppo le cose sarebbero cambiate profondamente nel giro di pochi lustri.


- Box Office Italia -
I 20 maggiori incassi della stagione 1973/74

  1. Altrimenti ci arrabbiamo, di Marcello Fondato; con: Terence Hill - Bud Spencer - John Sharp - Donald Pleasence.

  2. La stangata (The Sting), di George Roy Hill; con: Paul Newman - Robert Redford - Robert Shaw - Charles Durning - Eileen Brennan - Ray Walston - Sally Kirkland.

  3. Peccato veniale, di Salvatore Samperi; con: Laura Antonelli - Alessandro Momo - Lino Toffolo - Orazio Orlando - Lilla Brignone - Monica Guerritore - Lino Banfi - Fred Bongusto.

  4. Papillon (Papillon), di Franklin J. Schaffner; con: Steve McQueen - Dustin Hoffman - Victor Jory - Dalton Trumbo.

  5. Il mio nome è Nessuno, di Tonino Valerii; con: Terence Hill - Henry Fonda - Jean Martin - Piero Lulli - Mario Brega.

  6. Sessomatto, di Dino Risi; con: Giancarlo Giannini - Laura Antonelli - Alberto Lionello - Paola Borboni - Duilio Del Prete.

  7. Paolo il Caldo, di Marco Vicario; con: Giancarlo Giannini - Rossana Podestà - Adriana Asti - Gastone Moschin - Ornella Muti - Riccardo Cucciolla - Lionel Stander - Femi Benussi - Barbara Bach.

  8. Amarcord, di Federico Fellini; con: Bruno Zanin - Pupella Maggio - Armando Brancia - Stefano Proietti - Giuseppe Janigro - Gianfilippo Carcano - Ciccio Ingrassia - Magali Noël - Nando Orfei - Alvaro Vitali.

  9. Il portiere di notte, di Liliana Cavani; con: Dirk Bogarde - Charlotte Rampling - Philippe Leroy - Isa Miranda - Gabriele Ferzetti.

  10. Piedone lo sbirro, di Steno; con: Bud Spencer - Adalberto Maria Merli - Raymond Pellegrin - Juliette Mayniel - Enzo Cannavale - Angelo Infanti.

  11. Pane e cioccolata, di Franco Brusati; con: Nino Manfredi - Paolo Turco - Anna Karina - Ugo D'Alessio.

  12. Zanna Bianca, di Lucio Fulci; con: Franco Nero - Virna Lisi - Fernando Rey - John Steiner - Carole André - Rik Battaglia - Raimund Harmstorf.

  13. Jesus Christ Superstar (Jesus Christ Superstar), di Norman Jewison; con: Ted Neeley - Carl Anderson - Yvonne Elliman - Barry Dennen - Josh Mostel.

  14. Serpico (Serpico), di Sidney Lumet; con: Al Pacino - John Randolph - Jack Kehoe - Barbara Eda-Young - Tony Roberts - M. Emmet Walsh - F. Murray Abraham - Kenneth McMillan.

  15. Un tocco di classe (A Touch of Class), di Melvin Frank; con: George Segal - Glenda Jackson - Paul Sorvino - Hildegard Neil.

  16. Polvere di stelle, di Alberto Sordi; con: Alberto Sordi - Monica Vitti - John Phillip Law - Edoardo Faieta - Wanda Osiris - Carlo Dapporto - Alvaro Vitali.

  17. L'ultima neve di Primavera, di Raimondo Del Balzo; con: Bekim Fehmiu - Agostina Belli - Renato Cestié - Margherita Horowitz - Margherita Melandri.

  18. I guappi, di Pasquale Squitieri; con: Franco Nero - Claudia Cardinale - Fabio Testi - Lina Polito - Raymond Pellegrin - Rita Forzano.

  19. Teresa la ladra, di Carlo Di Palma; con: Monica Vitti - Stefano Satta Flores - Michele Placido - Carlo Delle Piane - Anna Bonaiuto - Luciana Turina.

  20. Per amore di Ofelia, di Flavio Mogherini; con: Renato Pozzetto - Françoise Fabian - Giovanna Ralli - Alberto De Mendoza - Didi Perego - Maurizio Arena.
NB: Fare riferimento alla nota metodologica per le fonti utilizzate e per i dettagli su come la classifica è stata ottenuta.

Oltre i primi 20

Tra i film oltre la 20-esima posizione, questi sono quelli che riteniamo più interessanti.
  • La grande abbuffata di Marco Ferreri
    Marcello Mastroianni - Ugo Tognazzi - Michel Piccoli - Philippe Noiret - Andréa Ferréol - Solange Blondeau - Florence Giorgetti - Michèle Alexandre - Monique Chaumette

  • La proprietà non è più un furto di Elio Petri
    Ugo Tognazzi - Flavio Bucci - Daria Nicolodi - Mario Scaccia - Orazio Orlando - Luigi Proietti - Salvo Randone

  • Il rompiballe (L'emmerdeur) di Edouard Molinaro
    Lino Ventura - Jacques Brel - Caroline Cellier - Nino Castelnuovo - Jean-Pierre Darras

  • L'agente speciale McIntosh (The Mackintosh Man) di John Huston
    Paul Newman - Dominique Sanda - James Mason - Harry Andrews - Ian Bannen

  • Lucky Luciano di Francesco Rosi
    Gian Maria Volonté - Rod Steiger - Charles Siragusa - Edmond O'Brien - Silverio Blasi - Vincent Gardenia - Magda Konopka

  • American Graffiti (American Graffiti) di George Lucas
    Richard Dreyfuss - Ron Howard - Candy Clark - Charles Martin Smith - Cynda Williams - Paul Le Mat - Harrison Ford - Kathleen Quinlan

  • Una donna e una canaglia (La bonne année) di Claude Lelouch
    Lino Ventura - Françoise Fabian - Mireille Mathieu - Silvano Tranquilli

  • Come eravamo (The Way We Were) di Sidney Pollack
    Barbra Streisand - Robert Redford - Patrick O'Neal - Viveca Lindfors - Bradford Dillman - Lois Chiles

  • Il dormiglione (Sleeper) di Woody Allen
    Woody Allen - Diane Keaton - John Beck - Mark Gregor

  • Sussurri e grida (Viskningar och rop) di Ingmar Bergman
    Harriet Andersson - Ingrid Thulin - Liv Ullmann - Kari Sywan - Georg Arlin - Erland Josephson - Henning Moritzen - Anders Ek

  • La montagna sacra (The Holy Mountain) di Alexandro Jodorowsky
    Horacio Salinas - Alejandro Jodorowsky - Ramona Saunders - Valerie Jodorowsky

  • El Topo (El Topo) di Alexandro Jodorowsky
    Alejandro Jodorowsky - Mara Lorenzio - David Silva

  • Paper Moon (Paper Moon) di Peter Bogdanovich
    Ryan O'Neal - Tatum O'Neal - Madeline Kahn - John Hillerman - Randy Quaid

  • 2001: Odissea nello spazio [R] (2001: A Space Odyssey) di Stanley Kubrick
    Keir Dullea - Gary Lockwood - William Sylvester - Daniel Richter

  • Quella sporca dozzina [R] (The Dirty Dozen) di Robert Aldrich
    Lee Marvin - Ernest Borgnine - Robert Ryan - Jim Brown - John Cassavetes - Charles Bronson - Donald Sutherland - Telly Savalas - George Kennedy

  • Effetto notte (La nuit americaine) di Francois Truffaut
    Jacqueline Bisset - Valentina Cortese - Alexandra Stewart - Jean-Pierre Aumont - Jean-Pierre Léaud - François Truffaut - Jean Champion - Nathalie Bay

  • Trash - I rifiuti di New York (Trash) di Paul Morrissey
    Joe Dallesandro - Holly Woodlawn - Jane Forth - Geri Miller - Bruce Pecheur - Michael Sklar

Oltre la classifica

Infine, segnaliamo i film che, nonostante l'insuccesso al botteghino, sono comunque rimasti nella storia del cinema e spesso sono divenuti dei veri e propri cult, elencati in ordine di nostro gradimento.
  • Duel (Duel), di Steven Spielberg; con: Dennis Weaver - Tim Herbert - Charles Peel - Eddie Firestone.

  • Il lungo addio (The Long Goodbye), di Robert Altman; con: Elliott Gould - Nina Van Pallandt - Sterling Hayden - Mark Rydell - Henry Gibson - Jim Bouton - David Arkin.

  • Scene da un matrimonio (Scener ur ett äktenskap), di Ingmar Bergman; con: Liv Ullmann - Erland Josephson - Bibi Andersson - Jan Malmsjö - Anita Wall - Gunnel Lindblom.

  • Andrej Rublev (Andrej Rublev), di Andrej Tarkovskij; con: Anatolij Solonicyn - Ivan Lapikov Nikolaj Grin'ko.

  • La cerimonia (Gishiki), di Nagisa Oshima; con: Kenzo Kawarazaki - Atsuo Nakamura - Akiko Koyama.

  • Chi ucciderà Charley Varrick? (Charley Varrick), di Don Siegel; con: Walter Matthau - Joe Don Baker - Felicia Farr - John Vernon.

  • Il mondo dei robot (Westworld), di Michael Crichton; con: Yul Brynner - Richard Benjamin - James Brolin - Victoria Shaw.

  • Mordi e fuggi, di Dino Risi; con: Marcello Mastroianni - Oliver Reed - Carole André - Nicoletta Machiavelli - Gianni Agus - Bruno Cirino - Lionel Stander - Alvaro Vitali.

  • San Michele aveva un gallo, di Paolo e Vittorio Taviani; con: Giulio Brogi - Daniele Dublino - Virginia Ciuffini - Renato Scarpa - Renato Cestié.

  • L'ultima corvé (The Last Detail), di Hal Ashby; con: Jack Nicholson - Otis Young - Randy Quaid - Clifton James - Carol Kane - Michael Moriarty - Nancy Allen.

  • Mean Streets - Domenica in chiesa, lunedì all'inferno (Mean Streets), di Martin Scorsese; con: Harvey Keitel - Robert De Niro - Amy Robinson - David Proval - Richard Romanus - Cesare Danova - Robert Carradine - David Carradine.

  • Pat Garrett e Billy The Kid (Pat Garrett and Billy the Kid), di Sam Peckinpah; con: James Coburn - Kris Kristofferson - Bob Dylan - Katy Jurado - Richard Jaeckel - Jason Robards - Jack Elam - Harry Dean Stanton - Elisha Cook Jr..

  • F come Falso - Verità e menzogna (F For Fak/Verités et mensonge), di Orson Welles; con: Orson Welles - Oja Kodar - François Reichenbach - Joseph Cotten - Paul Stewart - Elmyr de Hory - Laurence Harvey - Richard Wilson.

  • L'imperatore del Nord (Emperor og the North), di Robert Aldrich; con: Lee Marvin - Ernest Borgnine - Keith Carradine - Charles Tyner - Elisha Cook Jr. - Simon Oakland.

  • Non ho tempo, di Ansano Giannarelli; con: Mario Garriba - Franco Agostini - Lucio Lombardo Radice - Marisa Fabbri - Fernando Birri.

  • Lo spirito dell'alveare (El espiritu de la colmena), di Victor Erice; con: Fernando Fernan Gomez - Ana Torrent - Isabel Telleria - José Villasante - Teresa Gimpera - Laly Soldevilla.

  • O Lucky Man (O Lucky Man!), di Lindsay Anderson; con: Malcolm McDowell - Rachel Roberts - Arthur Lowe - Ralph Richardson - Alan Price - Lindsay Anderson.

  • Illuminazione (Illuminacja), di Krzysztof Zanussi; con: Stanislaw Latallo - Malgorzata Pritulak - Edward Zebrowski.

  • Galileo (Galileo), di Joseph Losey; con: Topol - Edward Fox - Michael Lonsdale - Tom Conti - Colin Blakely - Georgia Brown - John Gielgud - Patrick Magee - Margaret Leighton.

  • Minnie e Moskowitz (Minnie and Moskowitz), di John Cassavetes; con: Gena Rowlands - Seymour Cassel - Katherine Cassavetes - Val Avery - Timothy Care.

  • La villeggiatura, di Marco Leto; con: Adalberto Maria Merli - Adolfo Celi - Milena Vukotic - John Steiner - Roberto Herlitzka.

  • Il pianeta selvaggio (La planete sauvage), di René Laloux; con: [animazione].

  • Oscar insaguinato (Theatre of Blood), di Doucglas Hickox; con: Vincent Price - Diana Rigg - Robert Morley - Ian Hendry - Harry Andrews - Diana Dors - Jack Hawkins - Dennis Price.

  • Un grande amore da 50 dollari (Cinderella Liberty), di Mark Ryddell; con: Marsha Mason - James Caan - Eli Wallach - Burt Young - Kirk Calloway - Bruce Kirby Jr. - Allyn Ann McLerie - Dabney Coleman - Sally Kirkland.

  • C'era una volta un merlo canterino (Zilypevciz drozd), di Otar Iosseliani; con: Gela Kandelaki - Gogi Tchkheidze - Irina Giandieri.

  • Gli amici di Eddie Coyle (The Friends of Eddie Coyle), di Peter Yates; con: Robert Mitchum - Peter Boyle - Richard Jordan - Steven Keats - Mitchell Ryan.

  • Karl e Kristina (Utvandrarna), di Jan Troell; con: Max von Sydow - Liv Ullmann - Eddie Axberg.

  • Un Amleto di meno, di Carmelo Bene; con: Carmelo Bene - Lydia Mancinelli - Alfredo Vincenti - Franco Leo.

  • La colonna infame, di Nelo Risi; con: Francisco Rabal - Helmut Berger - Vittorio Caprioli - Lucia Bosé - Salvo Randone - Sergio Tofano.

  • Dillinger (Dillinger), di John Milius; con: Warren Oates - Ben Johnson - Michelle Phillips - Richard Dreyfuss - Harry Dean Stanton.

  • Electra Glide (Electra Glide in Blue), di James William Guercio; con: Robert Blake - Billy Green Bush - Elisha Cook Jr. - Mitchell Ryan - Jeannine Riley.

  • L'idolo della città (Salut l'artiste), di Yves Robert; con: Marcello Mastroianni - Françoise Fabian - Jean Rochefort - Carla Gravina.

  • La rabbia giovane (Badlands), di Terrence Malick; con: Martin Sheen - Sissy Spacek - Warren Oates - John Carter - Ramon Bieri.

  • La rosa rossa, di Franco Giraldi; con: Alain Cuny - Elisa Cegani - Giampiero Albertini - Antonio Battistella.

  • Salvate la tigre (Save the Tiger), di John G. Avildsen; con: Jack Lemmon - Jack Gilford - Laurie Heinman - Patricia Smith - Thayer David.

Ancora un periodo di vacche grasse per il cinema in generale e per quello italiano in particolare.

Classifica precedente: Classifica Film: Stagione 1972/73

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Vacche grasse è dir poco: non ho contato relativamente a tutte le altre annate, ma credo sia quella rispetto alla quale posso contare il maggior numero di film visti, davvero tanti e tanti davvero belli. Grazie per avermici fatto porre attenzione, non immaginavo fosse un anno così denso di bei prodotti cinematografici.
Maurizio

mike ha detto...

Ma cosa significa tutto ciò? Che fino al 1977 circa (periodo in cui termina l' epoca d' oro del cinema italiano) i film erano migliori perché c' era più professionalità? Oppure perché in Italia attori e autori erano un' altra cosa rispetto ad oggi?
... E' difficile dire perché quelle stagioni siano irripetibili. Io non amo i discorsi che "glorificano" il passato e fanno a pezzi il presente, anche oggi il nostro cinema può contare su grandi professionisti. Buoni attori e buoni registi non mancano.
Quello che invece manca è una struttura produttiva efficace e organizzata, che sappia difendersi in un panorama mediatico così vasto. Si può discutere, fatto sta che trent' anni fa la TV non era così invadente, non c' erano tanti canali, niente pay-TV e i reality show non esistevano. Non c' era l' home video, non c' erano i DVD. Non c' era internet. I prezzi erano più bassi. Non è l' unica spiegazione, ma vedete un po' voi...

In Italia il cinema ha saputo difendersi da questi cambiamenti? La risposta secondo me è no. E' anche per questo che i nostri film oggi fanno più fatica a farsi notare e la gente va meno al cinema...

Il problema esiste in tutta Europa. Ma in Francia, per esempio, si sono attrezzati meglio. Lo Stato, le TV pubbliche e quelle private versano annualmente cifre sostanziose all' industria cinematografica. E le sale devono proiettare, accanto ai filmoni hollywoodiani, anche pellicole francesi, proprio perché il cinema è considerato bene culturale. Risultato: il cinema transalpino sta molto meglio di quello italiano perché il pubblico è abituato a vedere le opere fatte in casa!

Ve la immaginate una cosa del genere in Italia?!? Purtroppo non la vedremo mai, temo...

Anonimo ha detto...

"Il pianeta selvaggio (La planete sauvage), di René Laloux; con: [documentario]."

Ehm,questo è un film d' animazione di fantascienza e non un documentario.

Con mike sono d' accordo.

Il fatto che dell' 89 se non erro la gloriosa Titanus abbia abbandonato il cinema per dedicarsi alla produzioni televisive è sintomatico.

Anonimo ha detto...

Dopo i successi de:" E poi lo chiamarono il Magnifico" e "Il mio nome è Nessuno" il buon vecchio Terence a differenza di Bud preferì un pò discosstarsi da certi ruoli andando ad interpretare un avvocato da come ho letto e poi prendendo parte a due produzioni statunitensi, una con Hackman e Von Sydow (si scrivono così si?) e "Mister Miliardo". Ma mi pare senza molto successo a livello commerciale. Difatti poi si riunì a Spencer.
Tra l' altro da come ho letto il fatto che ci fosse Gemma ne:"Anche gli angeli mangiano fagioli" era perchè Hill preferiva non fare molti film con Spencer, al massimo uno all' anno per non usurarsi e per fare anche altro. Così visto che la produzione non poteva aspettarlo presero Giuliano.

Anonimo ha detto...

ANNO SPETTACOLARE
Basta vedere praticamente tutti i titoli della serie"oltre la top 20"
credo ci sia poco da dire

;)))

Anonimo ha detto...

sono un appassionato cinefilo anche io ... nella stagione 73/74 usci' al cinema IL GIORNO DELLO SCIACALLO, ma non lo trovo in hit parade...come mai?

chartitalia ha detto...

beh... perhè in quell'annata si classificò 131-esimo...

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.