06 dicembre 2006

Sei forte papà

Edgar Bronfman fa come mestiere il CEO del Warner Music Group, cioè fa il Chief Executive Officer nella noiosissima nomenclatura anglofona. In parole povere, è il capo di una delle cosìdette major, e precisamente di una delle più potenti case discografiche al mondo. Il nostro Bronfman è anche padre di 7 ragazzi.

Beh, rispondendo ad una domanda durante un'intervista ha ammesso candidamente che anche qualcuno dei suoi figli scarica musica via internet. Beh, la Warner è una di quelle case discografiche che hanno portato in tribunale adolescenti e madri di famiglia accusate di scaricare musica tramite download "illegale", chiedendo risarcimenti di decine di migliaia di dollari. Ma ecco un estratto dall'intervista.

INTERVISTATORE: So, you have seven children, have you ever caught any of them using Gnutella or Limewire or the P2P network?
Borfman: I have. I explained to them what I believe is right, that the principle involved is that stealing music is stealing music. Frankly, right is right and wrong is wrong, particularly when a parent is talking to a child, a bright line around moral responsibility is very important. I can assure you they no longer do that.

Per chi è poco ferrato in inglese: l'intervistatore chiede se ha beccato qualcuno dei suoi 7 figli a scaricare canzoni tramite programmi P2P. Ed il nostro eroe ammette di sì, senza ombra di dubbio. Però precisa che ha dato al suo pargolo una lezione di morale spiegandogli la differenza esistente tra il Bene ed il Male. Facendo intendere che il reprobo ha capito la lezione ed il nostro CEO garantisce che non lo farà più.

Dalla intervista traspare che il CEO della casa discografica non trascinerà in tribunale suo figlio, a differenza di quanto ha fatto per migliaia di altri statunitensi. Ah, che papà adorabile.

"Sei forte papà" Compilation

Gianni Morandi: SEI FORTE PAPA'
Eddie Calvert: O MEIN PAPA
Riccardo Foscarini: IL MAGICO TROMBONE DI PAPA'
Jone Caciagli: CARO PAPA'
Francesco Magni: CHE PIRLA PAPA'
Zucchero: PAPA' PERCHE'
Antonio Casagrande: BELLO 'E PAPA'
Louis Armstrong: COME BACK SWEET PAPA
Sandro Comini: BARUFFO COL PAPA'
I Profeti: DIMMI PAPA'
Pier Emilio Bassi: GRAZIE PAPA'

1 commento:

Anonimo ha detto...

Beh, mica serviva la flagranza di reato...per uno che si masterizza la prole 7 volte dovrebbe valere lo stesso principio che si applica agli mp3!
Mr CEO si formatti l'hard disk please.