24 dicembre 2006

Stupidario politico e non di Natale

La signora Napolitano è stata attaccata da Dolce & Gabbana in quanto “maleducata”. Premetto non ho molta simpatia per Dolce & Gabbana perchè hanno assecondato il gusto dell’orrido insito in buona parte degli italiani. Pance al vento, mutande che sporgono dai pantaloni a vita bassa. Una moda veramente di cattivo gusto e volgare. Purtroppo, seguita non solo da ragazzine filiformi ma anche da donne di tutte le età con panze, trippe e culi che sarebbero da nascondere alla vista delle persone deboli di stomaco. Però riconosco loro una certa intelligenza e la capacità di non farsi intruppare dalla formula sono gay allora voto una certa parte perchè così mi hanno detto di fare.
Difatti uno di loro è un apolitico, l’altro è di destra. Detto questo, qualche estate fa erano a Stromboli ed ascoltavano un pò di musica. Erano le tre del pomeriggio. Ad un certo punto si è affacciata la moglie del Presidente della Repubblica , Clio Bittoni, (non ancora Presidente) gridando in moto poco urbano di abbassare la musica, che erano disgraziati, farabutti e urlando brutta negra a Naomi Campbell. I due hanno insultato la signora Bittoni in Napolitano con più grazia, dandole della vecchia rompipalle (senza usare queste parole). Anche a me da fastidio la musica alta ma sono sicuro che se avesse chiesto la cortesia di farla abbassare Dolce & Gabbana l’avrebbero fatto. Mica sono due coatti di Centocelle che se gli dici “abbassa la musica” ti prendono a calci ! Il fatto che abbia detto brutta negra alla Campbell è sì una brutta figura ma non perchè le abbia dato della negra ma perchè brutta non si può certo dire. Poi, togliamoci questo dente una volta per tutte: NEGRO non è una parola denigratoria. Negro è italiano puro. Coloro che vogliono insegnarci tutto . il parlare polticamente corretto, hanno deciso che debba essere una parola tabù. Il motivo è semplice: hanno preso per paragone la parola nigger degli americani che significa negraccio o giù di lì e che è comunque denigratoria e hanno fatto uno più uno: negro è la traduzione di nigger. Che non è vero affatto. Se si prende lo Zingarelli leggiamo testualmente: NEGRO dal latino nigrum. Che appartiene alla razza negra, caratterizzata da pelle scura o nera, capelli lanosi, naso piatto,prognatismo spesso accentuato.
Dov’è l’offesa? Nero è offesa. Nero non può essere riferito a persona ma a cosa o animale: il libro nero, il gatto nero, l’anima nera. O a personaggi mitologici e fantastici come l’uomo nero. Ma “nero” inteso come “avvolto dal nero, vestito di nero”. Non mi pare possibile dire “mia sorella è nera”. Perchè non ha senso e non è buon italiano. C’è una rivista cattolica che si chiama NIGRIZIA. Forse dovrebbe cambiare nome e chiamarsi NIRIZIA?
Non sopporto chi deve dirmi come devo parlare e cosa devo dire. Sono abbastanza intelligente da decidere cosa è offensivo e cosa no.Certe volte mi trovo a pensare prima di formulare una frase. Penso magari chi ho di fronte non capisce la mia voglia di ribellarmi alla dittatura del “si parla così-si pensa così”.
Perchè gli altri sono così intrisi di perbenismo politicamente corretto che non riescono più a pensare con la propria testa e ripetono a pappagallo le lezioncine che le maestrine e i maestrini del political correct infondono dai giornali e dalla tivvù .
Quando scrivo di cantanti negri mi ritrovo a scrivere cantanti di colore sono spesso preso da dubbio. Cosa scrivere? Delle volte scrivo “voci nere”, “esponente della black music” etc. Altre volte ho usato “di colore”, da coloured, parola politically correct (quindi ipocrita) usata negli anni sessanta in Usa e adesso passata completamente di moda. Altre volte mi incazzo per essermi fatto condizionare da questi stronzi e scrivo negro, quasi per dispetto, ma non è così. Scrivo in italiano, scrivo come dovrei scrivere. E sono contento. 1) perchè non ho offeso nessuno 2) perchè mi sono liberato da una sudditanza psicologica inconscia che proprio non mi va giù.
**Nella squadra di Ségolène Royal c’è una Bertinotti. Che di nome fa Dominique. E subito dichiara che con il Presidente della Camera non ha nessuna parentela. Non siamo sulla stessa linea politica e non mi risulta si sia mai impegnato per una modernizzazione del socialismo. Prendi, incarta e porta a casa.
***L’altro giorno sfogliavo un libro scritto dal figlio di Adriano Sofri, Luca. Già il fatto che si scriva solo perchè si è figli di uno dei tanti cattivi maestri d'Italia (solo da noi assurgono a campioni di maitre-a-penser) mi da fastidio. Ma non è il caso di Luca Sofri, che ho visto spesso in tv e mi è sembrato una persona veramente in gamba e preparata. Però, caro Luca, prima di far stampare una qualsiasi cosa, rileggiti le bozze con qualcun’altro. Il tuo libro, PLAYLIST, nel quale prendi in esame 2556 motivi, dopo un’occhiata di soli “3 secondi 3” ha già al suo interno un errore. Parli di UNA STORIA IMPORTANTE di Eros Ramazzotti e scrivi pressappoco così: già dall’inizio della canzone che dice “nato ai bordi di periferia” etc.
Non vorrei contraddirti , Luca, ma quella canzone ha per titolo ADESSO TU.
**** detto questo, auguro a tutti un Buon Natale. Fatto di regali, persone a cui si tiene in modo particolare, alberi, presepi e gioia interiore. Buon Natale a chi ci crede e anche a chi lo snobba perchè "fa chic". Che tanto poi non lo snobba nessuno, fanno solo finta.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

CARO CRISTIAN non è il NEGRO che è offensivo, ma il fatto di dirlo ad una persona di colore, col tono da superiore solo perchè si è BIANCHI in un MONDO di BIANCHI.
Dove il potere è BIANCO.
Solo nel calcio il POTERE è BIANCONERO !!!
L'insieme dei 2 colori fà la forza.

Cmq la signora Napolitano non è nè più nè meno educata di tanti altri italiani ... purtroppo siamo fatti così... e non è che perchè si è moglie a Napolitano che bisogna essere precisine... altrimenti suonerebbe strano il fatto che Berlusconi si è "SPOSATO" UNA T***A ... la Lario...

Anonimo ha detto...

cosa centrano i ragazzi di centocelle...mh?

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.