08 dicembre 2005

Classifica Film: Stagione 1962/63

I primi posti della classifica sono caratterizzati dalla elefantiasi: più di 3 ore per il film campione d'incassi della stagione (Il Gattopardo di Visconti, con la famosa scena del ballo che ne occupa oltre mezz'ora), altre 3 ore per il film al 2° posto (Il giorno più lungo, con le sequenze dello sbarco in Normandia a farla da padrone), e quasi 3 ore per il film al 3° posto, La conquista del West, 4 episodi piuttosto convenzionali su La conquista del West. Ah, naturalmente altre 3 ore per il 4° classificato, Gli ammutinati del Bounty, un kolossal che stava per far fallire la MGM (costato 18 milioni di dollari, ne incassò solo la metà). Già, il cinema si difende dalla minaccia della televisione accentuando gli aspetti più spettacolari e scenografici. Cosa che gli riuscirà per un po' di tempo, salvo poi soccombere nei confronti del piccolo schermo. Ma le cose più interssanti della stagione non arrivano nè dai fasti dei kolossal e neanche dagli studios hollywoodiani ma dalla piccola Italia. Dino Risi firma uno dei suoi capolavori con Il sorpasso, reinventando Vittorio Gassman come attore comico, Marco Ferreri sforna un feroce apologo sulla famiglia, sul matrimonio e l'ideologia clerical-borghese che impregnava l'Italia dell'epoca (ma anche quella attuale mica scherza), ed anche Fellini filma forse il suo capolavoro, il superbo Otto e mezzo.

Le cose migliori del cinema anglosassone derivano da due produzioni quasi outsider: uno splendido musical che rinnova la grande tradizione americana, West Side Story, grazie alle coreografie di Jerome Robbins ed alle musiche di Elmer Bernstein ed un film, senza grande successo al suo primo apparire, ma che diventerà ben presto uno dei più importanti film mai girati: Dr. No, cioè Agente 007 - Licenza di uccidere, che inaugura la saga dell'agente segreto che dura ancora dopo oltre 40 anni. Ecco i primi 20 incassi della stagione.


- Box Office Italia -
I 20 maggiori incassi della stagione 1962/63

  1. Il Gattopardo di Luchino Visconti
    Burt Lancaster - Claudia Cardinale - Alain Delon - Paolo Stoppa - Rina Morelli - Romolo Valli - Serge Reggiani - Pierre Clementi - Giuliano Gemma - Mario Girotti - Ottavia Piccolo

  2. Il giorno più lungo (The Longest Day) di Ken Annakin & Andrew Marton & Bernhard Wicki
    John Wayne - Robert Mitchum - Henry Fonda - Rod Steiger - Robert Ryan - Richard Burton - Sean Connery - Arletty Peter Lawford - Jean Louis Barrault - Sal Mineo - Mel Ferrer - Curd Jurgens

  3. La conquista del West (How the West Was Won) di Henry Hathaway - John Ford - Gerry Marshall
    James Stewart - Henry Fonda - Gregory Peck - Richard Widmark - Carroll Baker - John Wayne - George Peppard - Karl Malden - Eli Wallach Debbie Reynolds

  4. Gli ammutinati del Bounty (Mutiny on the Bounty) di Lewis Milestone
    Marlon Brando - Trevor Howard - Richard harris - Tarita - Hugh Griffith

  5. Il sorpasso di Dino Risi
    Vittorio Gassman - Jean Louis Trintignant - Catherine Spaak - Claudio Gora

  6. Sodoma e Gomorra di Robert Aldrich
    Stewart Granger - Anouk Aimée - Anna Maria Pierangeli - Stanley Baker - Rossana Podestà - Rik Battaglia - Giacomo Rossi Stuart - Claudia Mori - Gabriele Tinti

  7. I Normanni di Giuseppe Vari
    Cameron Mitchell - Franca Bettoja - Ettore Manni - Genevieve Grad - Philippe Hersent

  8. Una storia moderna (L'ape regina) di Marco Ferreri
    Ugo Tognazzi - Marina Vlady - Linda Sini - Riccardo Fellini - Achille Majeroni

  9. L'uomo che uccise Liberty Valance (The Man Who Shot Liberty Valance) di John Ford
    John Wayne - James Stewart - Vera Miles - Lee Marvin - John Carradine - Edmund O'Brien - Jeanette Nolan - Lee Van Cleef

  10. Taras il Magnifico (Taras Bulba) di J. Lee Thompson
    Yul Brynner - Tony Curtis - Christine Kaufmann - Sam Wanamaker - George Macready - Vladimir Sokoloff

  11. La guerra dei bottoni di Yves Robert
    Martin Lartigue - Paul Grachet - Michel Galabru - Claude Confortes - Jacques Dufilho

  12. West Side Story di Robert Wise & Jerome Robbins
    Natalie Wood - Richard Beymer - George Chakiris - Rita Moreno - Russ Tumblyn - Simon Oakland

  13. Il falso traditore (The Counterfeit Traitor) di George Seaton
    William Holden - Lilli Palmer - High Griffith - Erica Beer - Eva Dahlbeck

  14. Agente 007 - Licenza di uccidere (Dr. No) di Terence Young
    Sean Connery - Ursula Andress - Joseph Wiseman

  15. Il visone sulla pelle di Delbert Mann
    Cary Grant - Doris Day - Gig Young - Audrey Meadows - John Austin

  16. Il figlio di Spartacus di Sergio Corbucci
    Steve Reeves - Jacques Sernas - Gianna Maria Canale - Claudio Gora - Enzo Fiermonte - Ombretta Colli - Ivo garrani

  17. Mafioso di Alberto Lattuada
    Alberto Sordi - Norma Benguell - Gabriella Conti - Ugo Attanasio - Cinzia Bruno - Katiuscia Piretti

  18. L'affittacamere (The Notorious Landlady) di Richard Quine
    Kim Novak - Jack Lemmon - Fred Astaire

  19. Le quattro giornate di Napoli di Nanni Loy
    Gian Maria Volontè - Regina Bianchi - Aldo Giuffrè - Lea Massari - Jean Sorel - Pupella Maggio - Luigi Di Filippo

  20. La donna nel mondo di Gualtiero Jacopetti & Franco Prosperi & Paolo Cavara
    [documentario]

NB: Fare riferimento alla nota metodologica per le fonti utilizzate e per i dettagli su come la classifica è stata ottenuta.

Oltre i primi 20

Tra i film oltre la ventesima posizione in qualche modo da ricordare citiamo i seguenti.
  • Otto e mezzo, di Federico Fellini; con: Marcello Mastroianni - Anouk Aimée - Sandra Milo - Claudia Cardinale - Rossella Falk - Barbara Steele - Guido Alberti - Mario Pisu - Caterina Boratto.

  • La marcia su Roma, di Dino Risi; con: Vittorio Gassman - Ugo Tognazzi - Roger Hanin - Angela Luce.

  • Hatari! (Hatari!), di Howard Hawks; con: John Wayne - Elsa Martinelli - Gerard Blain - Hardy Kruger - Red Buttons - Bruce Cabot - Michele Girardon.

  • La dolce ala della giovinezza (Sweet Bird of Youth), di Richard Brooks; con: Paul Newman - Geraldine Page - Shirley Knight - Ed Begley - Rip Torn - Madeleine Sherwood.

  • La Parmigiana, di Antonio Pietrangeli; con: Catherine Spaak - Nino Manfredi - Didi Perego - Salvo Randone - Lando Buzzanca.

  • L'uomo di Alcatraz (Birdman of Alcatraz), di John Frankenheimer; con: Burt Lancaster - Karl Malden - Thelma Ritter - Betty Field - Neville Brand - Edmund O'Brien - Telly Savalas.

  • Il diavolo, di Gian Luigi Polidoro; con: Alberto Sordi - Anne Charlotte Sjoberg - Gunilla Elm-Tornkvist.

  • Lolita (Lolita), di Stanley Kubrick; con: James mason - Sue Lyon - Shelley Winters - Peter Sellers - Marianne Stone - Diana Decker.

  • L'amore difficile, di Alberto Bonucci - Luciano Lucignani - Nino Manfredi; con: Gastone Moschin - Lilli Palmer - Vittorio Gassman - Nino Manfredi - Fulvia Franco - Catherine Spaak - Enrico Maria Salerno - Claudia Mori.

  • Il promontorio della paura (Cape Fear), di J. Lee Thompson; con: Gregory Peck - Robert Mitchum - Polly Bergen - Lori Nelson - Martin Balsam - Telly Savalas.

  • Cronaca familiare, di Valerio Zurlini; con: Marcello Mastroianni - Jacques Perrin - Salvo Randone - Sulvie - Valeria Ciangottini.

  • Sherlocko investigatore sciocco (It's Only Money), di Frank Tashlin; con: Jerry Lewis - Zachary Scott - Joan O'Brien - Jack Weston.

  • Operazione Terrore (Experiment in Terror), di Blake Edwards; con: Glenn Ford - Lee Remick - Stefanie Powers - Ross Martin.

  • Le ore dell'amore, di Luciano Salce; con: Ugo Tognazzi - Emmanuelle Riva - Barbara Steele - Brunello Rondi.

  • Va e uccidi (The Manchurian Candidate), di John Frankenheimer; con: Fran Sinatra - Laurence Harvey - Janet Leigh - Angela Lasbury - Henry Silva - James Gregory.

  • Che fine ha fatto Baby Jane? (What Happened to Baby Jane?), di Robert Aldrich; con: Bette Davis - Joan Crawford - Victor Buono.

  • Jules e Jim (Jules et Jim), di François Truffaut; con: Jeanne Moreau - Oskar Werner - Henri Serre - Marie Dubois - Boris Bassiak - Sabine Haudepin - Vanna Urbino.

  • Viridiana (Viridiana), di Luis Bunuel; con: Silvia Pianl - Fernando Rey - Francisco Rabal - Margarita Lozano - Victoria Zinny - Teresa Rabal.

  • I racconti del terrore, di Roger Corman; con: Vincent Price - Peter Lorre - Basil Rathbone - Maggie Pierce - Debra Paget.

  • Mamma Roma, di Pier Paolo Pasolini; con: Anna Magnani - Ettore Garofalo - Franco Citti - Paolo Volponi - Silvana Corsini - Lamberto Maggiorani.

  • Sepolto vivo, di Roger Corman; con: Ray Milland - Hazel Court - Richard Ney - Heather Angel - Alan Napier.

  • Parigi o cara, di Vittorio Caprioli; con: Franca Valeri - Vittorio Caprioli - Fiorenzo Fiorentini - Antonio Battistella.

Oltre la classifica

Per l'angolo della qualità. segnaliamo i seguenti film che, pur ignorati dal grande pubblico, sono divenuti dei classici o comunque dei mini-cult.
  • L'angelo sterminatore (El angel exterminador), di Luis Bunuel; con: Silvia Pinal - Enrique Rambal - Jacqueline Andere - Claudio Brook.

  • Il processo (Le proces), di Orson Welles; con: Anthony Perkins - Jeanne Moreau - Orson Welles - Elsa Martinelli - Suzanne Flon - Romy Schneider - Madeleine Robinson - Arnoldo Foà.

  • I giorni contati, di Elio Petri; con: Salvo Randone - Franco Sportelli - Vittorio Caprioli - Regina Bianchi - Paolo Ferrari - Lando Buzzanca - Angela Minervini.

  • Eva, di Joseph Losey; con: Jeanne Moreau - Stanley Baker - Virna Lisi.

  • Cleo dalle 5 alle 7 (Cleo de 5 a 7), di Agnes Varda; con: Corinne Marchand - Antoine Bourseiller - Josè Luis de Villalonga - Michel Legrand.

  • L'infanzia di Ivan (Ivanovo detsvo), di Andrej Tarkovskij; con: Nikolaj Burljaev - Valentin Zubkov - Irma Tarkovskaja.

  • Questa è la mia vita (Vivre sa vie), di Jean Luc Godard; con: Anna Karina - Sady Rebot - Andrè S. Labarthe - Guylaine Schlumberger - Brice Parain.

  • Lo spione (Le doulos), di Jean-Pierre Melville; con: Jean Paul Belmondo - Serge Reggiani - Fabienne Dali - Michel Piccoli - Jean Dessailly.

  • Tempesta su Washington (Advise and Consent), di Otto Preminger; con: Don Murray - Charles Laughton - Henry Fonda - Walter Pidgeon - Lew Ayres - Gene Tierney - Peter Lawford - Burgess Meredith.

  • Il gusto del sakè (Sanma no aji), di Yasujiro Ozu; con: Chishu Ryu - Shima Iwashita - Keiji Sata - Mariko Okada - Nakuburo Nubuo.

  • Anna dei miracoli (The Miracle Worker), di Arthur Penn; con: Anne Bancroft - Patty Duke - Victor Jory - Inga Swenson - Andrew Prine - Kathleen Comegys.

  • I giorni del vino e delle rose (Days of Wine and Roses), di Blake Edwards; con: Jack Lemmon - Lee Remick - Charles Bickford - Jack Klugman - Alan Hewitt - Tom Palmer.

  • Il fiore e la violenza, di Michelangelo Antonioni - Francois Reichenbach - Jean Renoir; con: Peter Reynolds - Patrick Barr - Fay Compton - Sylvia Bataille - Jane Marken.

  • Harakiri (Seppuku), di Masaki Kobayashi; con: Tatsuya Nakadai - Akira Ishihama - Shima Iwashita.

  • Nove giorni in un anno (Devia Dniei Odnovo Goda), di Michail Romm; con: Aleksej Batalov - Innokenti Smoktunovskij - Tatjana Lavrova.

  • Sfida nell'Alta Sierra (Ride the High Country), di Sam Peckinpah; con: Randolph Scott - Joel McCrea - Marietta Hartley - Ronald Starr - Warren Oates.

  • Il processo di Giovanna d'Arco (Le proces de Jeanne d'Arc), di Robert Bresson; con: Florence Carrez - Jean-Claude Fourneau - Roger Honorat - Jean Gilbert.

  • L'urlo della battaglia (Merrill's Marauders), di Samuel Fuller; con: Jeff Chandler - Ty Hardin - Peter Brown - Will Hutchins - Andrew Duggan.

Ancora una ottima annata per la cinematografia italiana.

Classifica precedente: Classifica Film: Stagione 1961/62

5 commenti:

Anonimo ha detto...

E' deludente riconoscere che i film bellici attraggono sempre (e da sempre) così tanto pubblico. Si nascondono dietro alla rappresentazione storica per soddisfare il desiderio (inconscio?)di sangue e di orrore del pubblico. I registi americani lo sanno bene da 50 anni e loro, beati, mentre parteggiano dalla parte dei vincitori guadagnano anche coi biglietti degli spettatori figli dei vinti. Mah! Stefano

Anonimo ha detto...

Però, 007 in effetti quando fece la sua comparsa non attirò più di tanto gli italiani. Il successo internazionale evidentemente deve aver preso il pubblico dell' epoca a dargli un' occhiata e a rivalutarlo visti poi le posizioni dei successivi film, quello con Lazemby compreso che ha fatto meno degli altri con Connery a parte il primo, ma è giunto comunque ottavo o nono, non ricordo bene.

"Si nascondono dietro alla rappresentazione storica per soddisfare il desiderio (inconscio?)di sangue e di orrore del pubblico. I registi americani lo sanno bene da 50 anni e loro, beati, mentre parteggiano dalla parte dei vincitori guadagnano anche coi biglietti degli spettatori figli dei vinti. Mah!"

Per favore! Ci sono film e film.

Anonimo ha detto...

Bello vedere "L' uomo che uccise Liberty Valance" in top ten.
Riguardo "Il Gattopardo" mi è capitato di notare una cosa curiosa: quando i ragazzi di oggi lo vedono non è che dicono: "Wow! C' è Burt Lancaster (grande Burt)!", "Wow! C' è la Cardinale!", "Wow! C' Delon!", ma rimangono abbastanza indifferenti a questi grandi attori mentre invece ad un certo punto quanto compare uno dicono più o meno: "Ma c' è Terence Hill!!!". Eh, eh! Grande Terence, o meglio Mario Girotti in questo caso.

Anonimo ha detto...

Cosa significa "Per favore! Ci sono film e film"? Io resto della mia opinione espressa il 24.01.06. Divertirsi e far guadagnare soldi ai produttori con la carne da macello della Storia... mah!

Anonimo ha detto...

Dino Risi reinventa Gassman attore comico? Ma chi è scrive 'ste stupidate? Ma almeno si è letto un pò di storia del cinema o scrive a casaccio? Gassman è stato reinventato attore comico da Monicelli nel 58. Hai voglia nel 62cosa c'era da reinventare: praticamente nulla. Ma per piacere...

Posta un commento

Tu sei libero di dire quello che vuoi. Io sono libero di cancellare quello che voglio. In particolare, i commenti ingiuriosi e/o stupidi si autocancelleranno. I commenti anonimi sono tollerati ma ti invitiamo ad apporre almeno una sigla come riferimento.